Dove investire


Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)

AEROSPAZIO

L’industria canadese del settore comprende, oltre a fabbricanti di aeromobili completi per il trasporto regionale, aerei ed elicotteri commerciali, fabbricanti di motori a turbina a gas piccoli e medi, simulatori di volo, robotica spaziale, sistemi radar, sistemi elettronici e componenti per aviazione militare e commerciale, e le attività legate al MRO (maintenance, repair and overhaul) per la manutenzione e la riparazione di velivoli e i loro componenti.

Nel 2014 il settore ha contribuito oltre $29 miliardi CAD al PIL del paese, 180 mila posti di lavoro, $18,4 miliardi in fabbricazione, $10,7 miliardi in MRO. Il 73% del PIL del settore è generato dalla fabbricazione di velivoli e componenti, il 27% dalla manutenzione di velivoli esistenti. E nel periodo 2004-2014, l’attività del MRO è cresciuta del 37%, mentre quella della fabbricazione del 29% (Dati Canadian Aerospace Industry Annual Report 2014, ultimi dati ufficiali disponibili.)

In termini di Ricerca e Sviluppo, il settore canadese è primo al mondo per tecnologie di simulazione di volo, terzo al mondo nella produzione di velivoli, terzo al mondo in produzione di motori per velivoli civili. Il settore Canadese, nel suo insieme, è quinto al mondo in termini di PIL (Dati OECD 2011, ultimi disponibili). Gli investimenti in R&S ammontavano a $1,2 miliardi CAD nel 2014.

Con l’80% della produzione destinata all’export, il settore comprende oltre 400 aziende con più di 87.000 dipendenti e un fatturato annuale di 17 miliardi. Le esportazioni verso l’UE sono cresciute del 70% dal 2003, anche se gli Stati Uniti sono il primo importatore overall. Il 60% delle esportazioni sono relative alla catena di montaggio, di cui: 49% motori, 23% componentistica varie, 12% attrezzature di atterraggio, 16% avionica. Il settore dell’avionica consiste di numerose medio e piccole imprese specializzate in sistemi di comunicazione aerea, navigazione e di sistemi elettronici di intrattenimento per velivoli (in-flight entertainment). Le aziende leader in questo comparto sono la CMC Electronics e la Thales.

La società Bombardier è il leader del settore dei velivoli commerciali e privati. Il modello di jet a corto raggio CRJ è utilizzato da oltre 60 linee aeree in oltre 50 Paesi, per un numero totale di 1,600 velivoli. Il Canada soddisfa  il 30% della domanda mondiale di piccoli motori a turbine a gas. Le aziende leader in questo comparto sono la Pratt & Whitney, Rolls-Royce e GE Aviation. Le società Goodrich, Messier-Bugatti-Dowty, Héroux-Devtek and Liebherr Group sono responsabili per il 30% della domanda mondiale di carrelli di atterraggio e del 60% dei carrelli di atterraggio per velivoli di grande dimensione.

 

Nel comparto degli elicotteri va segnalato che il Canada produce oltre il 20% del totale mondiale di elicotteri civili a turbina prodotte da imprese come la Bell Helicopter Textron.

Principali Societa’ canadesi sono: Arnprior Aerospace, Avcorp Industries, Bombardier, CAE, Cascade Aerospace (MRO), Centra Industries, COM DEV International (Space), Héroux-Devtek, Kelowna Flightcraft (MRO), Magellan Aerospace, MDA (Space), MDS Aerosupport, Mxi Technologies, Mechtronix, Neptec (Space), Optech (Space), Premier Aviation (MRO), SED Systems/Calian (Space), Vector Aerospace (MRO), Viking Air.


Principali aziende del settore

COM DEV International (Space)
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.comdev.ca
Kelowna Flightcraft (MRO)
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.flightcraft.ca
Heroux-Devtek
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.herouxdevtek.com
Centra Industries
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.centra-ind.com
Cascade Aerospace (MRO)
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.cascadeaerospace.com
Arnprior Aerospace
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.arnprioraerospace.com
CAE Inc.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.cae.com
Bombardier Inc.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.bombardier.com
Avcorp Industries Inc.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.avcorp.com


Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)

ENERGIA ELETTRICA, GAS, VAPORE (anche da fonti rinnovabili)

L’energia elettrica prodotta in Canada ammonta a 611.31 TWh (Dati Canadian Electricity Association, Industry Report 2013, ultimi dati ufficiali disponibili). La presenza di abbondanti risorse idriche contribuisce alla preponderanza della produzione di energia idroelettrica (63,4%). Seguono le altre risorse: il nucleare (15,9%) il carbone (14,5%) l’energia eolica (1,5%) l’energia solare (0.04%) e l’energia marina (0,00%). L’energia da biomassa prodotta in Canada si aggira sui 540 PJ5, ed è la seconda risorsa di energia rinnovabile dopo l’energia idroelettrica.

Il Canada è quinto al mondo per produzione di energia primaria, settimo al mondo per consumo di energia primaria, terzo al mondo per produzione idroelettrica. Inoltre, il 22,4% di tutto l’export Candese nel 2010 era relativo al settore energetico. Il 63% dell’elettricità canadese è generato da centrali idriche, e il 15% di elettricità è generato da centrali nucleari.

 

La generazione di energia elettrica è importante per l’economia canadese nel suo insieme: ammontano a $4,1 miliardi in generazione, $6 miliardi in trasmissione, $2 miliardi in distribuzione (dati Canadia Electricity Association, 2014). Inoltre, le maggiori imprese hanno investito $13 miliardi in infrastrutture energetiche nel 2014. Nel Paese è comunque tuttora dominante lo sfruttamento delle risorse energetiche e di tecnologie convenzionali: petrolio (oil sands) gas naturale e energia nucleare. E nonostante il repentino calo del prezzo al barile di greggio, il Canada è rimane terzo al mondo per riserve di petrolio dietro a Venezuela e Arabia Saudita.

A livello provinciale, nel 2013 (ultimi dati disponibili, Statistics Canada), il Québec ha prodotto 206.8 TWh di energia elettrica, quasi esclusivamente da fonti idriche. Segue l'Ontario con 149 TWh, principalmente da fonti nucleari, a seguire British Columbia 64 TWh, Alberta 63 TWh, NewfoundLand 42 TWh, Manitoba 35, Saskatchewan 23, New Brunswick 13, e Nova Scotia 10,5. L'Alberta è leader nella produzione di combustibili fossili, il Québec è il maggior produttore di energia idroelettrica, e l’Ontario è il maggior produttore di energia nucleare. Il settore dell'energia è responsabile del 80,9% delle emissioni di gas serra, seguito dal settore agricolo, 8%, industriale, 8% e smaltimento dei rifiuti, 3%. Il 14% delle emissioni di gas serra in Canada deriva dagli impianti di produzione di energia elettrica a carbone e la politica di abbattimento del gas serra condotta a livello federale, e sostenuta a livello provinciale, impone la dismissione degli impianti di produzione di energia elettrica a carbone entro il 2025. Il Canada offre quindi importanti opportunità alle imprese operanti nel settore dell’energia rinnovabile, soprattutto per il forte impegno politico e legislativo: il Paese mantiene la nona posizione nell’elenco dei 40 Paesi misurati per l’offerta d’infrastrutture nel settore delle energie rinnovabili stilata dalla Ernst & Young. 


Principali aziende del settore

Barrick Energy Inc.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.barrick.com
Cenovus Energy Inc.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.cenovus.com
Imperial Oil Limited
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.imperialoil.ca
Husky Energy Inc.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.huskyenergy.ca
Petro-Canada Ltd.
Fatturato: Oltre 50 milioni di €
Sito Internet: www.petro-canada.ca


Macchinari e apparecchiature

MACCHINARI E APPARECCHIATURE

 

L’industria canadese dei macchinari consiste di 8.700 imprese ed una forza lavoro di oltre 113.000 dipendenti diretti. L’Italia nel 2014 (ultimi dati completi disponibili, per il 2015 sono ancora parziali e preliminari) è scivolata in 6a posizione nella classifica dei principali fornitori di macchinari e tecnologia strumentali del Canada, con una quota di mercato del 2,2% per i macchinari e 0,6% per i macchinari elettrici. L’Italia, come fornitore di macchinari al Canada, è preceduta nell’ordine, da USA, Cina, Messico, Germania, Giappone e seguita da Regno Unito e Corea del Sud.

 

Dall’Italia, il Canada ha acquistato nel 2014 principalmente, nell'ordine, macchine ed utensili per la lavorazione del metallo, macchine per imballaggio e confezionamento, macchine per l’industria alimentare e conserviera, macchine per lavorazione plastica e gomma e macchine agricole. All’interno del macro-comparto si sono state, sempre per quanto concerne il nostro paese, performances diverse negli specifici settori: +6,3% macchinari, +24,3% Macchinari elettrici.

