Cosa vendere


Bevande

Il mercato giapponese e' in fase di trasformazione e potrebbe mutare significativamente negli anni a venire a causa principalmente di due fattori: uno, di carattere interno, costituito dall'invecchiamento della popolazione, e' destinato ad influenzare i consumi dei prodotti eno-alimentari; l'altro, di carattere esterno, potrebbe essere rappresentato dalla conclusione dell'Accordo di Libero Scambio con l'Unione Europea, che andrebbe gradualmente ad abbattere le barriere tariffarie e non tariffarie sui prodotti del settore primario, facilitandone cosi' l'importazione.

A beneficiare in modo particolare di questo cambiamento e' il settore enologico, che vede nel mercato giapponese ancora ampi margini di sviluppo economico-commerciale. E' alla luce di tale considerazione che e' nato un evento promozionale come la rassegna "3000 Anni di Vino Italiano", che dal 2011 propone per la prima volta con cadenza annuale una cornice unitaria che ha il merito di eliminare la frammentarieta' e l'episodicita' di precedenti iniziative, nonche' di garantire ampio livello di copertura da parte dei media nipponici e grande visibilita' su social network e su siti internet. L'iniziativa ha inoltre il vantaggio di presentare in modo sistemico agli operatori locali del settore la varieta' e la qualita' dei vini italiani e di stimolarne l'interesse presso il pubblico, introducendo ed educando il consumatore alla ricchezza della nostra produzione.

Le aziende italiane possono quindi beneficiare di un servizio di supporto aggiuntivo, teso ad incrementare al massimo le opportunita' di vendita che il mercato nipponico puo' offrire sia oggi che, soprattutto, nel prossimo futuro. L'export italiano di vino, che occupa in Giappone una quota pari a circa il 13%, mantiene la seconda posizione dietro alla Francia. Le prospettive di crescita giustificano un impegno promozionale e di marketing sempre piu' intenso da parte delle nostre aziende di settore anche alla luce dell'aggressivita' di competitor come il Cile o la Spagna, che negli ultimi anni hanno incrementato in misura considerevole l'export dei propri prodotti in Giappone.


Principali aziende del settore

Foodliner Ltd.
Fatturato: Da 20 a 25 milioni di €
Sito Internet: http://www.foodliner.co.jp/
Contatti: Tel.: 81-78-858-2043
Fax: 81-78-858-2044
Note: Importatore specializzato nei prodotti enogastronomici italiani.
Japan Europe Trading Co., Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.jetlc.co.jp/
Contatti: info@jetlc.co.jp.
Tel.: 81-3-5730-0312
Note: Importatore specializzato nei prodotti enogastronomici italiani.
Monte Bussan K.K.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.montebussan.co.jp/
Contatti: Tel.: 81-3-5466-4510
Fax: 81-3-5466-4509
Note: Importatore specializzato nei prodotti enogastronomici italiani.
Memo's Co., Ltd.
Fatturato: Da 20 a 25 milioni di €
Sito Internet: http://www.memos.co.jp/index.html
Contatti: Tel.: 81-6-6264-5151
Fax: 81-6-6266-0747
Note: Importatore specializzato nella fornitura di beni di consumo Made in Italy, inclusi prodotti enogastronomici.
Hikarigaoka Corp.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.jcity-hikari.co.jp/
Contatti: Tel.: 81-3-5372-4618
Fax: 81-3-5372-4626
Note: Societa' del Gruppo Maeda (costruzioni edili), specializzata nell'importazione di prodotti enogastronomici.


Prodotti alimentari

In Giappone si sta assistendo ormai da vari anni ad un fenomeno che non accenna a diminuire: il "boom" della gastronomia italiana. A partire dalla meta' degli anni '90, l'export alimentare italiano su questo mercato e', infatti, piu' che raddoppiato. Sono migliaia i ristoranti italiani presenti sul territorio e la ristorazione risulta assorbire circa il 70% del valore dell'export agro-alimentare del nostro Paese in Giappone. Rimane ancora marginale, invece, la presenza dei prodotti italiani nella grande distribuzione, in relazione alla quale, dunque, vi sono ancora ampi margini di miglioramento.

