Perchè GIAPPONE


Il Giappone, terza economia del pianeta, rappresenta ancora un mercato di dimensioni ragguardevoli

Il Giappone rappresenta, in termini di PIL, il terzo Paese al mondo dietro gli Stati Uniti e la Cina. Il suo sistema economico continua a rimanere tra i piu' solidi e sviluppati, con un bacino di consumatori composto da circa 127 milioni di individui ed un elevato PIL pro capite. Il governo Abe sta inoltre promuovendo una politica della crescita volta a fare uscire il Paese da un lungo periodo di stagnazione economica.


Non diminuisce l'attrazione del pubblico giapponese verso l'Italia e i prodotti italiani

Si e' consolidato nell'arco di un ventennio un interesse molto accentuato verso l'Italia e i prodotti italiani. Tale attrazione favorisce, alla luce dell'elevato tenore di vita della popolazione, la produzione italiana ad alto livello di specializzazione nei settori tradizionali del nostro export, che trovano in un mercato maturo e altamente sofisticato come quello nipponico un favorevole terreno di sviluppo. Cio' potrebbe incentivare l'accesso al mercato anche da parte di PMI specializzate nella produzione di beni di elevata qualita', molto apprezzati dal consumatore locale.


Italia e Giappone, nonostante la distanza geografica, presentano caratteristiche comuni capaci di incentivare la cooperazione economica

Nonostante la distanza geografica e le differenze culturali, Italia e Giappone presentano caratteristiche simili e si trovano ad affrontare complessi problemi comuni, come l'approvvigionamento energetico, le calamita' naturali, la conservazione dell'ambiente e l'invecchiamento della popolazione. Si aprono quindi interessanti opportunita' di cooperazione in settori innovativi come le energie rinnovabili, le nano e biotecnologie, l'ICT (E-Health), l'architettura per tutti, la robotica, la domotica e i prodotti chimici e farmaceutici.


Il sistema giuridico giapponese e la prassi commerciale offrono alle imprese straniere solide opportunita' di business

Benche' sussistano ancora oggi diverse barriere tariffarie e non tariffarie all'ingresso nel Paese di carattere protezionistico, il sistema giuridico locale non prevede restrizioni o discriminazioni di legge nei confronti degli imprenditori stranieri, fatta eccezione per pochi settori (agricoltura, pelle, miniere, settori strategici per la sicurezza nazionale). Il corpus di regole non scritte che disciplinano le relazioni commerciali garantiscono l'elevata solvibilita' dei crediti e, una volta instaurati, rapporti solidi e duraturi che offrono prospettive di crescita a lungo termine.


Maggiore attenzione delle autorita' giapponesi alle politiche volte ad incentivare gli IDE stranieri

La progressiva delocalizzazione delle attivita' produttive all'estero, unita alla necessita' di rilanciare la crescita interna e di accelerare il processo di ricostruzione del Tohoku, favoriscono le politiche tese ad incentivare l'attrazione degli IDE stranieri. Le Zone Economiche Speciali, ad esempio, prevedono agevolazioni fiscali e snellimenti burocratici per le societa', che possono contare, anche sul resto del territorio nazionale, su un'eccellente rete infrastrutturale, servizi efficienti ed elevata qualificazione del personale locale.


Ultimo aggiornamento: 12/01/2016^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché GIAPPONE Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia