X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Rischi operativi (BENIN)


Corruzione

La Repubblica del Benin risulta essere il Paese meno corrotto della Regione. La corruzione rimane, tuttavia, uno dei principali ostacoli della crescita economica del Paese.

Pirateria

La pirateria nel Golfo di Guinea e' in aumento. Il fenomeno colpisce in particolar modo le petroliere, allo scopo di derubarle del carico e collocarlo sul mercato nero, principalmente in Nigeria. Il Benin, dotato di scarsi mezzi navali, fa affidamento su intese con i Paesi vicini, sulla collaborazione con l'ECOWAS e sul sostegno dei Paesi colpiti dalle perdite fra cui Stati Uniti e Francia, che hanno donato o venduto alla marina Beninese imbarcazioni per il pattugliamento delle coste.

Scarsita' di infrastrutture di trasporto e comunicazione

Le infrastrutture dei trasporti in Benin sono poco sviluppate. Solo 9,7% delle strade nel Paese e' asfaltato ed esiste una sola rete ferroviaria lunga 758 Km. Quasi un cittadino su due e' in possesso di un cellulare ma solo un cittadino su cinquanta utilizza internet ed e' titolare di una linea telefonica fissa. I servizi online offerti dai vari portali governativi non sono spesso aggiornati e poveri di contenuti.

Ambiente poco trasparente e favorevole agli investimenti

Oltre a corruzione, pirateria e scarse infrastrutture, il Benin e' caratterizzato da un ambiente generalmente poco favorevole agli investimenti esteri anche tenuto conto delle ridotte dimensioni del mercato interno. Insufficiente risulta essere il rispetto dei diritti sulla proprietą.

Burocrazia e giustizia inefficienti

La burocrazia e', anche a causa della dilagante corruzione, altamente inefficiente. I tempi per l'ottenimento delle licenze commerciali necessarie per poter avviare un'attivita' imprenditoriale sono spesso lunghi e la procedura e' inutilmente complessa. Il sistema giudiziario e' anch'esso inefficiente con tempi medi di giudizio non inferiore ai 6 anni.

Ultimo aggiornamento: 17/11/2020