Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

11/12/2020 - Commissione Economica e Commerciale mista (JETCO) Italia-Turchia

Commissione Economica e Commerciale mista (JETCO) Italia-Turchia

Commissione Economica e Commerciale mista (JETCO) Italia-Turchia

Si è tenuta il 10 dicembre scorso la seconda sessione in formato virtuale della Commissione Economica e Commerciale mista (JETCO) Italia-Turchia, organizzata su impulso del Ministero degli Affari Esteri Italiano e del Ministero del Commercio Estero Turco. È stata presieduta dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, insieme alla Ministra del Commercio turca, Ruhsar Pekcan. Presenti altresì: il Sottosegretario agli Affari Esteri, Manlio Di Stefano, e la Vice Ministra turca del Commercio, Gonca Yilmaz Batur. La conferenza ha rappresentato l’opportunità di rinsaldare i già buoni rapporti economici e commerciali con un partner importante come la Turchia, di tutelare gli interessi delle aziende italiane presenti in loco, in uno spirito di dialogo costruttivo, e di promuovere e rafforzare la cooperazione economica bilaterale e l’interscambio tra i due paesi (€ 16,5 miliardi nel 2019). Inoltre, è stata un’occasione unica per le aziende italiane interessate ad entrare sul mercato turco, o per entrare in contatto con investitori turchi interessati al mercato italiano. La Commissione congiunta ha visto la partecipazione di 122 aziende italiane e 77 aziende turche. Il Ministro Di Maio ha osservato che, per sfruttare appieno le potenzialità del partenariato economico con la Turchia, occorre puntare sul rafforzamento delle sinergie industriali ed economico-commerciali, in particolare nel settore delle infrastrutture di trasporto ed energetiche; sull’incremento del flusso di investimenti bilaterali; sul miglioramento dell’accesso al mercato turco per le merci italiane e sulla promozione di future collaborazioni su mercati terzi. Estremamente importante è la modernizzazione dell’attuale Accordo di Unione doganale UE-Turchia, requisito fondamentale per l’eliminazione delle barriere esistenti all'accesso al mercato. Di Maio ha aggiunto che entrambi i paesi hanno obiettivi comuni anche nel settore energetico, in particolare nelle rinnovabili, nella diversificazione energetica e nel miglioramento dell'offerta. Le aziende italiane sono particolarmente attive nel campo delle energie rinnovabili, ha sottolineato. Il Ministro del Commercio turco ha evidenziato che l'Italia è un importante partner commerciale, terza destinazione di esportazione delle merci turche e quarto importatore per il paese. Obiettivo comune è quello di raggiungere un volume di scambi bilaterali di $ 30 miliardi dagli attuali $ 20 miliardi. Inoltre, l'Italia è vista come un partner strategico negli investimenti reciproci, opportunità di business e commerciali in molti settori per le aziende italiane e turche. Nel corso del Business Forum Italia-Turchia, moderato dal Sottosegretario Di Stefano e dalla Vice Ministra Batur, sono stati evidenziati cinque settori prioritari: Macchinari; Energie alternative; Infrastrutture, con particolare attenzione al settore ferroviario; Aerospaziale; Petrolchimico. Inoltre, sono stati organizzati B2B tra aziende italiane e turche appartenenti ai cinque settori indicati. La riunione virtuale della 2° sessione della JETCO ha inoltre fornito una cornice istituzionale per la firma di due importanti intese commerciali: un Memorandum of Understanding tra ICE Agenzia e la controparte turca DEIK, per rafforzare la cooperazione tra le due agenzie; un Memorandum of Understanding tra SACE e Ronesans, multinazionale con sede principale in Turchia ed uno dei principali appaltatori europei nei settori edile e delle infrastrutture, con l'obiettivo di espandere le opportunità di business e rafforzare la cooperazione commerciale bilaterale.

Notizia segnalata da
Ambasciata d'Italia - TURCHIA