Politica interna (AUSTRIA)

Sistema legislativo: Parlamento bicamerale (Nationalrat e Bundesrat)
Suffragio: universale, 18 anni (suffragio passivo), 16 anni (suffragio attivo)
Capo di Governo (dal dicembre 2017): Cancelliere Sebastian Kurz
Partiti principali (e numero di seggi in Parlamento):

Dopo le elezioni del 15 ottobre 2017 (voto anticipato legato a crisi di governo), questi sono i Partiti rappresentati in Parlamento (con relativo numero di seggi): Partito Popolare (OeVP, 62 seggi), Partito Socialdemocratico (SPOe, 52 seggi), Partito Liberalnazionale (FPOe, 51 seggi), Partito Nuova Austria (Neos, 10 seggi), Lista Pilz (8 seggi). Sono invece sorprendentemente rimasti fuori dal Nationalrat, non avendo superato la soglia di sbarramento del 4%, i Verdi ("Gruenen").

Dal dopoguerra ad oggi lo scenario politico austriaco è stato spesso caratterizzato dalla presenza ricorrente di governi di “grande coalizione” formati dai due maggiori partiti, il Partito Socialdemocratico (SPÖ) ed il Partito Popolare (ÖVP). Dal 2000 al 2006 hanno agito governi della c.d. “piccola coalizione” (costituita dal Partito Popolare e dal Partito Liberalnazionale) e quindi, a partire dal gennaio 2007, è stato costituito nuovamente un Governo di “grande coalizione”, formula confermata anche dopo le elezioni politiche del 29 settembre 2013. Dal 17 maggio 2016 la guida del governo OeVP-SPOe è stata assunta da Christian Kern - ex manager delle Ferrovie naustriache - quale nuovo leader del Partito socialdemocratico, succeduto al dimissionario Werner Faymann.

La complessità del quadro politico interno e la perdurante litigiosità nell'ambito della coalizione di governo ha peraltro reso inevitabile un'anticipata interruzione della legislatura (la cui scadenza naturale sarebbe stata prevista nell’autunno 2018) ed il ricorso ad elezioni anticipate. Celebrate il 15 ottobre 2017, le consultazioni hanno visto la netta affermazione del Partito Popolare, sotto la leadership di Sebastian Kurz, con il 31,5%, seguito dal Partito socialdemocratico del Cancelliere uscente Christian Kern (26,9%) e dai Liberalnazionali di Heinz-Christian Strache, con il 26%. Sulla scia di tale responso, il Presidente federale Alexander Van der Bellen ha dato mandato a Kurz di formare il nuovo governo. Ciò ha aperto la strada al ritorno alla guida del Paese, dopo dodici anni, di una coalizione di centro-destra. Kurz ha infatti subito avviato trattative con l'FPOe per la costituzione del nuovo esecutivo. Inoltre, è stata nominata a Primo Presidente del Parlamento Elisabeth Koestinger, segretario generale del Partito Popolare ed eurodeputato: trentottenne, si tratta del più giovane Presidente del Nationalrat della storia austriaca.

Il 18 dicembre 2017, a coronamento dei negoziati tra il Partito Popolare e il Partito Liberalnazionale, si è costituito e ha giurato davanti al Presidente federale il nuovo esecutivo di centro-destra, così composto:

Composizione del Governo (uscente):

Per il Partito Popolare (Oevp):

Sebastian Kurz, Cancelliere;

Gernot Bluemel, Ministro della Cancelleria Federale con delega all’Unione Europea, alla Cultura ed ai Media;

Hartwig Loeger, Ministro delle Finanze;

Josef Moser, Ministro della Giustizia e della Riforma dello Stato

Elisabeth Koestinger, Ministro della Sostenibilità (Agricoltura/Ambiente) e del Turismo;

Heinz Fassmann, Ministro della Pubblica Istruzione, della Scienza e degli Asili;

Margarete Schramboeck, Ministro dell’Economia e del Digitale;

Juliane Bogner-Strauss, Ministro delle Donne, della Famiglia e dei Giovani;

Karoline Edtstadler, Sottosegretario agli Interni.

 

Per il Partito Liberalnazionale (Fpoe):

Heinz-Christian Strache, Vicecancelliere con delega allo Sport ed alla Funzione Pubblica;

Karin Kneissl (formalmente indipendente, ma "in quota" fpoe), Ministro degli Esteri;

Herbert Kickl, Ministro dell’Interno;

Mario Kunasek, Ministro della Difesa;

Norbert Hofer, Ministro delle Infrastrutture;

Beate Hartinger, Ministro delle Politiche Sociali e della Salute;

Hubert Fuchs, Sottosegretario alle Finanze.

Per effetto della nascita del nuovo esecutivo, Elisabeth Koestinger - nominata Ministro - ha lasciato dopo poche settimane la carica di Presidente del Parlamento a Wolfgang Sobotka, Ministro dell'Interno del governo uscente, anch'egli esponente del Partito Popolare.

Il 1 luglio 2018 l'Austria ha assunto la Presidenza semestrale del Consiglio dell'Unione Europea, conclusasi alla f

Ultimo aggiornamento: 23/01/2019^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché AUSTRIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in AUSTRIA

AMBASCIATA VIENNA