La percezione dei prodotti alimentari del nostro Paese non e' indifferenziata e rispecchia la forte identificazione regionale del prodotto, la sua specialita' territoriale e l'appartenenza ad una particolare tipicita' spesso associata ad una tradizione produttiva artigianale. Gli esportatori nostrani possono quindi fare leva su questo aspetto per introdurre nuovi marchi e prodotti presso il pubblico giapponese o per rafforzare la posizione di quelli gia' presenti sul mercato.

Il settore potrebbe garantire ulteriori e notevoli margini di espansione per i produttori italiani, ove fosse possibile ottenere un consistente allentamento dei vincoli e una progressiva ma decisa contrazione delle barriere tariffarie e non tariffarie tradizionalmente imposte a Tokyo dall'Unione Centrale delle Cooperative Agricole giapponesi (JA-Zenchu), cui risultano affiliate le associazioni agricole del Paese. Sotto questo punto di vista, la conclusione dell'Accordo di Libero Scambio tra Giappone e Unione Europea potrebbe garantire un allentamento delle barriere che attualmente ostacolano il commercio tra le due Parti nel comparto agro-alimentare.


Principali aziende del settore

Japan Europe Trading Co., Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.jetlc.co.jp/
Contatti: info@jetlc.co.jp.
Tel.: 81-3-5730-0312
Note: Importatore specializzato nei prodotti enogastronomici italiani.
Memo's Co., Ltd.
Fatturato: Da 20 a 25 milioni di €
Sito Internet: http://www.memos.co.jp/index.html
Contatti: Tel.: 81-6-6264-5151
Fax: 81-6-6266-0747
Note: Importatore specializzato nella fornitura di beni di consumo Made in Italy, inclusi prodotti enogastronomici.
Monte Bussan K.K.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.montebussan.co.jp/
Contatti: Tel.: 81-3-5466-4510
Fax: 81-3-5466-4509
Note: Importatore specializzato nei prodotti enogastronomici italiani.
Hikarigaoka Corp.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.jcity-hikari.co.jp/
Contatti: Tel.: 81-3-5372-4618
Fax: 81-3-5372-4626
Note: Societa' del Gruppo Maeda (costruzioni edili), specializzata nell'importazione di prodotti enogastronomici.
Foodliner Ltd.
Fatturato: Da 20 a 25 milioni di €
Sito Internet: http://www.foodliner.co.jp/
Contatti: Tel.: 81-78-858-2043
Fax: 81-78-858-2044
Note: Importatore specializzato nei prodotti enogastronomici italiani.


Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici

In Italia la chimica e' forse l’unico settore per cui si puo' parlare di attivita' di ricerca diffusa tra centinaia di imprese e non concentrata tra pochi protagonisti. Tutte le imprese italiane operanti nel settore, dalle PMI alle grandi multinazionali, dimostrano una forte propensione all'innovazione, con una spesa in R&S superiore al 40% della spesa totale, di molto superiore a quella dell'intera industria manifatturiera. Tutta l'industria chimica si distingue inoltre per l'elevata qualita' della forza lavoro: le imprese assumono giovani con alti livelli di formazione, contribuendo alla loro crescita professionale e offrendo importanti opportunita' di specializzazione all'interno dell'azienda. Cio' e' dovuto al fatto che tutte le attivita' chimiche posseggono un mix d'innovazione e intensita' di capitale, che comporta la necessita' di personale qualificato. Tra i grandi settori la chimica e' quello che dispone di lavoratori con una maggiore produttivita' e remunerazione.

L'Italia e' storicamente tra i piu' importanti fornitori mondiali di principi attivi farmaceutici. I motivi di questa "leadership" hanno origine sia nella ben consolidata cultura chimica del Paese, che vanta numerose industrie farmaceutiche di respiro internazionale insieme a costruttori di apparecchiature chimiche d'avanguardia, sia nella qualita' dell'insegnamento universitario. Un dato (da solo) e' indicativo del successo internazionale dei produttori italiani: l’85% del fatturato proviene dall'esportazione.

