X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Rischi economici (NIGERIA)


Eccessiva dipendenza dal settore petrolifero

Il settore petrolifero concorre per il 95% alla formazione dei proventi delle esportazioni, per l'78% alle entrate del Governo e in media al 40% alla formazione del PIL. Il Governo mira a rivitalizzare l'agricoltura e l'agro-industria e a far crescere la debole industria manifatturiera. Nonostante le attivita' poste in essere in essere dall'attuale esecutivo l'apporto dei settori agricoltura ed agro-industria al PIL nigeriano e' cresciuto in misura contenuta dal 2018 (21,2% del PIL) al 21,9% del 2019.

Crescita economica al di sotto delle potenzialita'

Nel 2020 il Pil nigeriano subira' una contrazione del 3,3% secondo le stime EIU (+2,2% nel 2019) principalmente riconducibili alla contrazione dell'economia mondiale connessa alla crisi pandemica. Nel 2021 si stima una crescita contenuta del PIL e pari all'1,8%. Come per il passato permangono enormi disparita' nella distribuzione del reddito. L'ambizioso obiettivo posto dal Governo di rientrare nelle prime 20 economie del mondo entro il 2020 non sara' raggiunto: al momento l'economia nigeriana si trova al 27mo posto.

Politiche di protezione dell'industria nazionale.

La Nigeria attua politiche protezionistiche in favore della debole industria nazionale, attraverso bandi alle importazioni e dazi ad valorem su molte merci. Tuttavia, a causa della diffusa corruzione, numerose merci possono essere reperite localmente benche' a prezzi elevati, il che contribuisce ad un incremento sostanziale dell'inflazione. I bandi e i dazi colpiscono anche prodotti del "Made in Italy". Maggiori dettagli sono disponibili al sito delle dogane nigeriane (wwww.customs.gov.ng)

Controlli sul regime dei cambi.

La Banca Centrale della Nigeria ha reintrodotto un rigido controllo sul regime dei cambi dopo le crisi del 2008-2009. Cio' ha consentito la proliferazione di un mercato parallelo dei cambi, tollerato dalla Banca Centrale. Il cambio ufficiale tra Naira e US$ e' pari, ad ottobre 2020, a 386 Naira per 1 USD. Le previsione per il 2021 vede la Naira svalutarsi ulteriormente sino a raggiungere le 470 Naira per USD. Ad ottobre 2020 il cambio parallelo tra le due valute e' pari a circa 447 Naira per 1 USD.

Fragilita' del settore bancario.

Anche dopo la ricapitalizzazione del settore bancario del 2005-2006, diverse banche sono state nazionalizzate, ricapitalizzate e riammesse sul mercato con diversa ragione sociale. Il fenomeno ha causato preoccupazione sulla solidita' dell'intero sistema. La Banca Centrale si e' dunque prodigata in controlli per assicurare la corretta applicazione delle politiche in materia di capitalizzazione, prestiti e gestione delle riserve bancarie. Nella sezione "Elenco delle banche" sono stati inseriti i principali istituti di credito operanti nel Paese.

Ultimo aggiornamento: 08/10/2020