Rischi economici (ESTONIA)


Forte dipendenza dai mercati esteri

Come altri piccoli paesi ad economia di mercato l'Estonia ha un alto grado di apertura al commercio internazionale. Secondo le attuali previsioni, l'impatto della crisi sull'economia provocata dalla pandemia da Covid-19 potrebbe determinare una contrazione del PIL del 10%. La ripresa economica in Estonia dipenderà in buona parte dall'andamento della domanda nei Paesi della regione nordico-baltica cui è destinata circa il 70% della produzione industriale nazionale.


Insufficiente disponibilità di manodopera qualificata

Il Paese non dispone tuttora di una sufficiente disponibilità di manodopera qualificata, nonostante le riforme attuate per aumentare l'offerta di manodopera attraverso politiche di immigrazione più flessibili che hanno in parte compensato il fenomeno dell'emigrazione all'estero. Riguardo la produttività, ad avviso del Fondo Monetario Internazionale, dovrebbero essere destinate maggiori risorse alla spesa in R&S, sanità, istruzione ed infrastrutture, anche se l'aumento degli stanziamenti, se non accompagnato da meccanismi di controllo quantitativo e qualitativo finalizzati a garantire una migliore efficienza della spesa pubblica, potrebbe contribuire ad incrementare il deficit strutturale.


Stabilità finanziaria

L'espansione del credito ha recentemente favorito i consumi e gli investimenti privati. L'attuale situazione di crisi potrebbe riflettersi sulla capacità di ripagamento dei prestiti. Un ulteriore elemento di criticità potrebbe riguardare il deterioramento della capacità di rimborso delle società operanti nel settore delle costruzioni edili a fronte della decelerazione della domanda. Inoltre, un aumento del rischio percepito dai gruppi bancari esteri operanti in Estonia, determinato dal rallentamento della crescita e delle esportazioni nei Paesi nordici, potrebbe comportare una contrazione del credito all'economia con riflessi sull'operatività e sul servizio del debito delle locali imprese esportatrici.


Innovazione

L'Estonia sta cercando di rafforzare il sistema dell'istruzione per allinearlo alle esigenze del mercato del lavoro. I programmi per favorire la capacità innovativa delle imprese, l'incremento di valore aggiunto e per sostenere la creazione di cluster economici attorno a tecnologie chiave, in particolare quella dell'informazione e comunicazione, dovrebbero essere ampliati e incentivati. Riguardo ai finanziamenti in ricerca e sviluppo, un approccio più coordinato con il settore privato contribuirebbe a sostenere l'innovazione e la produttività, anche al di fuori del settore ICT.


Non si evidenziano ulteriori rischi economici nel Paese

Nessuno


Ultimo aggiornamento: 24/04/2020^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ESTONIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in ESTONIA

AMBASCIATA TALLINN