X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Overview (THAILANDIA)

L'ultima visita ad alto livello bilaterale è stata quella effettuata dal Ministro degli Esteri thailandese Don Pramudwinai in Italia a marzo 2018. Questa visita ha seguito la missione in Asia sud-orientale del Ministro degli Esteri Angelino Alfano, il quale aveva fatto tappa a Bangkok nel febbraio 2018. Entrambe le visite sono state occasioni per rilanciare i rapporti bilaterali ed avvicinare le due comunità imprenditoriali nella cornice del 150mo anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Thailandia.

Dal 2015 si tiene annualmente il Business Forum Italia-Thailandia, che riunisce a livello 'top management' 40 grandi Gruppi dei due Paesi (con fatturato complessivo di oltre 500 miliardi di USD annui) operanti in diversi settori, con l’obiettivo di favorire le relazioni economiche, creare opportunità di business e aprire il terreno anche per le PMI dei rispettivi Paesi.

Sotto il profilo economico-commerciale, il potenziale inespresso dei rapporti bilaterali è dimostrato dall’andamento dall’interscambio, assestatosi sui 3,713 miliardi di USD, in crescita del 8.08% rispetto al 2016, e con un saldo positivo a nostro favore di 416,29 milioni di USD (dati delle Dogane thailandesi). L’Italia rimane tuttavia solo al 26mo posto tra i fornitori della Thailandia, con esportazioni pari a 2,064 miliardi di USD, e al 26mo posto tra gli importatori, con 1,648 miliardi di USD in prodotti provenienti dal Paese asiatico. Si esportano soprattutto macchinari, prodotti chimici e, in misura crescente, beni di consumo, grazie a un’espansione della classe media urbana che offre prospettive interessanti al Made in Italy. Tra questi vini e agroalimentare trovano ottimi spazi, ma sono in parte frenati da alti dazi e divieti all'importazione, lasciando così maggiori opportunità ad arredamento, design e moda. Di particolare interesse sono i settori ad alto contenuto tecnologico come infrastrutture, trasporti (soprattutto ferrovie), energie alternative, biotecnologie, macchine utensili, packaging, automotive, industria agroalimentare ‘post harvest’.

Ultimo aggiornamento: 06/06/2018