X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Disponibilitą materie prime (QATAR)

Materia PrimaUnitą201220132014201520162017201820192020
Gas naturale trilioni di metri cubi 0.00 0.00 24.50 24.30 24.30 nd nd nd nd
Petrolio migliaia di barili/giorno 0.00 0.00 1886.00 1890.00 1899.00 nd nd nd nd

Osservazioni

MATERIE PRIME

Anche se in misura ridotta rispetto al passato, i dati economico-energetici del Paese mostrano un’economia basata sugli idrocarburi (gas naturale e petrolio), che insieme concorrono al 55% delle entrate statali, al 90% delle esportazioni e al 45% del PIL.

Sebbene si preveda che anche nei prossimi anni il settore oil&gas continui a costituire la maggior fonte di reddito per il Paese, grazie all’aumento della produzione di greggio derivante dal completamento dello sviluppo del giacimento di Al Shaheen e all’incremento delle esportazioni dei prodotti derivati, la moratoria in atto sull’avvio di nuovi progetti di sfruttamento del gas naturale, ed in particolare sulle nuove operazioni di esplorazione del giacimento North Field (che l’Emirato condivide con l’Iran), consentirà al Paese di concentrarsi sulla diversificazione della propria economia, favorendo in particolare la crescita e lo sviluppo dell’industria petrolchimica locale, nonché di quei settori maggiormente coinvolti nella realizzazione dei progetti previsti per i Mondiali FIFA del 2022 (trasporti, costruzioni, comunicazioni, servizi finanziari).

 

INDUSTRIA DEL PETROLIO

L’industria del petrolio in Qatar ha un peso relativamente modesto rispetto a quella del gas, pur rappresentando una fonte significativa di entrate per il Paese. I forti investimenti effettuati negli ultimi anni in questo settore hanno portato la produzione di petrolio del Qatar a oltre 1,46 milioni di barili al giorno (dato del 2019). 

Le riserve petrolifere del Qatar ammontano a circa 26 miliardi di barili (2% circa delle riserve mondiali). L’area totale di prospezione petrolifera, onshore e offshore, è divisa in 18 blocchi e copre una superficie di 46.840 km2 (circa 4 volte l’intera superficie emersa del Qatar).               

Il Qatar dispone di due raffinerie localizzate a Umm Said (80.000 barili/giorno) e Ras Laffan (146.000 b/g). 

 

INDUSTRIA DEL GAS NATURALE

 

Il Paese è il terzo produttore mondiale di gas naturale (dopo USA, Russia e Iran) e il primo esportatore di gas naturale liquefatto (GNL). Il giacimento North Dome Gas Field è considerato il terzo al mondo (dopo Russia e Iran) per riserve di gas naturale accertate, pari a 896.000 miliardi di piedi cubi di gas naturale equivalenti a 24.500 miliardi di metri cubi (14% circa delle riserve globali).
Il giacimento è ubicato nel bacino del Fars Arch, che si estende a nord oltre i confini marittimi con l’Iran, risulta contiguo al grande giacimento iraniano di gas di South Pars.

Nell’ambito dei programmi di sviluppo dell’industria del gas, il Qatar ripone molta fiducia nelle potenzialità del GTL (gas-to-liquids) una nuova tecnologia che consente di sintetizzare dal gas naturale un tipo di carburante ecologico privo degli agenti inquinanti contenuti nei comuni carburanti.

La competitività economica del GNL qatarino risiede nei minori costi unitari di estrazione del gas e nella vantaggiosa posizione geografica del paese rispetto ai tre principali mercati regionali del gas (Europa, Stati Uniti e Asia-Pacifico). 

Il Qatar produce circa 177,2 miliardi di metri cubi di gas naturale all'anno (di cui 123 miliardi di cu.m. vengono esportati). Il Qatar esporta circa l'85% del GTL (60% verso l'Asia e 30% verso l'Europa). 

Per visionare in tempo reale i prezzi di petrolio e gas naturale, si invita a visitare gli indici di WTI e Brent, sul sito del Sole 24Ore

 

Dati e informazioni a cura di ICE Doha ed Ambasciata d'Italia


/*WEB ANALYTICS ITALIA*/ /*GOOGLE ANALYTICS*/