Rischi economici (NIGERIA)


Eccessiva dipendenza dal settore petrolifero

Il settore petrolifero concorre per il 95% alla formazione dei proventi delle esportazioni, per l'80% alle entrate del Governo e in media al 40% alla formazione del PIL. Il Governo mira a rivitalizzare l'agricoltura e l'agro-industria e a far crescere la debole industria manifatturiera. Gli effetti deflazionistici dettati dalla riduzione dei prezzi del petrolio e degli alimentari nel 2016 sono stati compensati da una significativa svalutazione della moneta nonche' da alcuni limitati sforzi da parte del governo per ridurre le accise.


Crescita economica al di sotto delle potenzialita'

Nel 2016 il Pil del Paese si e' contratto dell'1,7%. L'economia nigeriana e' prevista in crescita dell'1% nel 2017 e cio' grazie alla ripresa del prezzo del petrolio. Vi sono enormi disparita' nella distribuzione del reddito. L'ambizioso obiettivo posto dal Governo e' di rientrare nelle prime 20 economie del mondo entro il 2020.


Politiche di protezione dell'industria nazionale.

La Nigeria attua politiche protezionistiche in favore della debole industria nazionale, attraverso bandi alle importazioni e dazi ad valorem su molte merci. Tuttavia, a causa della diffusa corruzione, alcune merci possono essere reperite localmente benche' a prezzi elevati, il che contribuisce ad un incremento di fatto dell'inflazione. I bandi e i dazi colpisono anche prodotti del "Made in Italy". Maggiori dettagli sono disponibili al sito delle dogane nigeriane wwww.customs.gov.ng


Controlli sul regime dei cambi.

La Banca Centrale della Nigeria ha reintrodotto un rigido controllo sul regime dei cambi dopo le crisi del 2008-2009. Cio' ha consentito la proliferazione di un mercato parallelo dei cambi, tollerato dalla Banca Centrale. Recentemente, la Banca Centrale ha intrapreso una serie di misure per limitare l'accesso ai dollari Usa, usato per importare diversi prodotti, nel tentativo di preservare le proprie riserve valutarie.


Fragilita' del settore bancario.

Anche dopo la ricapitalizzazione del settore bancario del 2005-2006, diverse banche sono state recentemente nazionalizzate, ricapitalizzate e riammesse sul mercato con diversa ragione sociale. Il fenomeno ha causato preoccupazione sulla solidita' dell'intero sistema. La Banca Centrale si e' dunque prodigata in controlli per assicurare la corretta applicazione delle politiche in materia di capitalizzazione, prestiti e gestione delle riserve bancarie. Sono stati avviate diverse cause penali contro ex dirigenti bancari.


Ultimo aggiornamento: 29/03/2017^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché NIGERIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia