X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

WTO, accordi regionali e aliquote tariffarie (IRAN)

Anno di accesso al WTO0
Aliquota tariffaria per i prodotti agricoli (Anno)0
Aliquota tariffaria per i prodotti non agricoli (Anno)0
Fonte: Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati World Economic Forum.
Note: L'Iran non fa parte dell'Organizzazione Mondiale del Commercio. Il sistema dei dazi è caratterizzato in Iran da alte barriere doganali per i beni importati. Le tariffe risultano elevate in particolare laddove esista una produzione locale da proteggere: tale situazione si verifica principalmente per i beni di consumo (in particolare, per le autovetture). Da giugno 2018 è in vigore una lista di circa 1.300 categorie di beni di cui è vietata l'importazione, arricchitasi nel tempo al fine di proteggere la produzione domestica.

Osservazioni WTO

Da molti anni sono in corso i negoziati per l'ingresso dell’Iran nel WTO (World Trade Organisation). Ad oggi non vi e’ una programmazione che consenta di prevedere quando essi potranno giungere a termine.

Il Paese è membro dell'ECO (Economic Cooperation Organisation), organizzazione regionale costituita nel 1985 da Iran, Turchia e Pakistan con lo scopo di promuovere la cooperazione nei settori economici, culturali e tecnologici. Nel 1992 vi hanno aderito altri sette Paesi: Afghanistan, Azerbaigian, Kazakistan, Kyrgyzstan, Tajikistan, Turkmenistan e Uzbekistan.

La Russia ha dichiarato di appoggiare l’ingresso di Teheran nella Shangai Cooperation Organization (SCO – che comprende Cina, Russia, India, Pakistan, Kazakhstan, Kyrgyzstan, Tajikistan e Uzbekistan), mentre si osserva un coinvolgimento sempre più concreto di Teheran all’interno dell’Eurasian Economic Union (EEU – Russia, Bielarus, Kazakistan, Armenia e  Kyrgyzstan).

Ultimo aggiornamento: 14/07/2021

Barriere tariffarie e non tariffarie

WTO, accordi regionali e aliquote tariffarie (IRAN)

AnnoAccordo
1992Economic Cooperation Organization
Paesi aderenti: Afghanistan, Azerbaijan, Iran, Kazakhstan, Kyrgyzstan, Pakistan, Tajikistan, Turchia, Turkmenistan, Uzbekistan.
1989General System of Trade Preferences among Developing Countries
Paesi aderenti: Algeria, Argentina, Bangladesh, Benin, Bolivia, Brasile, Camerun, Cile, Colombia, Corea del Sud, Cuba, Ecuador, Egitto, Filippine, Ghana, Guinea, Guyana, India, Indonesia, Iran, Iraq, Libia, Malesia, Messico, Marocco, Mozambico, Myanmar, Nicaragua, Nigeria, Pakistan, Perù, Romania, Singapore, Sri Lanka, Sudan, Tanzania, Thailandia, Trinidad e Tobago, Tunisia, Venezuela, Vietnam, Yugoslavia, Zimbabwe.