X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Accesso al credito - Osservazioni (SUD AFRICA)

Il sistema finanziario e bancario è senza dubbio uno dei punti di forza del sistema economico sudafricano, e contribuisce a fare del Paese la porta d’accesso ai Paesi limitrofi e più in generale all'area sub-sahariana Nelle classifiche sulla competitività internazionale resta ai primissimi posti: il Global Competitive Index gli assegna il primo posto per la qualità della regolazione di borsa, il secondo per la solidità delle banche ed il terzo per la qualità dei servizi finanziari. Solido, sofisticato e ramificato sia in patria che all'estero, e' uscito pressoché indenne dalla crisi del 2008-2009, anche grazie ad accorte misure di salvaguardia del sistema adottate negli anni immediatamente precedenti.

Attualmente nel Paese operano 19 banche (di cui 6 di proprietà estera), 15 filiali di banche estere più 43 Uffici di rappresentanza e 6 banche cooperative. Le banche tradizionali sono per lo più banche commerciali (sul modello delle banche “high street” del Regno Unito) ed offrono una vasta gamma di prodotti e servizi a persone, piccole e medie imprese, aziende ed istituti pubblici, mentre alcuni istituti locali ed esteri si limitano a servizi specialistici in materia finanziaria o consulenza in tema di fusioni e acquisizioni. Il settore offre inoltre un’ampia varietà di servizi telematici e di “mobile banking” all’avanguardia.

Sulla carta il mercato bancario è aperto a tutti. Di fatto 5 banche (le cosiddette big 5) detengono circa il 90% dell’attivo bancario del Paese. Standard Bank, ABSA (Barkleys Africa Group), Nedbank, First National Bank e Capitec. Il sistema è quindi caratterizzato da notevole concentrazione, con caratteristiche di oligopolio. Queste banche offrono comunque una vasta gamma di prodotti e servizi ad un’ampia clientela attraverso un’articolata rete di filiali e di infrastrutture elettroniche. Anche da questa situazione di notevole vantaggio in patria, i "big five" traggono vantaggio per espandersi all’estero, a partire dai Paesi limitrofi. Il settore bancario opera in conformità agli accordi BASILEA 2 e BASILEA 3 (quest’ultimo dal 1° gennaio 2013). Le banche private sono regolate dal Banks Act del 1990. Nel 1995 sono stati apportati emendamenti che consentono alle banche straniere di effettuare operazioni attraverso filiali, mentre in precedenza era necessaria la costituzione di una sussidiaria locale.

Ultimo aggiornamento: 27/07/2022
/*WEB ANALYTICS ITALIA*/ /*GOOGLE ANALYTICS*/