Quadro macroeconomico (TANZANIA)

SITUAZIONE MACROECONOMICA DELLA TANZANIA AD AGOSTO 2017

MONTHLY ECONOMIC REVIEW SETTEMBRE 2017 (BANK OF TANZANIA)

 

Inflazione

A fine agosto 2017 l’inflazione annuale complessiva è diminuita al +5%, dopo la stabilizzazione al +5,2% del mese precedente. Rispetto all’inflazione complessiva, tutti gli indici del gruppo principale hanno registrato tassi di inflazione minori, ad eccezione di alimenti e bevande non alcoliche. Il valore registrato è in linea con l’obiettivo di medio periodo del +5% fissato dalla banca centrale tanzana. Per quanto riguarda invece l’inflazione annuale “core” (che non tiene conto di energia e beni alimentari) essa si attesta al +2,6%, in leggera crescita rispetto al +2,2% registrato alla fine del mese precedente, e rispetto al +0,2% registrato nel periodo corrispondente del 2016.

 

Offerta monetaria

L’offerta di moneta dall'inizio dell’anno fino ad agosto 2017 e' cresciuta in media del +4,4%, ma è una crescita modesta se confrontata con il +16% dello scorso anno. Questo e' dovuto alla restrizione del credito da parte delle banche nei confronti del settore privato ed a uno scambio interbancario piu' restrittivo. inoltre sono in crescita i Non Performing Loans. Infine i prestiti a breve termine della BoT alle banche tanzane si sono ridotti moltissimo nell-ultimo anno, indice di una riduzione dei prelievi e dei prestiti al consumo.

 

Tasso di interesse

Ad agosto 2017 i tassi di interesse sono leggermente aumentati rispetto al mese di luglio. Il tasso sui depositi con scadenza annuale è in media del +10,17% rispetto al +10,55% di luglio mentre il tasso sui prestiti è del +17,84%, in aumento rispetto al +17,63% del mese precendete. La forbice dei tassi si stà dunque ampliando in seguito alla stretta del credito.

 

Tasso di cambio

Lo scellino tanzaniano si è deprezzato dello 0,14% rispetto al dollaro statunitense, per arrivare a uno scambio finale ad agosto 2017 di 2.234,9 scellini per dollaro.

 

Esportazioni ed importazioni

 

Le esportazioni sono diminuite del 17,3% mentre le importazioni sono aumentate dello 0,4%. C’è stata una diffusa diminuzione del valore delle esportazioni, sia agricole (chiodi di garofano) che industriali con un crollo dell export manufatturiero del -52,7%. La pesca è l’unico settore che mantiene ancora performance adeguate. L’incremento delle importazioni è in gran parte dovuto all’aumento dei prezzi del petrolio sul mercato mondiale.

 

Debito nazionale

Il debito estero ammonta a 19.191,9 milioni di dollari alla fine di agosto 2017 con un incremento di $ 1.672,6 milioni rispetto all'anno precedente. Tale incremento è dovuto in particolare alle fluttuazioni del tasso di cambio, a nuovi esborsi e all’accumulo di interessi arretrati.

Ad agosto il rapporto deficit/PIL è del +39,7% mentre quello atteso era del +37%.

Il debito interno è aumentato di 2.380,2 miliardi di scellini rispetto all'anno precedente, per arrivare ad un totale di 12.198,6 miliardi di scellini alla fine di agosto 2017.

Ultimo aggiornamento: 10/11/2017^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché TANZANIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia