28/10/2013 - Il settore delle costruzioni in continua ascesa in Arabia Saudita

Il settore delle costruzioni in continua ascesa in Arabia Saudita

Al termine di un incontro a Riad, Nemat Shafik vice direttore generale del Fondo Monetario Internazionale (FMI), ha rilasciato una dichiarazione nella quale affermava che il contributo dei paesi del Golfo all'economia globale e regionale continua ad essere vitale; essi rimangono infatti i pilastri della stabilità del mercato mondiale del petrolio in una situazione ancora  piena di incertezze.

Grazie a grandi progetti, il settore delle costruzioni nel 2013 e’ stato guidato da due mercati geografici : l’Arabia Saudita e il Qatar. I cinque maggiori contratti di costruzione assegnati nel corso di quest'anno appartengono tutti all’Arabia Saudita e, con l'aggiunta del Qatar, i due mercati hanno rappresentato le 16 principali offerte.

Con una popolazione di 27 milioni di abitanti e una superficie di oltre 2 milioni di chilometri quadrati, il Regno ha bisogno semplicemente di più edifici e di un maggior numero di infrastrutture rispetto ai suoi vicini più piccoli.      
Nel corso di quest’anno sono stati assegnati in Arabia Saudita i primi tre contratti per valore su tutta l’area GCC: tutti e tre riguardano la metropolitana di Riad.

Il 28 luglio l’Arriyadh Development Authority ha infatti assegnato i contratti per la fornitura delle sei linee della metropolitana nella capitale saudita.

Come parte principale di un piano di trasporto ben più ampio per la citta’ Riad, il progetto è stato inizialmente pensato per essere eseguito in più fasi. Il programma è stato poi accelerato per poter alleviare al piu’presto la congestione cronica sulle strade della città.

La Mecca detiene il  quarto contratto di costruzione più grande nel Regno,  assegnato al gruppo locale Saudi Binladin (SBG) per un valore di 3,5 miliardi di dollari per costruire il centro Abraj Kudai.          
L'accordo prevede la costruzione, su un’area di 1,5 milioni di metri quadrati, di 12 torri con un’ altezza che varia dai 30 a 45 piani.

Abraj Kudai è l'ultimo grande progetto  e comprende alberghi, aree commerciali e unità residenziali per una citta’ come Mecca che deve far fronte oltre ai residenti locali anche alla ricettivita’ per i milioni di pellegrini che visitano la città santa ogni anno.

Mecca infatti  ha una popolazione di circa 1,5 milioni di abitanti e ospita ogni anno 2,5 milioni di pellegrini Hajj e altri 2,8 milioni Umrah. Questo numero è destinato a salire a 6,5 milioni entro il 2029.

Il quinto contratto è stato assegnato alla citta’ di Riad.

Nel mese di gennaio, il Ministero dell'Interno ha scelto la societa’ locale saudita  ABV per costruire una città ospedaliera del valore di 3,35 miliardi di dollari nella capitale. Il progetto prevede la costruzione di tre ospedali, strutture sanitarie e annessi centri residenziali. Le strutture mediche avranno una superficie totale edificata di circa 400.000 metri quadrati.   
Ogni complesso disporra’ di centri accademici e clinici oltre ad un centro di ricerca . Le ville residenziali e gli appartamenti avranno una superficie totale edificata di circa 500.000 mq;  la citta’ ospedaliera disporra’ inoltre di  200.000 mq di parcheggi.
Questi mega progetti  sono indicativi di quello che sara’ in un prossimo futuro l’Arabia Saudita.
Sono in programma inoltre  tre nuove reti metropolitane a Medina e a Gedda, oltre ad una rete ferroviaria urbana per la città di Dammam nella Provincia Orientale.
Il progetto della metropolitana di Mecca è allo stadio piu’ avanzato e entro la fine di ottobre le imprese saranno invitate alla presentazione delle offerte. Conosciuto come “Mecca Mass Rail Transit” ( MMRT ), il progetto sarà composto da quattro linee ferroviarie, 88 stazioni e più di 180 km di binari. Il percorso toccherà Mina, il monte Arafat e Muzdalifah, tappa finale del pellegrinaggio. Avendo come scopo principale quello di favorire il flusso dei pellegrini durante l'hajj, il nuovo tratto andrà ad unirsi ad alla più ampia rete ferroviaria in via di costruzione che collegherà Mecca a Medina e che poi si innesterà in una rete del Golfo che toccherà dall’Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Bahrein, Emirati Arabi Uniti ed Oman.

 


Ambasciata d'Italia
^Elenco highlights^
Scheda di Sintesi   Scheda di Sintesi in PDF   Rapporto in PDF   Stampa PDF personalizzato   Rapporto sul turismo in PDF

 

Perché ARABIA SAUDITA Outlook politico Outlook economico Competitività e Business Environment Accesso al credito Rischi Rapporti con l'Italia Turismo Strumenti utili per le imprese Link utili

 

Tutti gli Highlights Tutti gli approfondimenti Tutte le attivita promozionali Tutte le opportunità d'affari

 

Ambasciata d'Italia