X Chiudi


3^ edizione dell'Esposizione/Conferenza sull'energia rinnovabile

3^ edizione dell'Esposizione/Conferenza sull'energia rinnovabile "Iran REC 2018"

Si terra' a Teheran, dal 9 al 10 ottobre 2018, la 3^ edizione dell'Esposizione/Conferenza sull'energia rinnovabile "Iran REC 2018".

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

2^ edizione della Fiera Internazionale sull'agricoltura

2^ edizione della Fiera Internazionale sull'agricoltura "ATMAK-iFarm"

Si terra' a Teheran, dal 12 al 15 settembre 2018, presso il Sahr-e-Aftab International Exhibition Center, la 2^ edizione della Fiera Internazionale sull'agricoltura "ATMAK-iFarm".

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

ITE 2018 - Iran Transaction Exhibition (Fiera sul settore finanziario/bancario))

ITE 2018 - Iran Transaction Exhibition (Fiera sul settore finanziario/bancario))

Si terra' a Teheran, dal13 al 15 novembre 2018, presso il FABA Center, la Fiera sul settore Finanziario/Bancario.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

18^ edizione della Fiera Internazionale

18^ edizione della Fiera Internazionale "Building and Construction Industry"

Si terra' a Teheran, dal 6 al 9 agosto 2018, la 18^ edizione della Fiera Internazionale "Building and Construction Industry" organizzata dalla "Iran Chamber of Cooperative", presso il Teheran International Fairground.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

10^ edizione Fiera Internazionale AGROMET 2018 (Urmia) / 8^ edizione Fiera Internazionale AGROMET 2019 (Ahwaz)

10^ edizione Fiera Internazionale AGROMET 2018 (Urmia) / 8^ edizione Fiera Internazionale AGROMET 2019 (Ahwaz)

Dal 13 al 16 nov. 2018, si terra' a Urmia (Iran) l'8^ edizione della fiera AGROMET 2018. Dal 28 feb. al 3 mar. 2019, si terra' a Ahwaz (Iran) la 10^ edizione della fiera AGROMET 2019.

 

Notizia segnalata da: Ambasciata d'Italia

Homepage IRAN

La Repubblica Islamica rientra tra le prime 20 economie mondiali (la seconda nel Medio Oriente), con prospettive promettenti per gli investimenti e la crescita, che la proiettano verso un graduale processo di modernizzazione. Sebbene le relazioni bilaterali italo-iraniane abbiano attraversato una sostanziale fase di stagnazione - in linea con gli altri Paesi europei - a seguito del quadro sanzionatorio che ha caratterizzato l’Iran negli ultimi anni, esse hanno storicamente fatto registrare profili di interesse elevato.La molteplicità di fattori positivi che contraddistinguono il Paese ha costituito nel tempo un punto di attrazione per le imprese italiane. La composizione demografica della popolazione, l’alto livello di alfabetizzazione e istruzione (un mercato di poco meno di 80 milioni di abitanti di cui più del 60% sotto i 30 anni), la posizione geografica strategica (crocevia tra oriente e occidente), l’abbondanza di risorse naturali (quarto produttore di petrolio al mondo e secondo per riserve di gas naturale) e la presenza di una rete sufficientemente sviluppata di infrastrutture, trasporti e telecomunicazioni, ne sono solo alcuni. Non mancano elementi di complementarietà, laddove il contesto produttivo iraniano richiede forniture di macchinari, componenti, prodotti semilavorati, prodotti chimici, nonché trasferimento di know-how e nuove tecnologie ad integrazione delle capacità maturate finora dall’industria locale. Secondo i dati Istat, la meccanica strumentale esercita il peso più ampio nel quadro della composizione dell’export italiano in Iran, seguita dai prodotti chimici, dalla metallurgia, dagli apparecchi elettrici, dai materiali da costruzione, dalla farmaceutica e dall’agroalimentare.

La collaborazione economica italo-iraniana, può tuttora beneficiare di un quadro di conoscenza e fiducia reciproca che l’Italia si è guadagnata nel corso di decenni di apprezzate attività delle aziende nazionali, soprattutto nel settore petrolifero, petrolchimico, siderurgico, energetico, meccanico, infrastrutturale e dei trasporti. In ambito UE, l’Italia si conferma principale partner commerciale dell’Iran. Nel 2017 l’interscambio ha raggiunto i 5,1 miliardi di euro. La bilancia pende a favore delle importazioni dall’Iran verso l’Italia, soprattutto di prodotti energetici. E’ sempre alto il livello di interesse per questo Paese a giudicare dal numero di missioni imprenditoriali (settoriali e trasversali) svoltesi anche nel corso del 2017, nonche’ la partecipazione di imprese italiane alle fiere. Alcune Regioni italiane, in particolare Lombardia, Emilia Romagna e Marche, hanno avviato collaborazioni in settori specifici. Le numerose visite istituzionali, sempre associate alla presenza imprenditoriale, hanno favorito il rafforzamento dei contatti ed avviato una nuova fase che punta a facilitare sia le relazioni commerciale, sia gli investimenti produttivi. Tra queste si segnalano quella del Presidente iraniano Rouhani a Roma a fine gennaio 2016, e quella dell’allora Presidente del Consiglio Renzi a Teheran il 12 e 13 aprile 2016. Nel 2017 spiccano quella del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, On.le Galletti, che ha preso parte alla sedicesima edizione della Fiera Internazionale sull'Ambiente il 23 febbraio e, a maggio, l’apertura, sempre a Teheran, del forum di collaborazione in ambito scientifico e tecnologico da parte della Ministra dell’Istruzione e della Ricerca Scientifica, Sen.trice Fedeli, e dell’omologo iraniano.

Il principale e piu' recente sviluppo di contesto operativo riguarda la firma di un Accordo Quadro di Finanziamento (Master Credit Agreement) tra Invitalia Global Investment e le banche iraniane Bank of Industry and Mine e Middle East Bank, che ha avuto luogo a Roma l'11 gennaio 2018 alla presenza del Ministro dell’Economia e delle Finanze italiano, Pier Carlo Padoan, e del Vice Ministro per gli Affari Economici e le Finanze della Repubblica Islamica dell’Iran, Mohammad Khazaee. L'Accordo Quadro fissa i termini e le condizioni generali che regoleranno i singoli futuri Contratti di finanziamento (Facility Agreement) conclusi tra Invitalia Global Investment e le banche iraniane, per un importo complessivo fino a cinque miliardi di euro, e coperti da garanzia Sovrana rilasciata dal Governo iraniano. I contratti di finanziamento stanzieranno fondi per progetti e partnership in Iran, realizzati congiuntamente da imprese italiane ed iraniane, in settori di reciproco interesse.


Perché IRAN

PIL ELEVATO
INGENTI RISERVE DI IDROCARBURI
POSIZIONE GEOGRAFICA STRATEGICA
ESTENSIONE TERRITORIALE E NUMERO DI ABITANTI: 1.6 milioni di kmq quadrati.
ETÀ MEDIA DELLA POPOLAZIONE E GRADO DI SCOLARIZZAZIONE
In dettaglio

Dove investire

  • Costruzioni
  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
  • Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e risanamento
  • Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi
  • Flussi turistici
In dettaglio

Cosa vendere

  • Macchinari e apparecchiature
  • Prodotti alimentari
  • Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici
  • Computer e prodotti di elettronica e ottica; apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi
  • Mobili
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
Nessuna attività promozionale programmata

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché IRAN Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in IRAN

AMBASCIATA TEHERAN