Nel 2014, più del 60% delle importazioni canadesi di beni strumentali era costituito da macchine agricole, macchine stampa e grafica e macchine per il movimento terra ed edilizia. Per quanto riguarda le importazioni canadesi delle principali categorie merceologiche di beni strumentali, (15 settori Machines Italia), in aumento le macchine agricole, le macchine per l’industria grafica e cartotecnica, le macchine alimentari. In calo, invece, le macchine per il movimento terra ed edili, le macchine lavorazione metalli e le macchine lavorazione plastica e gomma. 

Tra il 2003 e il 2011 circa 50 aziende straniere hanno costituito in Canada delle attività greenfield nei settori dei macchinari, metalli, motori e turbine. Il 40% delle attività sono attribuite al settore dei macchinari e delle attrezzature. In base alle stime degli esperti, il settore dovrebbe registrare una crescita del fatturato annuo del 30  entro il 2015 con una crescita sostanziale del valore aggiunto che dovrebbe superare il 10%. (fonte: http://investincanada.gc.ca).  Le aziende che hanno investito in Canada nel settore dei macchinari e attrezzature: Alstom, Atlas Copco, Boart Longyear, Bosch Rexroth, Canam Group, Caterpillar, CNH Global, Crown Energy, Dieffenbacher, Enerflex Systems, Eriez Minerals Flotation Group, Flextronics, Fronius Canada, Gardner Denver, GEA Rainey Corporation, General Electric, Goulds Pumps, Hitachi, Ingersoll-Rand, John Deere, KukaRoboter, Marubeni Corporation, MASABA, Ridder Drive Systems, Siemens, Snap On Tools, Systemair, Tesco Corporation, VALVITALIA, Weir Canada.


Principali aziende del settore

Alstom
Sito Internet: http://www.alstom.com
Dieffenbacher
Sito Internet: http://www.dieffenbacher.de
Boart Longyear
Sito Internet: http://www.boartlongyear.com
Atlas Copco
Sito Internet: http://www.atlascopco.com
Bosch Rexroth
Sito Internet: http://www.boschrexroth.ca
Enerflex Systems
Sito Internet: http://www.enerflex.com
Eriez Minerals Flotation Group
Sito Internet: http://www.cpti.bc.ca
Canam Group
Sito Internet: http://www.canamgroup.ws
Caterpillar
Sito Internet: http://www.cat.com
CNH Global
Sito Internet: http://www.cnh.com
Crown Energy
Sito Internet: http://www.crownec.com


Costruzioni

INFRASTRUTTURE

In Canada, il settore dell'edilizia non residenziale e dell’ingegneria civile sta registrando una significativa espansione. La spesa pubblica canadese per le infrastrutture è cresciuta dai $21 miliardi CAD del 2000 ai $62 miliardi del 2010 e i $65 miliardi del 2012. Nel Bilancio del 2015, il Governo Federale Trudeau ha introdotto un nuovo stimolo per le infrastrutture provinciali, territoriali e comunali, per potenziare i fondi destinati alle infrastrutture civili e strategiche: oltre $126 miliardi nell’arco dei prossimi 10 anni.

Secondo un rapporto dello studio Torys LLP, nell’arco dei prossimi 7 anni il Canada dovrà investire oltre $200 miliardi CAD nelle infrastrutture pubbliche. È chiaro che i governi da soli non sono in grado di sostenere la spesa ed hanno bisogno per la realizzazione dei progetti del coinvolgimento finanziario del settore privato. Da qui la necessità dei P3 che nell’ultimo decennio hanno contribuito alla realizzazione in Canada di 170 progetti del valore di oltre $55 miliardi CAD.

Nel 2015 il mercato relativo alle infrastrutture ha raggiunto un valore pari a 94 miliardi di € (dati preliminari Industry Canada). Dall'analisi dei 100 principali progetti, in ordine di valore, emerge il settore energetico quale primo destinatario dei flussi di investimento soprattutto grazie a grandi opere realizzate nel settore idroelettrico ($24,15 mld dollari). Seguono i progetti nel settore dei trasporti, sanitario e viario (strade e autostrade). Se da un lato i finanziamenti al settore sono principalmente di natura pubblica (71,8%), si conta un numero sempre più crescente (17%) di progetti finanziati secondo modelli di public-private partnership (P3s). Il mercato è caratterizzato dalla presenza di pochi operatori ma di grandi dimensioni affiancati, tuttavia, da una moltitudine di aziende minori che lavorano in subappalto.

Tra le principali dieci imprese del settore (per valore dei progetti realizzati) figurano: PCL Constructors Inc (Edmonton – 4,31 miliardi di €), Aecon Group Inc. (Toronto– 2,23 miliardi di €), Ledcor Group of Companies (Vancouver – 2,15 miliardi di €), EllisDon Corp (2,04 miliardi di €), Peter Kiewit Infrastructuure Co. (1,69 miliardi di €), Graham Group Ltd (1,54 miliardi di €), Groupe SNC-Lavalin (1,32 miliardi di €), Worley Parsons Canada Services (855 milioni di €), Carillion Canada (810 milioni di €), Pomerleau Inc. (798 milioni di €).


