X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Quadro macroeconomico (AUSTRIA)

In Austria la composizione del PIL, in base ai dati del 2019, è la seguente: l'1,3% proviene dal settore primario, il 28,5% dal settore secondario e oltre due terzi (il 70,2%) dal settore terziario.

Nel 2019 il PIL austriaco è aumentato solo dell’1,4% . La pandemia COVID-19 ha avuto un forte impatto sull'economia austriaca, in termini  che non sono ancora valutabili del tutto nella loro pienezza. Molto dipenderà dallo sviluppo del quadro epidemiologico e, in particolare, dagli esiti del piano vaccinale in corso. 

Secondo le ultime  stime della Banca Nazionale Austriaca OeNB, pubblicate a dicembre 2020, la diminuzione del PIL austriaco si è attestata al 7,1% nel 2020 a causa  del calo generalizzato di tutti i settori economici (produzione, esportazioni, investimenti, consumo privato, turismo ecc.) e dell’aumento della disoccupazione. Le misure statali a sostegno dell’economia austriaca per il COVID-19 hanno causato anche un incremento del deficit di bilancio austriaco. Dopo un saldo positivo pari allo 0,7% del PIL nel 2019, si stima per il 2020 un deficit del 9,2%, con un aumento del debito pubblico dal 70% al 86,4% del PIL.

Per il 2021 viene prevista dall’OeNB una crescita del PIL pari al 3,6%, non tale quindi da permettere di raggiungere i livelli pre-crisi. È atteso un miglioramento anche di tutti gli altri principali indicatori economici.

Le previsioni però sono estremamente incerte a causa della chiusura della maggior parte delle attività commerciali che ha avuto luogo tra la fine di dicembre 2020 e l’inizio di febbraio 2021 e delle incertezze circa l'effettiva data di riapertura di attività quali ristoranti, alberghi, teatri, cinema e palestre, tuttora chiuse. Ulteriori effetti economici derivano dalle restrizioni in essere agli spostamenti da e verso l'estero ed all'interno del territorio nazionale, oltre alle limitazioni inerenti direttamente il trasporto passeggeri (divieti di atterraggio di aeromobili da alcuni Paesi, generale riduzione del trasporto aereo e ferroviario a causa del calo della domanda).  

Fonte: Wirtschaftsforschungsinstitut (WIFO), Oesterreichische Nationalbank (OeNB)
Elaborazione ICE

Ultimo aggiornamento: 15/03/2021