X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Accesso al credito - Osservazioni (CROAZIA)

Il settore bancario croato è ben capitalizzato e la sua redditività ha segnato una ripresa, dopo il calo accentuato del 2015 a seguito della legge di conversione forzosa in Euro dei prestiti detenuti in Franchi svizzeri.

Sono attualmente 25 gli istituti di credito presenti in Croazia (ridottisi in seguito ad alcune liquidazioni e fusioni, tra le quali per incorporazione di Veneto Banca in PBZ/ IntesaSanpaolo) di cui 21 banche commerciali (11 a capitale straniero, 10 nazionali di cui 2 di proprietà statale, Hrvatska Postanska Banka HPB e Croatia Banka) e 4 casse di risparmio e di credito cooperativo.

Sarebbero inoltre circa 160 le società europee che avrebbero fatto richiesta delle necessarie autorizzazioni per la fornitura di servizi finanziari in Croazia.

Il sistema bancario croato è sostanzialmente in mano a banche estere (gestiscono circa il 90% degli attivi bancari /finanziamenti).  Delle 11 banche straniere attualmente presenti in Croazia, 8 sono di provenienza europea (prevalentemente italiane, austriache e ungheresi). Per quanto riguarda la componente italiana, il Gruppo  Unicredit controlla la Zagrebačka banka d.d. (ZABA) ed il Gruppo Intesa SanPaolo controlla la Privredna banka Zagreb (PBZ).  ZABA e PBZ gestiscono il 48,9% degli attivi bancari.

Il rapporto tra crediti deteriorati e crediti lordi rimane elevato, nonostante una recente flessione che sembra riconducibile alle vendite e agli obblighi di accantonamento graduale e automatico introdotti da recenti disposizioni normative.

Il settore finanziario non bancario è meno sviluppato e rappresenta il 10% circa delle attività totali.

La Borsa di Zagabria è di proprietà diffusa, con 51 azionisti, prevalentemente società finanziare e banche. La capitalizzazione di borsa è pari a circa 16 miliardi di Euro ad inizio 2020.

La Banca Centrale croata (HNB) è responsabile della supervisione del settore bancario e della politica monetaria.

Di seguito i principali tassi applicati dalla Banca Centrale croata sul mercato interbancario: tasso overnight crediti 2,50%;  tasso overnight depositi 0%; tasso di sconto 3%; tassi per finanziamenti a breve: 1,2%.

Il governo croato ha presentato un piano per aderire alla moneta unica europea che prevede preliminarmente l'ingresso della Croazia nel sistema degli Accordi europei di cambio (ERM II- European Exchange Rate Mechanism). L’adesione agli  Accordi europei di cambio determinerebbe per la moneta nazionale croata, la Kuna, un meccanismo di cambio stabile con l’Euro.

 

Ultimo aggiornamento: 02/06/2020
/*WEB ANALYTICS ITALIA*/ /*GOOGLE ANALYTICS*/