Scambi Commerciali (GIAPPONE)

Export italiano verso il paese: GIAPPONE

Export italiano verso il paese:
GIAPPONE
201420152016gen-giu 2016gen-giu 2017
Totale5.366,73 mln. €5.520,32 mln. €6.034,17 mln. €2.890,7 mln. €3.208,51 mln. €
Merci (mln. €)201420152016
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura24,724,8728,58
Prodotti delle miniere e delle cave2,311,782,39
Prodotti alimentari586,54596,37584,66
Bevande172,93178,01170,67
Tabacco08,81168,94
Prodotti tessili187,21181,66184,46
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)766,27793,84852,13
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili605,32622,41687,79
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio9,8311,6412,3
Carta e prodotti in carta8,7813,4516,63
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio1,492,061,26
Prodotti chimici335,15364,53403,26
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici730,45416,56452,42
Articoli in gomma e materie plastiche52,3655,4851,09
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi68,1275,7779,55
Prodotti della metallurgia19,8718,1717,7
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature56,8266,0564,81
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi187,25216,86206,19
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche120,8115,75117,72
Macchinari e apparecchiature456,8491,48519,36
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi465,18680,33818,03
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)190,5246,65263,76
Mobili88,7693,9692,31
Prodotti delle altre industrie manufatturiere207,41218,11217,11
Altri prodotti e attività21,8825,7220,35
Elaborazioni Ambasciata d’Italia su dati Agenzia ICE di fonte ISTAT.

 

Import italiano dal paese: GIAPPONE

Import italiano dal paese:
GIAPPONE
201420152016gen-giu 2016gen-giu 2017
Totale2.704,8 mln. €3.122,27 mln. €4.018,34 mln. €2.203,3 mln. €2.386,53 mln. €
Merci (mln. €)201420152016
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura3,563,884,81
Prodotti delle miniere e delle cave1,671,41,43
Prodotti alimentari4,987,949,97
Bevande01,391,16
Prodotti tessili94,76106,03122,09
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)10,2112,9517,64
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili7,077,275,93
Carta e prodotti in carta12,8412,9114,53
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio1,11,680,63
Prodotti chimici363,09385,49407,86
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici119,91117,01116
Articoli in gomma e materie plastiche116,27113,7108,65
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi66,7354,856,57
Prodotti della metallurgia90,37241,36229,62
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature49,2942,4940,42
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi185,13225,2239,1
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche126,7480,1595,88
Macchinari e apparecchiature733,86841,21926,87
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi448,8549,14951,05
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)178,68215,63539,6
Mobili111,18
Prodotti delle altre industrie manufatturiere78,1788,04113,04
Altri prodotti e attività10,5711,613,92
Elaborazioni Ambasciata d’Italia su dati Agenzia ICE di fonte ISTAT.

Osservazioni

Il peso percentuale delle forniture italiane verso il Giappone si aggira intorno all'1,3% sul totale del nostro export. Negli anni recenti, gli scambi commerciali hanno denotato una dinamica piuttosto stabile e costante, confermando da un lato il consolidamento di salde relazioni commerciali nei settori tradizionali del Made in Italy e del Made in Japan, ma evidenziando d'altro lato le difficolta' di un'evoluzione dei rapporti economici tra i due Paesi. Tale evoluzione e' stata in parte determinata dallo scenario macroeconomico di crescita limitata delle rispettive economie, con tassi decisamente inferiori alla media mondiale ed europea.

A partire dal 2011, tuttavia, l'export italiano, traendo grande beneficio dal rafforzamento dello yen, ha conosciuto una notevole accelerazione, cui e' coincisa un'altrettanto netta flessione dell'import dal Giappone. Il trend favorevole e' proseguito anche successivamente al riequilibrio del rapporto di cambio. Tradizionalmente in passivo, la bilancia commerciale italiana nei confronti del Giappone ha dunque registrato un progressivo e visibile miglioramento, tanto da determinare, a partire dal 2011, un crescente avanzo commerciale a favore del nostro Paese. Nel 2014, tuttavia, le forniture italiane hanno registrato un visibile rallentamento in ragione della forte contrazione su base annua del comparto farmaceutico, uno dei settori di punta dell'export italiano verso il Sol Levante, che e' proseguita anche durante il 2015.

La produzione italiana ad alto livello di specializzazione nei settori tradizionali del nostro export continua comunque a trovare in un mercato maturo e altamente sofisticato come quello nipponico un favorevole terreno di sviluppo. Godono di buona salute, in particolare, i comparti del cuoio e della pelletteria, dell'abbigliamento e degli accessori in tessuto e a maglia, delle calzature, dei macchinari per l’industria, degli autoveicoli, dei prodotti chimici organici e dei beni agro-alimentari (vino, olio di oliva e prodotti dell'industria conserviera in particolare).

Nell'ultimo quadriennio, viceversa, l'import dal Giappone ha conosciuto una forte contrazione, in ragione della crisi produttiva seguita alla catastrofe naturale dell'11 marzo 2011, del rafforzamento dello yen sui mercati internazionali e del calo della domanda all'interno del nostro mercato. Il 2016 sembra tuttavia evidenziare una robusta ripresa delle forniture nipponiche verso il nostro Paese. L'export giapponese verso l'Italia risulta imperniato sui settori tradizionalmente legati all’eccellenza del Made in Japan nel mondo, simbolo di innovazione, tecnologia, ricerca e sviluppo. Circa un quarto delle forniture e' rappresentato dal comparto degli apparecchi meccanici, seguito dall'automotive e dal settore delle macchine elettriche e dell'IT. Di rilievo rimangono le importazioni di prodotti chimici organici, di strumenti di ottica e precisione, di materie plastiche e di prodotti farmaceutici. 

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché GIAPPONE Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia