X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Scambi Commerciali (MALAYSIA)

Export italiano verso il paese:
MALAYSIA
201820192020gen-giu 2020gen-giu 2021
Totale (mln. €)1.175,871.269,591.111,64535,84594
Variazione (%)-6,58-12,410,9
Merci (mln. €)201820192020
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura3,235,374,22
Prodotti delle miniere e delle cave1,211,871,14
Prodotti alimentari5056,9146,85
Bevande5,365,654,15
Tabacco0,884,163,44
Prodotti tessili9,88,424,87
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)20,5122,4812,58
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili47,1550,3940,06
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio2,121,480,88
Carta e prodotti in carta7,847,426,84
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio0,8125,517,66
Prodotti chimici106,02121,2126,92
Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici21,7833,3422,75
Articoli in gomma e materie plastiche15,617,2317,03
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi18,439,6610,7
Prodotti della metallurgia24,8929,0228,49
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature27,8425,0925,71
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi213,05218,9202,53
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche80,3561,6351,3
Macchinari e apparecchiature332,97324,89297,2
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi34,5735,0929,75
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)94,22142,9578,09
Mobili11,689,536,62
Prodotti delle altre industrie manufatturiere40,3238,0748,04
Altri prodotti e attività6,7315,5623,9
Elaborazioni Ambasciata d’Italia su dati Agenzia ICE di fonte ISTAT.

Scambi Commerciali (MALAYSIA)

Import italiano dal paese:
MALAYSIA
201820192020gen-giu 2020gen-giu 2021
Totale (mln. €)1.106,221.178,451.153,78538,44844,55
Variazione (%)8,86,5-2,156,9
Merci (mln. €)201820192020
Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura13,4713,3210,46
Prodotti delle miniere e delle cave2,180,110,06
Prodotti alimentari261,63316,69365,57
Prodotti tessili4,173,283,36
Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)4,855,323,6
Articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili0,951,970,59
Legno e prodotti in legno e sugheri (esclusi i mobili); articoli in paglia e materiali da intreccio5,467,545,32
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio15,225,816,76
Prodotti chimici37,2650,2733,52
Articoli in gomma e materie plastiche134,36128,94183,26
Altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi21,1716,1618,26
Prodotti della metallurgia129,02133,8572,01
Prodotti in metallo, esclusi macchinari e attrezzature28,5217,0414,06
Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi165,95183,54172,25
Apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche69,2992,7689,61
Macchinari e apparecchiature130,46139,39117,29
Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi4,274,465,16
Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari)12,6512,4812,51
Mobili2,171,571,97
Prodotti delle altre industrie manufatturiere30,3131,3929,09
Altri prodotti e attività31,6412,248,6
Elaborazioni Ambasciata d’Italia su dati Agenzia ICE di fonte ISTAT.

Osservazioni

Migliori di quanto l'emergenza Covid-19 facesse pensare i dati relativi all'interscambio bilaterale 2020, diminuito del 7,5% (2,27 miliardi di Euro). Le nostre esportazioni hanno perso il 12,4% (1,12 miliardi) a fronte di una lieve contrazione del 2,1% delle importazioni (1,15 miliardi). Dati piu' rassicuranti sia rispetto all'intera area ASEAN, che ha visto le nostre esportazioni scendere del 16,1%, sia rispetto all'export complessivo dall'Unione Europea verso la Malesia, che ha perso il 17,8%. Un'ulteriore conferma delle potenzialita' del made in Italy in questo Paese, che guarda a noi come ad un partner naturale per la complementarieta' dei rispettivi sistemi produttivi.

La prima voce del nostro export e' costituita da macchinari e apparecchi industriali, che hanno perso l'8,1% rispetto al 2019 (297 milioni di Euro), grazie alla ripresa delle vendite nel secondo semestre dell'anno. Nel 2021 gli acquisti di beni strumentali dovrebbero aumentare ulteriormente, considerato il ruolo essenziale che rivestono per sostenere la crescita del Paese, con buone prospettive anche per i nostri prodotti. Opportunita' d'affari si continuano a ravvisare soprattutto in relazione ai macchinari high tech per l'industria manifatturiera 4.0, ai sistemi di automazione e trasmissione di ultima generazione, all'impiantistica per oil & gas e petrolchimico, alle attrezzature per costruzioni e lavori civili e alle macchine per i settori minerario e agroalimentare.
La seconda voce per importanza, costituita da prodotti di elettronica e apparecchi elettromedicali, ha fatto registrare una contrazione del 7,4% (203 milioni). Si tratta di un settore che nel 2021 e negli anni a venire potrebbe presentare ottime potenzialita' per i nostri prodotti tecnologicamente piu' avanzati, vista la crescente importanza attribuita da queste Autorita' all'economia digitale (con l'attuazione del programma nazionale sulla cybersecurity e del digital economy blueprint), allo sviluppo delle infrastrutture IT (con la prosecuzione del National Fiberisation and Connectivity Plan) oltre che alla componentistica elettronica e al comparto elettromedicale.
Buono l'andamento della terza voce, costituita da prodotti chimici e farmaceutici, che si e' mantenuta sostanzialmente stabile con quasi 150 milioni (-3% rispetto al 2019). Anche in relazione a questo settore si rilevano ampi margini di crescita vista la tendenza del mercato malese ad acquistare dall'estero prodotti di sempre maggiore qualita'.
Quarta voce autoveicoli e altri mezzi di trasporto, che hanno perso il 39,4% (108 milioni), seguiti da apparecchi elettrici e per uso domestico (-16,7% per 51 milioni).
Consistente, come prevedibile, il calo delle vendite di beni di consumo: alimentari e bevande (-18,4% per 51 milioni), abbigliamento e calzature (-27,8% per 53 milioni). Sorprendentemente in netta crescita, invece, i prodotti di gioielleria, oreficeria e bigiotteria (+67,9% per oltre 36 milioni), che vedono nel mercato malese prospettive molto interessanti per il made in Italy, visto l'aumento della domanda di beni di lusso da parte della consistente clientela esigente e affluente che risiede soprattutto a Kuala Lumpur e dintorni.

Dal lato dell'import, quasi un terzo dei nostri acquisti e' rappresentato dall'agroalimentare (quasi esclusivamente olio di palma) che ha avuto un andamento molto positivo raggiungendo i 366 milioni di Euro (ben il 15,4% in piu' rispetto al 2019). In netta crescita del 42,5% la seconda voce costituita da articoli in gomma e materie plastiche, che hanno superato i 183 milioni grazie soprattutto alle vendite di guanti in lattice e nitrile (di cui la Malesia e' uno dei maggiori produttori a livello mondiale). In negativo, invece, le altre due principali categorie merceologiche, rappresentate da prodotti di elettronica (-6,1% per 172 milioni) e macchinari industriali (-15,9% per 117 milioni).