Quadro macroeconomico (EL SALVADOR)

Anno 2013

Mentre il Governo prevedeva per la fine di quest’anno una crescita’ economica di 2,3%, gli ultimi dati forniti dalla Banca Centrale salvadoregna (BCR), segnalano un aumento del PIL di appena l’1,9%. Sulla stessa linea al ribasso dell’istituzione bancaria, si sono espressi  l’Economist Intelligence Unit (EIU) ed il Fondo Monetario Internazionale con una stima dell’1,7% e dell’1,6% rispettivamente.Si prevede inoltre che il livello di crescita del PIL, uno dei piu’ bassi di tutta  l’America latina, potrebbe registrare un’ulteriore diminuzione sulla base dell’indice del volume dell’attivita’ economica (IVAE) che a novembre riporta un indicatore dell’1,1%.

Ai ritmi piuttosti lenti dell'andamento economico hanno contribuito: l’alto livello di insicurezza (secondo la Banca Mondiale,  la criminalita’ comporta un costo per le attivita’ produttive tra pagamento delle estorsioni e della sicurezza privata, di circa l’11% del PIL); la debole istituzionalita’; il consistente disavanzo fiscale di circa $968 milioni (dati forniti dal “Ministerio de Hacienda”), dei quali $446,5 destinati al pagamento delle pensioni, che rappresenta il 3,9% del PIL; il crescente debito pubblico che nel mese di novembre scorso ha raggiunto i 14.830 milioni di dollari ovvero il 56,2% del PIL e un deludente livello di investimenti stranieri diretti (appena 171 milioni di dollari) rispetto ai vicini paesi  del Centro America che riportano tutti degli IDE superiori ai 1.000 milioni di dollari.

Tra i settori produttivi che hanno contribuito allo scarso risultato dell’economia si segnalano: il commercio, alberghi, ristoranti (-0,9%); industria manifatturiera (-0,4%); settore dell’elettricita’, acqua e gas (-6,1%). I settori della costruzione, delle istituzioni bancarie ed assicurative invece riportano un andamento positivo del 5,8% e 4% rispettivamente.  I settori dell’agricoltura, silvicoltura e pesca si sono mantenuti ad un livello di crescita’ di appena l’1,1%. Il il tasso di inflazione, il piu’ basso dei paesi centroamericani, che nel corso dell’anno non ha superato l’1%.

A mantenere l’indice dell’andamento economico positivo:A) il settore delle esportazioni che a fine anno riporta un cifra di 5.491 milioni di dollari ed un aumento del 2,8% rispetto al 2012, grazie alle commesse di prodotti non tradizionali verso i paesi centroamericani e dello zucchero (+27,6%) in tutto il mondo inclusi i paesi UE grazie all’AdA.  Le vendite di caffè (uno dei principali prodotti di esportazione) invece sono cadute del 19,1%;B)Tuttora consistente per l’economia il settore delle rimesse degli immigrati (circa il 15,9% del PIL) che nonostante un forte rallentamento rispetto agli anni precedenti (nel 2012 le rimesse erano aumentate del 7% rispetto al 2011) hanno mantenuto un livello di crescita’ dell’1,5% per attestarsi intorno ai 3.969 milioni di dollari.

Previsioni per il 2014:

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) e la Banca Centroamericana per l’Integrazione Economica (BCIE) prevedono per la fine del 2014 una crescita economica che oscilla tra l’1,6% ed il 2,5% (la Banca Mondiale riporta un 2,1%). FITCH, invece,  stima il livello di crescita economica per il 2014  tra l'1,5% e l'1,7%, di gran lunga inferiore al 3% auspicato dal governo salvadoregno.  La CEPAL, inoltre, ha cambiato al ribasso le sue previsione iniziali portando il tasso di crescita dal 2,6% al 2,3%, il piu' basso tasso della regione centroamericana.

La CEPAL, nel segnalare che il lieve aumento del PIL per il 2014 va attribuito ad una ripresa dei consumi delle famiglie e del settore agroalimentare durante gli ultimi mesi del 2013 ed il primo trimestre del 2014, stima che l'andamento economico del paese potrebbe rallentare  per la siccita che colpisce l'agricoltura (con ripercussioni sulla produttivita' ed il commercio) e per la recente approvazione delle nuove imposte (vedasi nella sezione Approfondimenti il file "Riforma fiscale e debito pubblico non finanziario").

L'Indice del Volume delle Attivita' Economiche (IVAE) riporta una crescita fino al mese di maggio di appena l'1,4%, inferiore a quella registrata nel primo trimestre (1,8%). Per ulteriori informazioni vedasi nella sezione Approfondimenti il file sulla situazione economica al I semestre del 2014.

Ultimo aggiornamento: 25/08/2014^Top^

 

Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché EL SALVADOR Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia

Contatta la rete diplomatica in EL SALVADOR

AMBASCIATA SAN SALVADOR