Bilancia commerciale (SUD AFRICA)

Export

Export201420152016Previsioni di crescita 2017Previsioni di crescita 2018
Totale68.202 mln. €62.903 mln. €67.534 mln. €2,2 %4,7 %
PRINCIPALI DESTINATARI
2014 (mln. €)2015 (mln. €)2016 (mln. €)
CINA6.533CINA5.242CINA6.156
USA4.832USA4.741GERMANIA5.107
GIAPPONE3.665GERMANIA3.828USA4.982
Italia Position:20798Italia Position:171.007Italia Position:191.036
Merci (mln. €)201420152016
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura3.3073.430 
Prodotti delle miniere e delle cave14.07411.151 
Prodotti alimentari3.1233.034 
Bevande955998 
Tabacco185204 
Prodotti tessili397374 
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)359362 
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili365340 
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio388356 
Carta e prodotti in carta1.2231.269 
Prodotti della stampa e della riproduzione di supporti registrati1,62 
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio2.6862.823 
Prodotti chimici4.9034.711 
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici345348 
Articoli in gomma e materie plastiche897821 
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi516500 
Prodotti della metallurgia15.80413.783 
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature1.0651.050 
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi1.6371.432 
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche1.0481.013 
Macchinari e apparecchiature4.4254.078 
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi6.6687.244 
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)867823 
Mobili185192 
Prodotti delle altre industrie manufatturiere881750 
Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)434446 
Altri prodotti e attività1.4481.366 
Dati South African Revenue Service

 

Import

Import201420152016Previsioni di crescita 2017Previsioni di crescita 2018
Totale75.192 mln. €71.904 mln. €67.578 mln. €4,3 %4,9 %
PRINCIPALI FORNITORI
2014 (mln. €)2015 (mln. €)2016 (mln. €)
CINA11.629CINA13.193CINA12.292
GERMANIA7.529GERMANIA8.513GERMANIA8.026
ARABIA SAUDITA5.366USA4.782USA4.505
Italia Posizione: 91.988Italia Posizione: 91.824Italia Posizione: 111.666
Merci (mln. €)201420152016
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura1.2051.262 
Prodotti delle miniere e delle cave13.2898.731 
Prodotti alimentari3.3392.973 
Bevande447416 
Tabacco3942 
Prodotti tessili9661.022 
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)1.3631.498 
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili9551.008 
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio306308 
Carta e prodotti in carta972968 
Prodotti della stampa e della riproduzione di supporti registrati2,22 
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio4.6174.103 
Prodotti chimici6.1746.173 
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici1.7641.917 
Articoli in gomma e materie plastiche1.7871.756 
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi897919 
Prodotti della metallurgia2.6362.704 
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature1.4061.443 
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi7.4857.886 
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche3.0393.242 
Macchinari e apparecchiature8.3567.454 
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi5.6065.666 
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)1.3891.988 
Mobili266284 
Prodotti delle altre industrie manufatturiere1.4091.398 
Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)163283 
Altri prodotti e attività5.3016.458 
Dati South African Revenue Service

Osservazioni

In base ai dati sudafricani sugli scambi commerciali con l’estero riferiti al 2016, l’interscambio complessivo si è attestato, in termini di valore, sui 135 miliardi di Euro, in calo del 9,8% rispetto al 2015 (per quanto sia aumentato in valuta locale). Le esportazioni sono diminuite del 7,6%, per un controvalore di 67,5 miliardi, a fronte di un più sensibile decremento del 12% delle importazioni, scese a 67,5 miliardi. La bilancia commerciale ha così fatto registrare un disavanzo di soli 42,6 milioni, di molto inferiore ai 3,7 miliardi rilevati nel 2015. La contrazione dell’export ha interessato soprattutto Americhe (-10,8%), Africa (-8,70) e in misura minore Asia (-3,4), mentre le vendite in Europa si sono mantenute sostanzialmente stabili. La diminuzione dell’import ha invece riguardato in maggior misura Asia (-15,4) e Africa (-11,9), meno Europa (-8,1) e Americhe (-8). La Cina mantiene il primato sia tra i fornitori, con una quota del 18,1% (seguita da Germania, Stati Uniti, India e Arabia Saudita), che tra i clienti, con una quota dell’8,9% (seguita da Germania, Stati Uniti, Botswana e Namibia). Se considerati nel loro insieme, i Paesi UE si confermano il principale partner commerciale, con una quota del 31% tra i fornitori (in aumento rispetto al 29,7 del 2015) e del 22,4% tra i clienti (anche in questo caso in crescita dal 21 dell’anno precedente). Una supremazia che si mantiene tale anche escludendo la Gran Bretagna.

