Bilancia commerciale (UNGHERIA)

Export

Export201720182019Previsioni di crescita 2020Previsioni di crescita 2021
Totale100.581 mln. €104.885 mln. €nd mln. €nd %nd %
PRINCIPALI DESTINATARI
2017 (mln. €)2018 (mln. €)2019 (mln. €)
GERMANIA27.448GERMANIA28.557,1ndnd
ROMANIA5.187SLOVACCHIA5.442,6ndnd
ITALIA5.135ITALIA5.429,2ndnd
Italia Position:35.135Italia Position:ndndItalia Position:ndnd
Merci (mln. €)201720182019
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura3.086434,6 
Prodotti delle miniere e delle cave35523,8 
Prodotti alimentari5.0536.525,6 
Bevande371367,9 
Tabacco143218,8 
Prodotti tessili2.472787 
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)689666,7 
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili1.015341,5 
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio2.010499,4 
Carta e prodotti in carta1.3621.273,9 
Prodotti della stampa e della riproduzione di supporti registrati9  
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio1.400  
Prodotti chimici6.34512.554,5 
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici4.5895.335,6 
Articoli in gomma e materie plastiche5.9392.236,3 
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi1.5921,51 
Prodotti della metallurgiand1,49 
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature4.6222,5 
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi14.650  
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche11.659  
Macchinari e apparecchiature8.807  
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi24.51217.282,8 
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)nd810,3 
Mobili1.0111.113,2 
Prodotti delle altre industrie manufatturiere1.8239.702,7 
Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)767  
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati EIU per la parte previsionale e KSH per i dati settoriali e i totali, nonché per i dati relativi ai principali partner.

 

Import

Import201720182019Previsioni di crescita 2020Previsioni di crescita 2021
Totale92.498 mln. €99.327 mln. €nd mln. €nd %nd %
PRINCIPALI FORNITORI
2017 (mln. €)2018 (mln. €)2019 (mln. €)
GERMANIA24.504GERMANIA25.763,9ndnd
AUSTRIA5.695AUSTRIA6.068,1ndnd
POLONIA5.167POLONIA5.742ndnd
Italia Posizione: 84.401Italia Posizione: 84.650,8Italia Posizione: ndnd
Merci (mln. €)201720182019
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura1.375130,2 
Prodotti delle miniere e delle cave4.29933,1 
Prodotti alimentari3.8484.552,9 
Bevande287311,6 
Tabacco226264,7 
Prodotti tessili3.5271.147,4 
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)1.3341.548,6 
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili1.122317,8 
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio2.051442,5 
Carta e prodotti in carta1.4041.352,6 
Prodotti della stampa e della riproduzione di supporti registrati19  
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio1.749  
Prodotti chimici6.82112.459,9 
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici3.9124.462,9 
Articoli in gomma e materie plastiche5.4081.391,7 
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi1.2391.179,5 
Prodotti della metallurgiand2.891,7 
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature8.2263.520,6 
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi13.567  
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche8.421  
Macchinari e apparecchiature11.610  
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi12.96510.232,9 
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)nd1.300,1 
Mobili730834,5 
Prodotti delle altre industrie manufatturiere1.3579.271,6 
Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)1.386  
Elaborazioni Ambasciata d'Italia su dati EIU per la parte previsionale e KSH per i dati settoriali e i totali, nonché per i dati relativi ai principali partner.

Osservazioni

Secondo i dati pubblicati dall’Ufficio di Statistica ungherese (nomenclatura SITC), nel 2018 il commercio estero ungherese è cresciuto del 5,7% rispetto al precedente anno, con un surplus della bilancia commerciale pari a 5,6 miliardi di euro. Rispetto al 2017, il surplus è diminuito di 2,5 miliardi di euro. Il livello dei prezzi in fiorini delle esportazioni è aumenato del 4% e quello delle importazioni del 3%. Il fiorino si è svalutato del 3,1% rispetto all’euro e si è apprezzato dell’1,5% rispetto al dollaro. Le esportazioni sono state pari a 104,9 miliardi di euro (+4,2%), mentre le importazioni ammontano a 99,3 miliardi di euro (+7,3%). L’aumento delle importazioni e la diminuzione del surplus commerciale sono da attribuire alla crescita degli investimenti nell’edilizia e nelle infrastrutture e più in generale alla crescita del settore manifatturiero, cui si aggiunge l’aumento dei consumi interni determinato dalla crescita dei salari. L’economia ungherese dipende in larga misura dalle società multinazionali, che operano prevalentemente nella manifattura e nell’industria. Il 30% della produzione industriale 2018 è da attribuire al settore automotive, la cui produzione per il 90% è stata esportata.

