X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

WTO, accordi regionali e aliquote tariffarie (TANZANIA)

Anno di accesso al WTO1995

Osservazioni WTO

La Tanzania è membro dell'OMC, nonché dell'East African Community (EAC) e del Southern Africa Development Community (SADC) che prevedono la rimozione delle barriere tariffarie interne, e l'armonizzazione progressiva della regolamentazione. La Tanzania sta ancora valutando se firmare l'accordo proposto in sede Unione Africana per creare una zona di libero scambio panafricana, mentre appare remota la possibilità che la Tanzania firmi l'Economic Partnership Agreement tra Unione Europea ed EAC.

In generale il paese è aperto al commercio internazionale. Per stimolare la produzione industriale locale, il paese ha imposto dazi elevati oppure limiti quantitativi all'importazioni di determinati prodotti (p.e. latte, zucchero). Non mancano periodici conflitti con i paesi partner dell'EAC.

Ultimo aggiornamento: 16/08/2019

Barriere tariffarie e non tariffarie

WTO, accordi regionali e aliquote tariffarie (TANZANIA)

AnnoAccordo
2004Southern African Development Community (SADC)
La Tanzania č entrata a far parte della SADC il 9 agosto 2004. E' un'organizzazione regionale economica e di promozione della cooperazione tra 16 stati: Angola, Botswana, Isole Comore, RD Congo, Lesotho, Madagascar, Malawi, Mauritius, Mozambique, Namibia, Seychelles, Sudafrica, Swaziland, Tanzania, Zambia e Zimbabwe.
2000East African Community (EAC)
La Tanzania č entrata a far parte della rinnovata East African Community l'11 giugno 2000. Prevede una tariffa doganale comune e la rimozione delle barriere tariffarie interne tra i cinque paesi membri (Burundi, Kenya, Uganda, Ruanda, Tanzania). Il Sud Sudan č diventato il sesto membro nel settembre 2016 ma non fa ancora parte integrante della Comunitā a livello economico.
1992Multilateral Investment Guarantee Agency MIGA