X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Flussi turistici: Italia verso SERBIA

Nel 2020 il numero di arrivi di turisti è diminuito del 76% rispetto al 2019, a causa della pandemia. I primi 5 Paesi di arrivo sono stati: Bosnia-Erzegovina: 51.459 arrivi (11,5% del totale); Croazia: 26.970 arrivi (6,1%); Bulgaria: 26.841 arrivi (6,0%); Montenegro: 26.332 arrivi (5.9%); Turchia: 25.079 arrivi (5,6%). L’Italia è stato il quindicesimo Paese con 11.448 arrivi (2,6% sul totale, -78% rispetto al 2019) su un totale di 445.711 visitatori stranieri in Serbia.

Nell'ultimo anno pre-COVID, 2019, il numero di arrivi in Serbia era in crescita del +8% rispetto all'anno precedente, con un totale arrivi di 1.846.551. I primi 5 Paesi di arrivo sono stati: Cina: 144.961 arrivi (7,95 del totale); Bosnia-Erzegovina: 136.184 arrivi (7,4% del totale); Turchia: 107.695 arrivi (5,8%); Germania: 104.144 arrivi (5,6%); Croazia: 103.807 arrivi (5,6%). L'Italia e' stato il quattordicesimo Paese, con un numero di arrivi di 52.723, pari al 2,9% del totale.

Fonte: Elaborazione Ambasciata d'Italia a Belgrado su dati forniti dall'ente statistico nazionale serbo.

Ultimo aggiornamento: 09/03/2021