Quadro macroeconomico (VIETNAM)

Il Vietnam ha raggiunto traguardi universalmente riconosciuti in termini di stabilità macroeconomica, integrazione internazionale, riduzione della povertà (al 13%), raggiungimento dei Millennium Development Goals attraverso alti tassi di crescita non accompagnati da eccessive sperequazioni sociali, tipiche delle prime fasi di sviluppo dei paesi emergenti.

Le riforme lanciate nel 1986 e l’adesione all’OMC nel 2007 hanno avviato un processo di progressiva liberalizzazione e apertura dell’economia vietnamita, stimolando una crescita sostenuta e costante: nel primo decennio degli anni 2000 in media del 7% e oltre il 6% dal 2014. Nonostante gli effetti negativi di fenomeni legati ai cambiamenti climatici cui il Paese é severamente esposto, nel 2017 il PIL é cresciuto del 6,81% (l’obiettivo fissato dal Governo era 6,7%) ed é stimato a circa 223 mld $, quello pro capite a circa 2.385 $. In base ai risultati conseguiti e al previsto andamento dell’economia mondiale l’obiettivo di crescita per il 2018 é stato fissato tra il 6.5 e il 6.7%, (le previsioni di FMI e altri analisti concordano). Nel primo trimestre del 2018 la crescita é stata del 7,1%.

Il settore manifatturiero, rivolto soprattutto alle esportazioni e sostenuto dai forti afflussi di investimenti, é il motore di crescita e si coniuga con l’espansione della domanda dovuta alla crescita del reddito interno.

Il deficit di bilancio é sceso al 3,49% del PIL, livello più basso degli ultimi 4 anni, grazie a un miglioramento della raccolta fiscale e riduzioni della spesa corrente. Il rapporto debito/PIL é sceso al 62,6% (sotto il limite di legge del 65%).

Con una popolazione ormai sui 96 milioni e una forza lavoro di 48 milioni di persone, il paese registra un tasso di disoccupazione inferiore al tre percento (2,24% nel 2017).

Il rafforzamento della domanda aggregata e il prezzo del greggio stanno determinando una ripresa dell’inflazione (+3,8% nel 2017).

Nel 2017 il volume degli investimenti é stato pari a 73,5 miliardi USD. Quelli privati (29,8 miliardi USD) hanno superato quelli pubblici (26,2 miliardi) contenuti per ridurre la spesa governativa. Gli investimenti diretti esteri (FDI) rappresentano il 23,8%.

L’interscambio totale é cresciuto di oltre il 20% (superando 410 mld $). La bilancia dei pagamenti resta in surplus (2,92 miliardi), al 5,6% del PIL, con il contributo ancora fondamentale degli investimenti diretti dall’estero, e permette di accumulare riserve estere (attualmente corrispondenti a 50 mld. USD, sufficienti a sostenere 3 mesi di importazioni).

Nel 2017 la crescita record dell’export (+21,2% y-o-y) ha portato a superare quota 200 miliardi. I settori trainanti rimangono quelli labour-intensive (industria telefonica 45 mld. USD, tessile 32 mld., elettronica e informatica 26 mld.). Anche le importazioni hanno registrato una robusta crescita: nel 2017 il Vietnam ha importato beni per un totale di 211 mld. USD (+20%). Il dato é dovuto all’acquisizione di beni strumentali e semilavorati necessari alle industre straniere (componenti elettroniche al primo posto, macchinari e accessori al secondo, strumenti di telefonia al terzo): ben 126 dei 211 miliardi sono legati a spese necessarie ai FDI.

La struttura produttiva del Paese e il suo posizionamento nelle catene internazionali si riflettono nella graduatoria dei partner commerciali: la Cina continua a essere il maggiore esportatore verso il Vietnam, seguito da Corea, paesi ASEAN e Giappone, ovvero i maggiori investitori nel paese. Sebbene il flusso di export verso questi partner sia in aumento, la bilancia commerciale con essi rimane in deficit e l’avanzo commerciale é dovuto alle esportazioni verso USA e UE.

Il governo persegue una politica di alleggerimento del peso burocratico sulle imprese e ha richiesto a ministeri e agenzie statali la rimozione del 50% degli adempimenti burocratici a carico delle imprese entro il 31 ottobre 2018. Nel 2017 sono state tagliate circa 5000 pratiche legate a accertamenti finanziari, controlli sull’import-export e ispezioni tecniche.

Ultimo aggiornamento: 02/09/2018^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché VIETNAM Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in VIETNAM

AMBASCIATA HANOICONSOLATO GENERALE HO CHI MINH CITY