Politica economica (SVIZZERA)

Nel 2016 la Svizzera ha concentrato la propria azione sull’accesso ai mercati internazionali e sul mantenimento e lo sviluppo delle relazioni con l’UE. Sul fronte interno, il Consiglio federale ha preso atto della crescente preoccupazione di una parte della popolazione per gli effetti della globalizzazione e della digitalizzazione dell’economia. Nell’anno in discorso la situazione congiunturale in Svizzera, dopo il rallentamento del 2015 legato al tasso di cambio, è migliorata. Il commercio estero, trainato dalla ripresa della crescita in diversi Paesi europei, ha particolarmente contribuito a questo miglioramento, mentre la cifra d’affari del commercio al dettaglio e i pernottamenti alberghieri si sono stabilizzati a un livello basso. I settori economici hanno continuato a svilupparsi in modo eterogeneo. Quanto al mercato del lavoro, si sta riprendendo solo lentamente dagli effetti del rallentamento congiunturale del 2015. All’indomani del referendum britannico sull’uscita dall’UE (Brexit), la Svizzera ha avviato colloqui con i rappresentanti del Regno Unito. Il Consiglio federale si sta adoperando per mantenere e possibilmente ampliare gli attuali diritti e obblighi reciproci, anche dopo l’eventuale uscita del Regno Unito. Berna ritiene che il referendum abbia prodotto effetti sui colloqui tra la Svizzera e l’UE. Nel 2016 il Consiglio federale ha iniziato ad attuare la decisione della Conferenza ministeriale dell’OMC del dicembre 2015 riguardante l’abolizione dei contributi all’esportazione nel settore agricolo, a partire dalle esportazioni verso i Paesi meno avanzati. Nel mese di settembre il Consiglio federale ha posto in consultazione le modifiche di legge e le misure d’accompagnamento necessarie per abolire i restanti contributi previsti dalla «legge sul cioccolato». Si è inoltre adoperato per un’ulteriore riduzione degli ostacoli tecnici al commercio, in particolare adattando le prescrizioni tecniche sui prodotti a quelle dell’UE e proseguendo la cooperazione internazionale tra le autorità. Nello scorso anno gli Stati dell’Europa occidentale e dell’America del Nord nonché la Cina si sono riconfermati i principali mercati d’esportazione della Svizzera. L’esportazione di beni a duplice impiego, ovvero che possono essere utilizzati a scopi civili e militari, riveste una grande importanza per l’industria svizzera. Anche nel 2017 il Consiglio federale proseguirà i colloqui sulla libera circolazione delle persone e i negoziati volti alla conclusione di un accordo quadro istituzionale. L’obiettivo prioritario resta la continuazione degli accordi bilaterali tra la Svizzera e l’UE. In parallelo, il Consiglio federale continuerà il dialogo avviato con il Regno Unito all’indomani del referendum sulla «Brexit» per assicurare il mantenimento delle strette relazioni economiche bilaterali anche se il Regno Unito dovesse uscire dall’UE. Nel 2017 proseguirà l’aggiornamento dell’Accordo sugli ostacoli tecnici al commercio concluso tra la Svizzera e l’UE, che nell’anno in rassegna ha subito dei ritardi. Questo accordo offrirà anche in futuro agli esportatori svizzeri un accesso al mercato interno europeo paragonabile a quello riservato ai loro concorrenti europei. Al fine di sviluppare la rete di ALS si cercherà di concludere i negoziati in corso con l’India, l’Indonesia e la Malaysia, proseguire quelli con l’Ecuador e il Vietnam e avviare trattative con il Mercosur. Verrà portato avanti anche l’aggiornamento di diversi accordi di libero scambio. In vista dell’undicesima Conferenza ministeriale dell’OMC, che si terrà nel mese di dicembre 2017 a Buenos Aires, il Consiglio federale si sta attivando a favore del rafforzamento e dello sviluppo del sistema commerciale internazionale. Nel quadro dell’attuazione della decisione dell’OMC sulla concorrenza all’esportazione, che chiede l’abolizione dei contributi all’esportazione previsti dalla cosiddetta «legge sul cioccolato».

(fonte: Rapporto sulla politica economica esterna 2016).

 

Ultimo aggiornamento: 28/08/2017^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché SVIZZERA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in SVIZZERA

CONSOLATO BASILEAAMBASCIATA BERNACONSOLATO GENERALE GINEVRA (Ginevra)CONSOLATO GENERALE DI PRIMA CLASSE LUGANOCONSOLATO GENERALE DI PRIMA CLASSE ZURIGO