Principali aziende del settore

Pweter Kiewitt Infrastructuure Co.
Sito Internet: http://www.kiewit.com
Ledcor Group of Companies
Sito Internet: http://www.ledcor.com
Groupe SNC-Lavalin
Sito Internet: http://www.snclavalin.com
PCL Constructors Inc
Sito Internet: http://www.pcl.com
EllisDon Corp
Sito Internet: http://www.ellisdon.com
Aecon Group Inc.
Sito Internet: http://www.aecon.com


Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi

AUTOMOTIVE

Con oltre 2 milioni d’unità assemblate ogni anno, ovvero oltre il 15% della produzione NAFTA, il Canada è il sesto più importante produttore di veicoli da strada al mondo. Il settore automobilistico impiega, direttamente, circa 111.000 addetti e genera oltre $53,85 miliardi di € di fatturato l’anno, che corrispondono a circa il 12% del PIL manifatturiero ed il 19% dell’interscambio commerciale complessivo del paese. Con 10 dei 16 stabilimenti per l’assemblaggio di vetture passeggeri e di tipo commerciale e circa l’80% delle 350 fabbriche per la produzione di parti, componenti ed accessori, la Provincia dell’Ontario è il principale centro del settore in Nord America e produce 1 ogni 6 nuovi veicoli assemblati nell’area NAFTA, e il marchio Toyota è il principale datore di lavoro Automotive in Ontario.

 

Tra il 2002 ed il 2011 il valore annuo medio degli investimenti nel settore è stato di 2,31 miliardi di €, mentre la spesa in R&D è risultata di 353,85 milioni di €  all’anno. Tra le principali aree di ricerca si annoverano: carburanti alternativi, veicoli elettrici, ingegneria meccanica, progettazione di motori e trasmissioni, materiali avanzati, biomeccanica e sicurezza.

Tra il 2003 ed il 2011 oltre 110 società straniere hanno costituito attività greenfield nel settore automobilistico dando vita a circa 31.000 posti di lavoro. Anche se il settore automotive canadese ha perso terreno in seguito alla recessione globale del 2008-2009, ha recuperato negli ultimi 2 anni, e la domanda di automobili e' aumentata dal 2015 sia in Canada che negli Stati Uniti, principale mercato di sbocco per la produzione Canadese (dati preliminari Statistics Canada, 2015 - Trends in Automotive).

Per quanto concerne gli scambi commerciali automotive e componenti, nel 2014 I principali fornitori del Canada sono stati nell’ordine Stati Uniti ($51 miliardi), Messico ($8 miliardi), Giappone ($4,5 miliardi) e Germania ($4 miliardi), per un totale d’importazione pari a $77 miliardi. L’Italia, nel 2014, è stato l’8 maggiore fornitore automotive del Canada con $359 milioni, +12% sul 2013. Nel periodo gennaio-novembre 2015 invece, l’Italia ha fatto registrare un +56%, con $527 milioni CAD di esportazioni automotive in Canada.

Tra I centri di ricerca e eccellenza automotive in Canada vi sono: CANMET Laboratories, Natural Resources Canada MacAUTO (McMaster University, Institute for Automotive Research and Technology) National Research Council-Automotive Programs Automotive Centre of Excellence (University of Ontario Institute of Technology) Mechanical, Automotive and Materials Engineering (University of Windsor) WatCAR (University of Waterloo Centre for Automotive Research) Societa’ che hanno investito in Canada Arvin Sango, Aisin Seiki, Autoliv, Bridgestone, Brose, Chrysler, Continental, Daimler, Dana, DENSO, Ford, General Motors (GM), HBPO, Hino, Honda, Johnson Controls, Michelin, Nemak, PACCAR, Raufoss Technology, Toyota, Toyoda Gosei, TRW Automotive, Volvo Buses.


Principali aziende del settore

Michelin
Sito Internet: http://www.michelin.ca
Bridgestone
Sito Internet: http://www.bridgestone.com
Toyota
Sito Internet: http://www.toyota.ca
Honda
Sito Internet: http://www.honda.ca
General Motors (GM)
Sito Internet: http://www.gm.ca
Ford
Sito Internet: http://www.ford.ca
Chrysler
Sito Internet: http://www.chrysler.ca


Ultimo aggiornamento: 21/01/2016^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché CANADA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia