INCONTRO TRA PROGETTAZIONE ITALIANA E ROMENA IN VISTA DEI FONDI UE

INCONTRO TRA PROGETTAZIONE ITALIANA E ROMENA IN VISTA DEI FONDI UE

Venti aziende italiane e ottanta romene al seminario ICE-OICE di Bucarest Un confronto aperto e sincero sulle grandi opportunità che in Romania si aprono per la progettazione italiana con i fondi europei a sostegno dei progetti....

 

Notizia segnalata da: ICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'Internazionalizzazione delle imprese italiane - Ufficio di Bucarest

ASSEGNATO AGLI ITALIANI DI TIRRENA SCAVI IL CONTRATTO PER LA COSTRUZIONE DEL PONTE SUL SOMES SULLA A3

ASSEGNATO AGLI ITALIANI DI TIRRENA SCAVI IL CONTRATTO PER LA COSTRUZIONE DEL PONTE SUL SOMES SULLA A3

La Compagnia romena di Amministrazione dell’Infrastruttura Stradale (CNAIR) ha assegnato alla società italiana Tirrena Scavi il contratto per la finalizzazione dei lavori per il nodo Gilău e la costruzione del ponte sul fiume Somes.....

 

Notizia segnalata da: ICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'Internazionalizzazione delle imprese italiane - Ufficio di Bucarest

FONDI UE 2014-2020: DAL POR 26 MILIONI DI EURO PER LA STRADA DJ 191C DI SALAJ

FONDI UE 2014-2020: DAL POR 26 MILIONI DI EURO PER LA STRADA DJ 191C DI SALAJ

Un nuovo contratto di finanziamento con fondi europei per il miglioramento dell’infrastruttura stradale di importanza regionale è stato firmato il 27 giugno scorso, dal Ministro dello Sviluppo Regionale, dell’Amministrazione Pubblica e dei Fondi.....

 

Notizia segnalata da: ICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'Internazionalizzazione delle imprese italiane - Ufficio di Bucarest

L'INDUSTRIA CHIMICA ROMENA SEGNA IL PIÙ GRANDE DEFICIT COMMERCIALE DI SETTORE: 4 MILIARDI DI EURO NEL 2016

L'INDUSTRIA CHIMICA ROMENA SEGNA IL PIÙ GRANDE DEFICIT COMMERCIALE DI SETTORE: 4 MILIARDI DI EURO NEL 2016

Le aziende dell’industria chimica (sostanze e prodotti chimici) hanno esportato beni lo scorso anno per un valore di 1,6 miliardi di euro ed ha importato per 5,6 miliardi di euro, registrando un deficit di 4 miliardi di euro nel 2016.....

 

Notizia segnalata da: ICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'Internazionalizzazione delle imprese italiane - Ufficio di Bucarest

INTERSCAMBIO COMMERCIALE TRA ROMANIA E ITALIA IN AUMENTO NEL PRIMO TRIMESTRE

INTERSCAMBIO COMMERCIALE TRA ROMANIA E ITALIA IN AUMENTO NEL PRIMO TRIMESTRE

Secondo i dati dell’Istituto romeno di Statistica, l’interscambio commerciale tra la Romania e l’Italia nel primo trimestre del 2017 ha raggiunto un valore complessivo di 3,51 miliardi di euro, in aumento del 5,17%.....

 

Notizia segnalata da: ICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'Internazionalizzazione delle imprese italiane - Ufficio di Bucarest

STIPENDIO NETTO MEDIO MENSILE IN ROMANIA A CIRCA 520 EURO

STIPENDIO NETTO MEDIO MENSILE IN ROMANIA A CIRCA 520 EURO

Secondo i dati riportati dall’Istituto romeno di Statistica, nel mese di aprile lo stipendio lordo medio mensile per dipendente è stato di 3.291 lei (pari a circa 727 Euro) mentre lo stipendio netto medio mensile di 2.366 lei (pari a circa 522 Euro).

 

Notizia segnalata da: ICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'Internazionalizzazione delle imprese italiane - Ufficio di Bucarest

Homepage ROMANIA

L’Italia in Romania nel settore economico-commerciale: L’Italia è da oltre 10 anni il principale Paese investitore in Romania per numero di aziende registrate. Moltissimi sono i settori strategici che nei prossimi anni potrebbero rappresentare il volano per un ulteriore consolidamento della nostra presenza imprenditoriale, grazie alle opportunità dischiuse dai fondi europei, dai programmi di privatizzazioni, dalle prospettive di ammodernamento della rete infrastrutturale e dei trasporti, dal buon tessuto industriale esistente e dalla grande disponibilità di risorse agricole e minerarie.

