X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Politica interna (SLOVACCHIA)

Le elezioni politiche del 29 febbraio 2020 sono state caratterizzate da un’elevata affluenza rispetto alla precedente tornata (65,8%) ed hanno segnato la netta vittoria della lista Olano guidata da Igor Matovic, che con il 25,03 % dei voti conquista 53 seggi. Segue il partito Smer con il 18,3% (38 seggi ), il partito nazionale popolare Sme Rodina di Boris Kollar con l’8,24 % (17 seggi), i neonazisti di LSNS con l’8% ( 17 seggi). Riescono a superare la soglia di sbarramento del 5% anche i due partiti di opposizione SaS (liberali) e Za Ludi (la nuova formazione liberale conservatrice dell’ex Presidente della Repubblica Andrej Kiska), rispettivamente con il 6.2% (13 seggi) ed il 5.8% (12 seggi).

La coalizione quadripartito (OLANO, Sme Rodina, Sas e Za Ludi) ha dato alla luce il seguente Gabinetto:

  • PRIMO MINISTRO: Eduard HEGER (OLANO).
  • VICE PRIMO MINISTRO e MINISTRO DELL'ECONOMIA: Richard SULIK (leader di SAS).
  •  VICE PRIMO MINISTRO PER GLI INVESTIMENTI E L'INFORMATIZZAZIONE: Veronika REMISOVA (ZA LUDI).
  •  VICE PRIMO MINISTRO: Stefan HOLY (SME RODINA).
  •  VICE PRIMO MINISTRO E MINISTRO DELLE FINANZE: Igor MATOVIC (leader OLANO).
  • MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI: Ivan KORCOK
  •  MINISTRO DEI TRASPORTI E DELLE COSTRUZIONI: Andrej DOLEZAL (SME RODINA).
  • MINISTRO DELL'AGRICOLTURA E DELLO SVILUPPO RURALE: Jan MICOVSKY (OLANO).
  •  MINISTRO DELL'INTERNO: Roman MIKULEC (OLANO).
  • MINISTRO DELLA DIFESA: Jaroslav NAD (OLANO)
  • MINISTRO DELLA GIUSTIZIA: Maria KOLIKOVA (ZA LUDI).
  •  MINISTRO DEL LAVORO, AFFARI SOCIALI E FAMIGLIA: Milan KRAJNIAK (SME RODINA).
  •  MINISTRO DELL'AMBIENTE: Jan BUDAJ (OLANO).
  • MINISTRO DELL'EDUCAZIONE, SCIENZA, RICERCA E SPORT: Branislav GROEHLING (SAS).
  •  MINISTRO DELLA CULTURA: Natalia MILANOVA (OLANO).
  •  MINISTRO DELLA SANITA': Vladimir LENGVARSKY

Al primo turno delle elezioni presidenziali, il 16 marzo 2019, Zuzana Caputova, nuova personalità della politica slovacca, avvocato, ambientalista, filoeuropea, vice presidente del nuovo partito Progressive Slovakia (non ancora rappresentato in Parlamento), si è imposta con il 40,6 per cento sul secondo arrivato, Maros Sefcovic (Vice Presidente della Commissione Europea e Commissario per l’Energia), sostenuto dal partito SMER, che ha ricevuto il 18,7 per cento. Il Presidente uscente Andrej Kiska, in carica dal 2014, non si è ricandidato.

Al secondo turno tenutosi il 30 marzo 2019, con un’affluenza pari al 42% degli aventi diritto, si è imposta la Caputova col 58,4% dei voti, a fronte del 41,6% di Sefcovic. La Caputova ha ottenuto la maggioranza a Bratislava e nell’ovest del Paese, mentre Sefcovic ha riportato buoni risultati principalmente nei distretti rurali dell’est e del nord del Paese.

La Caputova ha assunto le funzioni presidenziali il 15 giugno 2019.

Ultimo aggiornamento: 20/05/2021