Le imprese del settore sono per lo piu' di medie dimensioni, con un numero di addetti variabile da meno di 100 ad alcune centinaia per le aziende piu' significative. Alcune di esse fanno parte di grandi multinazionali farmaceutiche, altre di realta' farmaceutiche prevalentemente nazionali, altre infine sono indipendenti.

La presenza italiana, coltivata nel tempo con la partecipazione alla Fiera "CphI Japan", va rafforzata ulteriormente per ampliare il target di controparti giapponesi, i quali hanno gia', peraltro, dimostrato di apprezzarla.

Il Giappone vanta la piu' alta aspettativa di vita media al mondo e la sua societa' tende ad invecchiare piu' rapidamente di qualsiasi altra societa' industrializzata: si prevede che nel 2050 un terzo della popolazione sara' costituito da anziani. Il sistema sanitario nipponico risulta attualmente in forte espansione e una buona percentuale di questa crescita e' rappresentata dal settore dei farmaci su ricetta. Il mercato giapponese, pertanto, e' in grado di garantire ancora per diversi anni margini di crescita per l'export italiano di farmaci e prodotti medicali.


Principali aziende del settore

Otsuka Pharmaceutical Co., Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.otsuka.co.jp/en
Contatti: Tel.: 81-3-6717-1400
Fax: 81-3-6717-1499
Daiichi Sankyo Co., Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.daiichisankyo.com
Contatti: Tel.: 81-3-6225-1126
Astellas Pharma Inc.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.astellas.com/en/index.html
Contatti: Tel.: 81-3-3244-3000
Eisai Co., Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.eisai.com
Contatti: Tel.: 81-3-3817-3700
Takeda Pharmaceutical Co., Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.takeda.com
Contatti: Tel.: 81-6-6204-2111
Fax: 81-6-6204-2880


Costruzioni

In Europa si possono oggi individuare diversi andamenti sociali. La Commissione Europea, ad esempio, ha lanciato l'iniziativa "Smart Cities" (Citta' Intelligenti), che sosterra' le citta' con maggiori ambizioni pionieristiche che intendono incrementare l'efficienza energetica dei propri edifici, delle reti energetiche e dei sistemi di trasporto, in modo tale da ridurre del 40%, entro il 2020, le emissioni di gas serra.

La Smart City e' un modello ideale di citta', dove le dotazioni materiali e immateriali cooperano, con l'ausilio delle tecnologie, per obiettivi di qualita' della vita e riduzione dell'impronta ambientale, con modalita' di governo trasparenti e partecipate. Questa tendenza post-Protocollo di Kyoto e' globale. Anche in Giappone, infatti, la parola-chiave "Smart City" trova applicazione al mercato della costruzione di "Smart Houses" private. Gli utilizzatori di materiali da costruzione e i costruttori di case cercano materiali che possano soddisfare le esigenze del mercato attuale, ossia quelli ecologici e sostenibili che seguono questa tendenza mondiale.

In Giappone la parola "Smart House" identifica un'abitazione che utilizza la tecnologia informatica e le reti energetiche, con il controllo complessivo dell'energia per ridurre l'effetto serra. Allo stesso tempo, la Smart House assicura comfort, risparmio di energia e riduzione delle emissioni di anidride carbonica, giacche' non e' sufficiente incrementare l'efficienza energetica degli edifici, ma e' anche necessario controllarli esternamente. In tale contesto, l'export italiano di nuovi materiali da costruzione (oltre che dell'arredamento realizzato con materiali ecologici e degli oggetti di design eco-sostenibile) applicabili al concetto di Smart House, puo' incontrare in Giappone buone prospettive di crescita.

Rilevanti opportunita' per le aziende italiane operanti nel settore sono altresi' legate ai Giochi Olimpici del 2020. Mentre sono in via di definizione i piani per la costruzione dei siti olimpici, sono stati lanciati numerosi progetti di riqualificazione urbana. Nella baia di Tokyo, dove si concentreranno parte dei siti delle gare e il Villaggio Olimpico, prosegue il boom delle costruzioni di strutture commerciali e grattacieli residenziali. I produttori italiani di materiali, gia' apprezzati per la loro elevata qualita' e detentori di quote rilevanti di mercato nei settori delle pietre naturali e delle piastrelle, potrebbero incrementare ulteriormente il proprio business da qui al 2020.


Principali aziende del settore

Sekisui House, Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.sekisuihouse.co.jp/english/info/outline.html
Contatti: info-ir@qz.sekisuihouse.co.jp
Kajima Corp.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.kajima.co.jp/english/prof/outline/index.html
Contatti: Tel.: 81-3-5544-1111
Daiwa House Industry Co., Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.daiwahouse.co.jp/English/data/index.html
Contatti: Tel.: 81-6-6342-1369
Fax: 81-6-6342-1587
Taisei Corp.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.taisei.co.jp/english/profile/corp_data.html
Contatti: Tel.: 81-3-3348-1111
Fax: 81-3-3345-0481
Shimizu Corp.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.shimz.co.jp/english/about/outline/index.html
Contatti: Tel.: 81-3-3561-1111


Prodotti tessili

Negli ultimi anni, la stagnazione economica ha in parte modificato la propensione al consumo dei cittadini giapponesi, i quali hanno gradualmente spostato la loro attenzione su una fascia sempre piu' ampia ed economica di prodotti, senza dover necessariamente rinunciare alla qualita' (come ad esempio l'abbigliamento casual realizzato dall'azienda giapponese Uniqlo, leader del mercato domestico). Il comparto dell'alta moda italiana, tuttavia, ha risentito limitatamente di questo cambiamento nelle abitudini dei consumatori, mantenendo la propria posizione in virtu' della forza del brand e dell'attitudine del consumatore a concentrare gli acquisti su di un numero limitato di prodotti di prestigio.

Il settore della moda continua dunque a beneficiare di una domanda in generale sostenuta, in ragione della qualita' e dell’unicita' dei prodotti italiani, che dalla primavera del 2013 hanno potuto altresi' contare sull'elevata propensione al consumo da parte delle classi piu' abbienti, incoraggiate ad acquistare in virtu' della ventata di ottimismo generata dall'ascesa dell'Indice Nikkei, spinta dalle manovre di politica economica del governo Abe. Il Giappone, e' bene ricordare, rappresenta ancora una buona fetta del mercato del lusso mondiale.

Bisogna inoltre evidenziare che l'industria nipponica di settore, incluso il sistema distributivo e retail, sta attraversando una fase di ristrutturazione. Secondo gli esperti, il sistema che ne uscira' sara' piu' snello e flessibile, avvantaggiando cosi' le aziende del nostro Paese e limitando l'handicap che le affligge nei confronti dei concorrenti asiatici, che beneficiano oggi di un decisivo vantaggio sotto il profilo distributivo.

Data la complessita' del sofisticato mercato giapponese, e' giocoforza dare il massimo risalto agli aspetti qualitativi che caratterizzano le produzioni delle nostre PMI e che costituiscono il piu' importante fattore di scelta. Questo puo' avvenire anche con formule promozionali innovative, partendo da un nuovo modo di proporre il sistema italiano della moda, inteso nella sua accezione piu' ampia. I prodotti sia di base (tessuti, filati, pelle conciata) sia finiti non sono piu' elementi autonomi di singole realta' settoriali, ma insieme di capacita' produttive, coordinate ed articolate fra loro.


Principali aziende del settore

Five Foxes Co., Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.fivefoxes.co.jp/
Contatti: Tel.: 81-3-3478-2811
Itokin Inc.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.itokin.com/company/profile_en.html
Contatti: Tel.: 81-3-3478-5111
Wacoal Holdings Corp.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.wacoalholdings.jp/index_e.html
Contatti: Tel.: 81-75-682-5111
Onward Holdings Co., Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://www.onward-hd.co.jp/site/english/
Contatti: Tel.: 81-3-4512-1020
World Co., Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: http://corp.world.co.jp/english/
Contatti: Tel.: 81-78-302-3111


Ultimo aggiornamento: 12/01/2016^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché GIAPPONE Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia