Politica economica (SUD AFRICA)

Il PIL sudafricano nel 2018 è cresciuto solo dello 0,8%, ma il Presidente Ramaphosa ha annunciato sforzi significativi per portare avanti delle riforme strutturali che consentano al Sud Africa di aumentare il tasso di crescita economica e di occupazione.

Nell'ottica di rilanciare l'attrattività del Sud Africa come destinazione per gli investimenti e quindi la creazione di posti di lavoro, il Presidente Ramaphosa ha presieduto in novembre una Conferenza per gli Investimenti rivolta a investitori nazionali e internazionali. Durante la Conferenza, Il Presidente ha illustrato i provvedimenti previsti in un Piano di Stimolo che dovrebbe servire a rilanciare gli investimenti in numerosi settori, a partire dalle infrastrutture, e cercato di rassicurare gli investitori, garantendo sulla determinazione del Governo nel voler portare avanti le inchieste contro preoccupanti casi di corrruzione e una riforma agraria prudente, che non metta in discussione i diritti di proprietà come paventato da alcuni osservatori e forze di opposizione. Nel corso della Conferenza sono stati annunciati investimenti per oltre 17 miliardi di euro, rappresentando un momento di ottimismo per l'economia sudafricana.

Nel febbraio 2019 il Ministro delle FInanze Mboweni ha annunciato un leggero peggioramento dei parametri fiscali (rapporto deficit/PIL al 4,2% e rapporto debito pubblico/PIL al 60%). La ragione essenziale di questo peggioramento è data dalla necessità per il Governo di intervenire finanziariamente a supporto dell'azienda statale monopolista dell'energia elettrica Eskom. Quest'ultima è al momento considerata il maggior rischio sistemico per l'economia sudafricana a causa del forte indebitamento. Il Presidente Ramaphosa ha tuttavia annunciato un piano di "spacchettamento" di Eskom in tre separate entità (produzione, trasmissione e distribuzione) che dovrebbe aiutare a migliorare la governance.

In generale, il Presidente Ramaphosa ha cercato di restituire l'immagine di un Sud Africa più solido e determinato a portare avanti le necessarie riforme economiche che consentano al Paese di tornare lungo un percorso di crescita economica che sembra avere perduto dopo l'inizio della crisi economica globale. Le lotte tra le diverse fazioni dell'ANC hanno però negli ultimi mesi sensibilmente rallentato l'azione riformatrice.

In questo quadro, importante rimane il ruolo della South African Reserve Bank (SARB), istituto ampiamente rispettato per la sua competenza e indipendenza. La SARB ha ridotto il tasso di riferimento dal 6,75% deciso a novembre 2018 al 6,5% nel luglio 2019.

Ultimo aggiornamento: 27/08/2019^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché SUD AFRICA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in