Il calo delle importazioni è ascrivibile alla debole congiuntura dell’economia sudafricana, la cui crescita nel 2016 non è andata oltre lo 0,3%. Ne è conseguita, in primis, una contrazione negli acquisti di beni strumentali, che rappresentano di gran lunga la voce principale (22 miliardi di Euro) per il fondamentale contributo a sostegno dell’industria nazionale. La necessità di importare tali beni ha portato il Paese, negli anni passati, ad avere un deficit strutturale della bilancia commerciale, che nel 2016 si è invece radicalmente ridotto. Macchine, Macchinari, apparecchi e componenti industriali hanno fatto registrare una flessione dell’11,4% rispetto ai quasi 25 miliardi del 2015. Diverso il discorso relativo a petrolio greggio e prodotti derivati. Se in termini di valore le importazioni sono scese del 23,8%, passando da 9,6 a 7,3 miliardi, in termini quantitativi la riduzione è di solo il 3,4% (25,2 milioni di tonnellate contro le 26,1 dell’anno precedente). Il decremento è pertanto imputabile alle oscillazioni al ribasso del prezzo del petrolio, che hanno permesso al Sud Africa di mantenere stabile il livello di approvvigionamento. Tra le altre importanti voci dell’import, si segnalano autoveicoli e altri mezzi di trasporto, che hanno perso il 16,6% (da 8 a 6,6 miliardi), e prodotti chimici, in calo dell’11,8 (da 8 a 7 miliardi). Dal lato delle esportazioni, la flessione è dovuta soprattutto alla contrazione delle domanda globale di materie prime, che ha comportato una riduzione in termini di valore (e quantitativi), di tutte le principali voci ad esse correlate. Dai prodotti dell’industria mineraria, passati da 14,2 a 13,4 miliardi di Euro (-5,7%), ai metalli preziosi, da 13,3 a 12,2 miliardi (-15,8), fino ai semilavorati dell’industria metallurgica, da 8,8 a 8,2 miliardi (-6,3). Stabile invece l’export di autoveicoli e altri mezzi di trasporto (intorno ai 9 miliardi, si ricorda al riguardo che il Sud Africa dispone della più importante piattaforma produttiva del continente), mentre i macchinari industriali hanno perso il 10,8% (da 7,1 a 6,3 miliardi), scontando il calo della produzione manifatturiera nel secondo semestre (-3,2%).

Nel primo semestre del 2017 si registra un aumento degli scambi commerciali con l'estero, che dopo il rallentamento del 2016 stanno tornando ai livelli del 2015. I dati sudafricani indicano un aumento dell'interscambio del 20,3% rispetto allo stesso periodo del 2016, per complessivi 77,2 miliardi di euro. Le esportazioni verso il resto del mondo sono cresciute del 22% (39,7 miliardi) e le importazioni del 18,5% (37,5 miliardi). La bilancia commerciale, in questa prima frazione dell'anno, ha fatto quindi registrare, in controtendenza rispetto agli ultimi anni, un saldo positivo e di ben 2,2 miliardi. L'export e' cresciuto verso tutti i continenti, ma in maggior misura in direzione di Asia (31,5%) ed Europa (24,7%) seguite da Africa (19,3%) e America (11,4%). Le importazioni sono aumentate soprattutto dall'Asia (22,6%), dall'Africa (18,8%), dall'Europa (15,6%) e in misura minore dall'America (9,4%). 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché SUD AFRICA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia