Quadro macroeconomico (QATAR)

Il Qatar è una delle prime economie dell’intero Medio Oriente e figura tra gli stati con il reddito pro-capite più alto al mondo. Nel 2017 è stato registrato intorno ai 147.000 USD, in crescita rispetto a quello calcolato nel 2016 (circa 143.000 USD). Le risorse energetiche rappresentano attualmente il 56 % delle entrate statali ed il 92% dell’export del paese.

La crescita economica negli ultimi anni ha assunto un andamento positivo pressoché costante, segnando valori a due cifre fino al 2011, per poi posizionarsi dal 2012 al 2014 su un tasso pari a circa il 4%. Solo dal 2015 al 2016 vi sono state lievi flessioni, con valori rispettivamente del 3,6% e 2,2%. Nel 2017 si riconferma nuovamente un tasso positivo al 2,3%.

Dal 2010 ad oggi il PIL è cresciuto di circa il 70%. Dal 2016 al 2017 si è registrato un aumento da 152,5 a 168,7 miliardi di dollari.

Il deficit pubblico, dopo un forte aumento registratosi nel 2016 rispetto al 2015 (dallo 0,8% al 8,5%) è ora in calo, raggiungendo un valore pari al 7,1% del PIL nel 2017.

Il debito pubblico si attesta intorno al 55,2% del PIL, mantenendo un livello stabile rispetto al 2016.

L’inflazione è in lieve crescita rispetto al biennio 2015-2016, in cui venne registrata al 2,7% per entrambi gli anni. Nel 2017 si è attestata al 3,4%.

 

Anche se il 2016 è stato un anno non semplice per le economie fortemente basate sugli idrocarburi, le  misure adottate dal Qatar hanno consentito di mantenere la degli investitori esteri, anche grazie alla capacità dell’Emirato di adottare politiche fiscali restrittive qualora si renda necessario.

In considerazione della ripresa del settore Oil&Gas e del conseguente innalzamento dei prezzi registratosi nel 2017, si prevede che il Qatar possa attuare le riforme previste dalla “National Development Strategy 2017-2022” anche se risulta probabile che alcuni aspetti della strategia possano subire variazioni a causa della crisi regionale tuttora in atto, con lo scopo di far raggiungere al Paese una maggiore autosufficienza e favorire la crescita economica in aree chiave per lo sviluppo.

Secondo gli analisti economici, la sfida principale nel quadro macroeconomico nazionale è quella relativa alla transizione dal corrente ciclo di crescita – sostanzialmente basato sulla conversione del surplus commerciale in sviluppo di settori non commerciabili, quale quello delle costruzioni – in uno più sostenibile, di lungo termine e basato su un’economia diversificata.

 

Composizione del PIL e livelli di crescita per settori economici:

45% Oil and Gas

14% servizi finanziari

12% costruzioni

10% servizi governativi

8 % industria manifatturiera

7 % commercio e alberghi

4 % altro

 

(Informazioni da IMF ed elaborate da Ambasciata d'Italia, dati a cura di ICE Doha)

 

 

Ultimo aggiornamento: 21/05/2018^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché QATAR Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in QATAR

AMBASCIATA DOHA