Settori strategici: AGROINDUSTRIALE - Uno dei settori più promettenti è senz’altro quello agro-industriale. Esso costituisce infatti un asset strategico per l`economia del Paese, alla quale contribuisce con una quota consistente del PIL, e un target per gli investitori in considerazione di diversi fattori quali: la buona qualità del terreno, il suo costo particolarmente contenuto rispetto alla media degli altri Paesi europei, la possibilità di accedere ai fondi dell’Unione Europea e le opportunità dischiuse dalla PAC 2014-2020. Le Autorità romene puntano sulla ristrutturazione delle piccole e medie imprese agricole e, al contempo, sull’ammodernamento del sistema di irrigazione e sullo sviluppo dei servizi legati alla agricoltura quali l’agro-processing, soprattutto in segmenti in cui il nostro Paese eccelle come, ad esempio, quello della c.d. “catena del freddo” e del packaging.  L’Italia, infatti, occupa la prima posizione nella classifica dei principali Paesi investitori in terreni agricoli romeni, con quasi il 30% del totale della superficie agricola detenuta da stranieri in Romania. Seguono la Germania e i Paesi arabi. Da anni importanti imprese italiane, tra cui Riso Scotti, Genagricola, Emiliana West Rom, Europig SA, Maragro SRL e Maschio Gaspardo, sono presenti nel Paese con ottimi risultati. Riso Scotti, ad esempio, che in Romania si occupa di coltivazione, trasformazione e commercializzazione del riso, ha realizzato nel 2015 un giro di affari di circa 22 milioni di euro, con una crescita del 5% rispetto al 2014.

TRASPORTI: Il Governo romeno ha adottato nel 2016, dopo oltre due anni dall’approvazione della UE un Master Plan Generale dei Trasporti. Si tratta di un documento-chiave che stabilisce la strategia della Romania per la costruzione e l’ammodernamento dell’infrastruttura dei trasporti (terrestre, ferroviario, navale e aereo) entro il 2030 necessaria anche all’erogazione da parte del’UE dei fondi comunitari in tale strategico settore.  In Romania operano da anni aziende italiane leader nel settore dei trasporti (ferrovie, strade, autostrade) come Astaldi, Impresa Pizzarotti, Tirrena Scavi, Impregilo-Salini e Secol, molte delle quali si sono aggiudicate importanti commesse negli ultimi anni e continuano, malgrado numerose difficoltà legate al ritardo nei pagamenti, a partecipare a nuove gare.

INDUSTRIA: Dopo un periodo di declino causato dalla crisi finanziaria, nel 2011, il fatturato del settore industriale ha ricominciato a crescere, grazie soprattutto alla ripresa della produzione manifatturiera. Quello manifatturiero è, infatti, il settore che, negli ultimi anni, ha mostrato maggiore dinamicità, con risultati particolarmente rilevanti nei comparti dell’automotive, della lavorazione dei metalli, della produzione di motori elettrici e turbine e degli impianti petroliferi ed energetici.

Da questo punto di vista gli investimenti italiani nel settore industriale hanno fornito un contributo eccezionale alla crescita del Paese, in un primo momento soprattutto attraverso l’impegno di piccole e medie imprese (PMI), che hanno svolto un ruolo pionieristico, già venticinque anni fa, nell’avvicinarsi al nascente mercato romeno; in seguito, tramite l’interesse crescente di grandi gruppi industriali.

ENERGIA: Numerose sono le aziende italiane che hanno investito nel settore energetico in Romania, soprattutto in quello delle rinnovabili che ha attirato dal 2010 ad oggi investimenti per oltre 6 miliardi di euro. Recenti riforme legislative, però, hanno reso il settore delle rinnovabili meno remunerativo aprendo la strada ad un graduale disinvestimento di capitali stranieri.

 


Perché ROMANIA

Vantaggi offerti dal mercato e dalla posizione geografica
Vantaggi dovuti alle risorse
Vantaggi politici ed economici
Vantaggi che risultano dai rapporti internazionali
Altri Vantaggi: privatizzazioni e settore infrastrutturale. Presenza Banche Italiane.
In dettaglio

Dove investire

  • Macchinari e apparecchiature
  • Prodotti dell'agricoltura, pesca e silvicoltura
  • Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)
  • Costruzioni
  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
In dettaglio

Cosa vendere

  • Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)
  • Macchinari e apparecchiature
  • Prodotti alimentari
  • Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia)
  • Costruzioni
In dettaglio

Opportunità d'affari

Logo Extender

Prossime attività promozionali

Inizio EventoFine EventoLuogo Ente promotoreAttività promozionale
01/09/201731/10/2017BucarestICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'Internazionalizzazione delle imprese italiane - Ufficio di BucarestEvento dedicato agli ingredienti per Pasticceria e gelateria (tbc)
28/09/201701/10/2017BucarestICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'Internazionalizzazione delle imprese italiane - Ufficio di BucarestPartecipazione collettiva alla fiera Cosmetic Beauty Hair 2017 (tbc)
25/10/201729/10/2017BucarestICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'Internazionalizzazione delle imprese italiane - Ufficio di BucarestPartecipazione collettiva alla fiera INDAGRA – 25-29 ottobre 2017 (tbc)

Tutte le attività promozionali
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché ROMANIA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia