Politica interna (TANZANIA)

Il governo della Repubblica Unita di Tanzania è formato dall'unione del Tanganica, il territorio sulla terraferma (Mainland) con le isole dell'arcipelago di Zanzibar, Unguja e Pemba. Zanzibar è dotata di una notevole autonomia, con un proprio governo e parlamento. La Tanzania è una repubblica presidenziale con un sistema elettorale multipartitico. Al potere dall'indipendenza lo storico partito di Nyerere, il CCM (Chama Cha Mapundizi) mentre all'opposizione siedono il Chadema, il Civic United Front e l'ACT-Wazalendo. Il paese è storicamente stabile, non ha mai subito conflitti interni, le sitituzioni sono rispettate e le forze armate sono disciplinate e sotto il controllo civile. Un sistema democratico e multipartitico, per quanto ancora imperfetto, è in funzione dal 1992.

l Presidente della Repubblica è eletto per un mandato di cinque anni, rinnovabile una sola volta, regola che è sempre stata rispettata fin dal 1985, al momento delle dimissioni del Padre della Patria Nyerere. Il Primo Ministro, che ha funzioni di coordinamento del gabinetto, è nominato dal Presidente e confermato dal Parlamento. I ministri sono nominati dal Presidente senza necessità di conferma parlamentare.

John Pombe Magufuli (CCM) è l'attuale Presidente, eletto il 25 novembre 2015 per un primo mandato, che ha fatto della lotta alla corruzione e dell'industrailizzazione della Tanzania il suo principale obiettivo di governo. La Vice-Presidente della Repubblica è Samia Hassan Suluhu, nativa di Zanzibar. Primo Ministro è Kassim Majaliwa. I principali ministri sono Augustine Mahiga (esteri), Philip Mpango (finanze), Kangi Lugola (interni), Palamagamba Kabudi (giustizia e affari costituzionali), Charles Tizeba (agricoltura), Ummy Mwalimu (sanità), Medard Kalemani (energia).

Il sistema tanzano, già fortemente centralizzato con una Presidenza della Repubblica che possiede numerosi poteri costituzionali, si è ulteriormente concentrato sotto l'attuale Presidente Magufuli. In nome della lotta agli sprechi, alle inefficenze, alla corruzione e all'evasione fiscale, Magufuli ha licenziato migliaia di funzionari statali e parastatali, tra cui ministri accusati di non aver assolto pienamente alle proprie funzioni, ha lanciato una vigorosa campagna per il recupero di entrate fiscali, che ha avuto anche effettivi depressivi sui sentimenti imprenditoriali, e posto come obbiettivo di lungo periodo l'industrializzazione e lo stato di economia a medio reddito entro il 2025.

Giunto a metà del mandato Magufuli, la Tanzania appare un paese politicamente stabile e relativamente disciplinato. Alcune scelte del governo Magufuli hanno portato ad una sensibile restrizione delle libertà fondamentali (divieto di condurre manifestazioni politiche pubbliche, leggi che stabiliscono un forte ruolo di controllo da parte delg overno su media, internet, diffusione di dati statistici). La polizia esercita un forte controllo sulla vita dei cittadini e dei partiti e delle associazioni registrate. Non sono mancati episodi di abuso e di violenza politica provocati da sconosciuti. Il rischio terrorismo, sempre rpesente come in tutti i paesi vicini, è contenuto.

 

 

Ultimo aggiornamento: 04/07/2018^Top^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché TANZANIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in TANZANIA

AMBASCIATA DAR-ES-SALAAM