Il paniere delle esportazioni ungheresi, in termini di valore, si compone prevalentemente di macchinari e mezzi di trasporto (58,4 miliardi di euro, 55,7% delle esportazioni, +4%) e di prodotti manifatturieri (34 miliardi di euro, 32,4% delle esportazioni, +5,2%). Le maggiori sottocategorie sono i veicoli (17,3 miliardi di euro, +1%); apparecchi elettrici (13,4 miliardi di euro, +6,1%); (+8,0%), prodotti chimici (12,5 miliardi di euro, +7%); generatori e loro componenti (8,4 miliardi di euro, -5,4%); apparati di telecomunicazione  e registrazione (7,6 miliardi di euro, +8,9%) prodotti alimentari, bevande e tabacco (7,1 miliardi di euro, -1,8%); prodotti farmaceutici (5,3 miliardi di euro, +10,8%). I mezzi di trasporto che costituiscono il settore portante dell’industria manifattura magiara sono cresciuti solo dell’1% a causa dell'introduzione dei nuovi standard di omologazione e della contrazione del mercato internazionale.

Le importazioni sono composte principalmente da macchinari e mezzi di trasporto (47,4 miliardi di euro, 47,7% del totale delle importazioni, +5,6%) e da prodotti manifatturieri (36,6 miliardi di euro, 36,8% del totale delle importazioni, +9%). Queste due categorie principali costituiscono l’85% delle importazioni ungheresi. Entrando nelle sottocategorie si distinguono per valore: prodotti elettronici, ottici e computer (14,2 miliardi di euro, +11,2%); prodotti chimici (12,5 miliardi di euro, +10,8%); veicoli (10,2 miliardi di euro, +4,7%); macchine di impiego generale (5,9 miliardi di euro, +6,2%); prodotti farmaceutici (4,5 miliardi di euro, +17,9%); prodotti di metallo (3,5 miliardi di euro, +5,9%); acciaio e ferro (2,9 miliardi di euro, +13,9%), metalli non-ferrosi (2,2 miliardi di euro, +10,9%); prodotti alimentari, bevande e tabacco (5,1 miliardi di euro, +4,8%); petrolio e derivati (4,5 miliardi di euro, +24,6%). Come  si rileva dai dati esposti, sono notevolmente aumentate le importazioni di prodotti per il mercato delle costruzioni che ha registrato nel suo complesso una crescita del 22,3%. In diminuzione l’import dei macchinari per la lavorazione dei metalli (570 milioni di euro, -8,3%) e di generatori e loro componenti (4,4 miliardi di euro, -8,9%).

L’Unione Europea si conferma il principale partner commerciale dell’Ungheria. Nel 2018 l’interscambio è cresciuto del 5,7%; la quota di esportazioni verso Stati UE è stata dell’81%, mentre quella delle importazioni è stata pari al 76% dell’import totale. Nonostante gli sforzi per aumentare l’interscambio con i paesi terzi (anche la Cina), le esportazioni sono diminuite del 2%, mentre le importazioni sono aumentate del 12%. Nell’interscambio globale, la graduatoria dei Paesi partner vede al primo posto la Germania (54,3 miliardi di euro – quota di mercato 26,6%), seguita da Austria (11 miliardi di euro – 5,4%), Slovacchia (10,4 miliardi di euro – 5,0%), Polonia (10,2 miliardi di euro – 4,97%), Italia (10,1 miliardi di euro – 4,93%), Repubblica Ceca (9,7 miliardi di euro – 4,7%), Paesi Bassi (8,7 miliardi di euro – 4,3%).

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché UNGHERIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in UNGHERIA

AMBASCIATA BUDAPEST