X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

22/07/2022 - Il Venezuela promulga la Ley Orgánica de las Zonas Económicas Especiales (LOZEE) per attrarre investimenti

Il Venezuela promulga la Ley Orgánica de las Zonas Económicas Especiales (LOZEE) per attrarre investimenti

Il Presidente Nicolás Maduro ha promulgato mercoledì 20 luglio una legge che stabilisce il quadro giuridico per la creazione di "Zone Economiche Speciali" al fine di promuovere gli investimenti in vari stati costieri del Venezuela e nell'isola paradisiaca di La Tortuga, una dipendenza venezuelana disabitata nel Mar dei Caraibi che aspira a diventare una meta turistica importante.

Con la cosiddetta Legge Organica delle Zone Economiche Speciali (LOZEE), l'obiettivo è stabilire i meccanismi che consentano di attrarre investimenti attraverso una serie di incentivi fiscali, finanziari e doganali, ha dichiarato Maduro. Il Presidente ha indicato che le zone speciali sono costituite dalla penisola del Paraguaná nello stato di Falcón; i comuni di Puerto Cabello e Morón nello stato centrale di Carabobo; lo stato di La Guaira, dove si trovano il porto e l'aeroporto più grandi del Paese; l'isola caraibica di Margarita e l'isola di La Tortuga, dove ogni anno si fermano gli uccelli migratori.

Il mandatario venezuelano era entusiasta del potenziale turistico di La Tortuga. “Non esagero quando vi dico che il progetto sull'isola di La Tortuga è il progetto turistico più grande e importante oggi nei Caraibi e nel mondo”, ha detto Maduro, che ha esortato uomini d'affari provenienti da Africa, America Latina, Asia, Europa e Caraibi ad investire nel “progetto ecologico più importante del mondo intero”.

Durante il suo intervento durante la presentazione ufficiale, il Vice Ministro dell'Economia, Héctor Silva, ha indicato che a La Tortuga, con 156,6 km2, saranno costruiti un aeroporto internazionale e 10 complessi alberghieri “con energia rinnovabile, solare ed eolica”, tutto questo “tenendo conto dell'ambiente, nel rispetto delle norme e dei regolamenti nell'ambito del Ministero dell'Eco-socialismo”. Silva ha sottolineato che i lavori a La Tortuga saranno realizzati nel rispetto della fauna e della flora del luogo e sarà costruito un centro di ricerca nell'ottica della salvaguardia dell'ambiente. L'isola deve il suo nome al fatto che numerose tartarughe marine arrivano ogni anno per deporre le uova sulle sue spiagge.

Il Venezuela, un tempo paese ricco di petrolio con le maggiori riserve di petrolio del mondo, è alla ricerca di alternative per ottenere reddito ed evitare gli effetti delle sanzioni statunitensi. Da oltre cinque anni il Paese sudamericano registra anche un drastico calo della produzione di greggio e prodotti raffinati, che si traduce in carenze dovute alla scarsa fornitura interna di combustibili e gas, mentre la sua presenza nel mercato mondiale è attualmente marginale. La produzione di petrolio, crollata del 70%, è arrivata a rappresentare il 96% del reddito percepito dal Paese dalle esportazioni.

Le sanzioni statunitensi mirano a impedire al governo socialista venezuelano di condurre transazioni finanziarie e commerciali all'estero, accedere ai beni internazionali del Venezuela e commerciare petrolio, oro o altri beni. Washington ha anche impedito agli americani e ai loro partner internazionali di fare affari con Caracas per spingere Maduro fuori dal potere, sostenendo che è stato eletto nel 2018 in una elezione truccata.

https://apnews.com/article/b100e6bb9c09d392a23bafc90cd3e950

Notizia segnalata da
Ambasciata d'Italia - VENEZUELA
/*WEB ANALYTICS ITALIA*/ /*GOOGLE ANALYTICS*/