X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

15/01/2021 - Tunisia: il 28 gennaio si terrÓ il webinar "I giorni del sud"

Tunisia: il 28 gennaio si terrà il webinar "I giorni del sud"

L'Ice, Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, in collaborazione con Confindustria Campania, Confindustria Caserta, Unione industriali Napoli e Fondazione per la sussidiarietà, nell'ambito del progetto "I Giorni del Sud", organizza un webinar dedicato alla Tunisia. Il webinar sarà realizzato su Piattaforma Fiera Smart365 il giorno 28 gennaio 2021 a partire dalle ore 14:30. La partecipazione al webinar è gratuita ed è possibile registrarsi entro il 27 gennaio a questo indirizzo (https://www.ice.it/it/area-clienti/eventi/dettaglio-evento/2020/@@/847/modalita-adesione). L'iniziativa è diretta alle aziende dell'intero territorio nazionale interessate ad approfondire le opportunità di collaborazione industriale in Tunisia con particolare riguardo ai seguenti settori: aerospazio e agricoltura biologica, biotecnologie, Ict, energie rinnovabili e trattamento rifiuti. Giunta alla seconda edizione, l'iniziativa "I Giorni del Sud" rappresenta un momento di dialogo e di approfondimento tra i diversi attori della vita economica, sociale, istituzionale e culturale dei Paesi dell'Area Med. L'evento si terrà presumibilmente nel mese di maggio a Napoli e Caserta e si articolerà in workshop, BtoB e visite aziendali. Compatibilmente con l'evolversi dell'emergenza sanitaria in corso, Agenzia Ice realizzerà un incoming di operatori tunisini in occasione de "I Giorni del Sud". Maggiori informazioni saranno fornite nel corso del webinar. La Tunisia ha sempre presentato caratteristiche ideali per gli investitori italiani, grazie alla vicinanza geografica, ad una normativa locale che favorisce gli investimenti e un costo molto competitivo dei fattori di produzione. La Tunisia rappresenta un ponte per l’Italia sul Mediterraneo, una piattaforma produttiva naturale per le imprese italiane impegnate a diversificare le proprie attività e penetrare nuovi mercati nel Maghreb, Africa subsahariana e Golfo. I vantaggi comparati della Tunisia per le nostre imprese sono costituiti dalla prossimità geografica con importanti mercati in Africa, la manodopera qualificata e la presenza di filiere produttive competitive ad alto valore aggiunto. L'Italia è il secondo partner commerciale della Tunisia, con interscambio bilaterale nel 2019 pari a 16,9 miliardi dinari tunisini (circa 5,5 miliardi di euro). Le esportazioni italiane nel 2019 sono state pari a 9,75 milioni di dinari con una variazione positiva del 3,7 per cento rispetto al 2018. La presenza delle aziende italiane in Tunisia è ben radicata e si caratterizza per la presenza di circa 800 società, che rappresentano quasi un terzo di tutte le imprese a partecipazione straniera. Le aziende italiane, pur nel contesto non facile degli ultimi anni, hanno mantenuto la loro posizione nel mercato tunisino, grazie al forte grado di integrazione e ai rapporti consortili con il tessuto industriale locale. Nonostante permangano alcune criticità che colpiscono le imprese italiane, quali viscosità delle procedure burocratiche e disagi doganali imputabili a meccanismi amministrativi troppo macchinosi e a carenze infrastrutturali, diverse iniziative sono state intraprese dal Governo tunisino al fine di migliorare il clima d'affari, rassicurare gli imprenditori stranieri e garantirne la continuità e il consolidamento, attrarre nuovi investitori. In particolare, nel 2017 è entrata in vigore la Legge sugli Investimenti che costituisce un passo importante per la competitività del Paese.

Notizia segnalata da
www.agenzianova.com