06/02/2014 - PRIMI DATI SULLA CRESCITA ECONOMICA CILENA DEL 2013

PRIMI DATI SULLA CRESCITA ECONOMICA CILENA DEL 2013

Nel mese di dicembre 2013 il PIL cileno ha registrato una crescita del 2,6%. Con questo risultato, l’ultimo anno di Governo di Sebastian Piñera ha visto una crescita media, secondo i primi dati preliminari elaborati dalla Banca Centrale (in attesa dei definitivi che saranno disponibili in marzo) del PIL del 4% su base annua, con una media nei 4 anni di governo del 5,3%.

Sebbene il Governo avesse un obiettivo iniziale del 6% medio per il quadriennio, nonostante il rallentamento registrato nell’ultimo anno, la media effettivamente registrata è la più elevata di tutti i governi dopo il ritorno della democrazia. Il record, imbattuto, spetta al Governo Aylwin che registrò una media del 7,3% nel periodo del suo mandato presidenziale (1990-1994).

Tra i settori che hanno spinto maggiormente la crescita economica negli ultimi 4 anni, si possono segnalare quelli legati alla domanda interna, in particolare quello del commercio al dettaglio (+11,8%), mentre l’industria manifatturiera ha registrato una crescita media del 3,4% e il settore minerario, normalmente il principale asset di crescita cilena, un modesto +2,8%. 


Ambasciata d'Italia
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato

 

Perché CILE Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia