Interscambio commerciale: leggero calo nel 2015, ma aumenta l'export dall'Italia

Interscambio commerciale: leggero calo nel 2015, ma aumenta l'export dall'Italia

Interscambio commerciale tra Italia ed Arabia Saudita in leggero calo nel 2015, come nel primo trimestre 2016: causa diminuzione del valore nominale delle importazioni petrolifere italiane. Cresce invece del 6,6% l'export dal nostro Paese.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

Cercansi investitori per realizzare centrali solari

Cercansi investitori per realizzare centrali solari

La compagnia elettrica statale Saudi Electricity Company (SEC) ha reso noto di aver richiesto manifestazioni d'interesse da aziende e consorzi internazionali per costruire due impianti solari.

 

Notizia segnalata da: Internationalia www.internationalia.org

Presentato il “National Transformation Program 2020”: piano governativo inteso a favorire la realizzazione degli obiettivi della “Saudi Vision 2030”.

Presentato il “National Transformation Program 2020”: piano governativo inteso a favorire la realizzazione degli obiettivi della “Saudi Vision 2030”.

L’NTP prevede che l’Arabia Saudita investa 270 miliardi di SAR per favorire gli investimenti nel settore privato ed avere un’economia più aperta e dinamica. Importanti opportunità per commercio, infrastrutture e servizi.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

Cooperazione economica e culturale bilaterale tra gli obiettivi della visita ministro Gentiloni in Arabia Saudita

Cooperazione economica e culturale bilaterale tra gli obiettivi della visita ministro Gentiloni in Arabia Saudita

Il capo della Farnesina ha discusso di un ulteriore sviluppo della partnership italo-saudita per rafforzare gli scambi commerciali, universitari e gli investimenti finanziari.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

Saipem si aggiudica l’ampliamento di un insediamento industriale a nord di Gedda

Saipem si aggiudica l’ampliamento di un insediamento industriale a nord di Gedda

Contratto da 208,5 mln di dollari in joint-venture col colosso saudita-giapponese “Petro Rabigh” per la costruzione del centro industriale “Rabigh II” sulla costa del Mar Rosso.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

A ottobre Saudi Build 2016, fiera internazionale per il settore costruzioni

A ottobre Saudi Build 2016, fiera internazionale per il settore costruzioni

Avrà luogo a Riyadh, dal 17 al 20 ottobre prossimi, la 28° edizione della fiera internazionale del settore delle costruzioni 'Saudi Build'.

 

Notizia segnalata da: Internationalia www.internationalia.org

Homepage ARABIA SAUDITA

Le relazioni economiche italo-saudite vivono un momento decisamente favorevole e strategico per i nostri interessi nazionali. Il Regno è infatti largamente disponibile a intensificare le relazioni economiche con l’Italia – che gode di un’immagine complessivamente positiva nel Regno - e a sviluppare iniziative economiche e finanziarie di comune interesse. L’Arabia Saudita ha bisogno di un’ingente quantità di beni, servizi e, soprattutto, conoscenze per proseguire nel percorso di diversificazione dell’economia e prepararsi a sostenere la domanda di una popolazione crescente in numero e complessità. Gli investimenti italiani nel Regno sono concentrati nei tradizionali settori dell’energia, petrolchimico, infrastrutture e difesa. Tra le aree con maggiori prospettive di crescita - e quindi di maggiore interesse per i nostri investimenti futuri - vanno ricordate healthcare, energie rinnovabili e grandi infrastrutture. E’ anche in corso un'intensa azione da parte delle aziende interessate e delle nostre istituzioni diplomatiche finalizzato a una migliore penetrazione italiana in tutti quei settori che rivestono carattere strategico per entrambi i Paesi.

Nel 2014 il valore dell'export italiano verso il Regno ha raggiunto quota 4.8 mld di euro, segnando un incremento del 7.1% rispetto all’anno precedente (elaborazione ICE su dati Istat). Tra gennaio ed agosto 2015, l’export italiano verso l’Arabia Saudita ha invece registrato un incremento dell’8,4% rispetto al medesimo intervallo temporale dell’anno precedente. Tra il 2013 e il 2014 l’interscambio è diminuito da 10 a 9 mld di euro, per effetto di un calo delle nostre importazioni, che sono passate da 5.5 mld di euro nel 2013 a 4.2 nel 2014. Nell’intervallo temporale compreso tra gennaio ed agosto 2015, l’interscambio ha raggiunto i 5.8 mld di euro, con una flessione del 4,1 % rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, come conseguenza di un incremento dell’export italiano (+8,4%) e una riduzione delle nostre importazioni (-17,4%). Per valore complessivo dell'interscambio con l'Arabia Saudita, l'Italia figurava nel 2014 come undicesimo partner commerciale del Regno a livello mondiale e come il terzo tra i paesi dell'Unione Europea, dopo Francia (con 10.4 mld di euro) e Germania (con 9.8 mld di euro).

In testa alle nostre esportazioni si confermano le voci macchinari e apparecchiature, coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio e apparecchiature elettriche.

In Arabia Saudita sono attive circa settanta aziende italiane che operano direttamente ovvero attraverso joint-ventures con partners sauditi. Diversi gruppi italiani del settore petrolchimico e dell’impiantistica continuano ad aggiudicarsi importanti contratti in relazione alla costruzione e/o all’ampliamento dei complessi petrolchimici. Anche nel settore delle costruzioni e delle infrastrutture le societa' italiane sono presenti con progetti di particolare rilievo per dimensioni e impatto sociale, come nel caso della metropolitana di Riad.

Il “Made in Italy” per un cliente saudita ad alto potere d’acquisto resta sempre identificato con gli articoli a forte componente di lusso, esclusività e di elevata sofisticazione. I macchinari italiani non solo continuano a costituire un riferimento per svariati settori dell’industria saudita ma la loro esportazione tende ad espandersi di pari passo con la crescita dell’economia saudita.

Non si registrano contenziosi di rilievo che coinvolgano aziende italiane. Gli investimenti italiani verso l’Arabia Saudita si concentrano verso i settori più rilevanti dell’economia saudita: petrolchimico, trasporti, macchinari e grandi infrastrutture. Vi sono buone prospettive di incremento della presenza italiana anche nel settore dei servizi, con particolare riguardo alle attività di formazione professionale e finanziarie.

 

 


Perché ARABIA SAUDITA

Saudi Vision 2030: una nuova fase per l'economia saudita.
Crescita Media: 2.3(WB) 2.75% (IMF)
Ottima posizione geografica
Business environment and costs.
Incentivi per gli investitori esteri
In dettaglio

Dove investire

  • Articoli in gomma e materie plastiche
  • Prodotti alimentari
  • Costruzioni
  • Prodotti della metallurgia
  • Prodotti delle miniere e delle cave
In dettaglio

Cosa vendere

  • Macchinari e apparecchiature
  • Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi
  • Mobili
  • Prodotti alimentari
  • Costruzioni
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
Nessuna attività promozionale programmata

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché ARABIA SAUDITA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia