Quadro macroeconomico (BENIN)

L’economia del Benin si basa sulla coltivazione del cotone e sulle attivita’ terziarie del Porto di Cotonou. Limitata e’ la produzione industriale. Nel 2016 il PIL e' stato pari a 8,7 mld di Dollari, in crescita del 4,8% rispetto agli 8,3 mld di Dollari del 2015.

Il settore agricolo rappresenta il 25,3% del PIL, l'industria con il 23,2% ed il terziario il 51,4% (dati EIU marzo 2017). Le principali esportazioni beninesi (in termini percentuali sul valore totale) sono il cotone (43,7%), gli anacardi (11%) ed il cemento (5,8%). 

Oltre alla produzione di cemento, la trasformazione del cotone caratterizza maggiormente questo settore, anche se risente degli andamenti stagionali della produzione e dell’ormai accresciuta concorrenza da parte dei prodotti asiatici. Sono ancora scarsi gli investimenti privati, carenti le infrastrutture energetiche e per i trasporti e diffusa la corruzione.

Il 51,4% del PIL viene dal terziario, che si concentra nel Porto di Cotonou, da cui derivano alte entrate fiscali.

Il PIL pro capite e' passato dagli 761 dollari del 2015 ai 777 del 2016. L'incremento demografico ha fortemente mitigato l'incremento del reddito pro-capite. La popolazione e' passata dai 10 mln del 2010 agli 11,2 del 2016 ovvero un incremento dell'11,2%.

L’EIU ha stimato le esportazioni nel 2016 a 1.977 milioni di Dollari (conmtro i 2.079 el 205) e le importazioni per 2.784 milioni in crescita rispetto ai 2.741 del 2015.

Il tasso d'inflazione e' passato dal 10% del 2012 al -0.3% del 2016 grazie all'andamento dei prezzi degli alimentari.

L'outlook di breve termine e’ positivo nonostante la presenza di alcuni fattori di rischio. In particolare preoccupano le imprevedibili condizioni metereologiche per la loro incidenza sulla produzione agricola e le decisioni di politica commerciale della Nigeria che e' il primo mercato di sbocco delle esportazioni beninesi. Il PIL beninese e' previsto in forte crescita, +5,7%, per il biennio 2017-2018

I principali mercati di destinazione dell’export sono: India (11,9%), Gabon (7,2%), Cina (3,5%), Niger (2,9%) e Bangladesh (2,8%). I Principali fornitori sono: Cina (42,7%),Stati Uniti (9,0%), India (5,8%), Thailandia (4,4%) e Francia (4,1%).

Gli investimenti diretti esteri restano molto limitati, in media inferiori al 2% del PIL.

 

 

 

.

 

Ultimo aggiornamento: 19/04/2017^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché BENIN Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia