X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Quadro macroeconomico (REP. DEM. DEL CONGO)

Nonostante la situazione macroeconomica relativamente stabile nel 2018, la RDC continua a fare parte dei 14 Paesi africani nei quali la povertà aumenta in maniera continua e la situazione sociale resta molto difficile, in modo particolare nel campo della malnutrizione e più particolarmente in Ituri e nei due Kasai, provincie vittime della recrudescenza dell’insicurezza del Paese.

Nel 2018 l'economia della RDC è stata caratterizzata da una relativa stabilità del quadro macroeconomico e dalla ripresa economica che si erano già manifestate durante il primo trimestre 2018, e che hanno perdurato anche nel secondo trimestre del 2018.  Tale positiva evoluzione sarebbe imputabile al notevole aumento della produzione mineraria e del valore delle materie prime esportate dalla RDC con un valore medio per tonnellata per il rame e il cobalto, a fine giugno di 6.649 USD e 93.819,98 USD rispettivamente. Secondo informazioni statistiche della Banca Centrale del Congo di luglio 2018, a fine giugno alcune produzioni erano in notevole aumento come per esempio il cobalto di cui la produzione esportata è passata dal 17.794 tonnellate a fine giugno 2017 a 23.921 tonnellate a fine giugno 2018; la produzione di diamante è passata da 5.016 a 11.677 carati; il cemento è passato da 376.342 a 530.897 tonnellate.

Il tasso di crescita del PIL per il 2018 è pari al 4,2 % e la ricchezza media pro-capite potrebbe attestarsi, se le previsioni si concretizzano, a 537,7 dollari contro i 423,9 nello stesso periodo del 2017, con un’inflazione attesa del 10,684%. Permangono comunque elevati i rischi inflazionistici legati alle diverse incertezze derivanti dalla congiuntura elettorale.

Sul mercato dei cambi, il Franco Congolese (CDF) si mantiene stabile ed a fine giugno si cambiava contro il dollaro americano a 1.625,67 a un indicativo 1647 in parallelo con un deprezzamento medio del 3% nel 2018, contro 22% nello stesso periodo nel 2017.

Per i prossimi anni 2019-2020 la crescita economica sarà guidata dallo sviluppo atteso del settore minerario sebbene molto dipenderà dall’andamento dei prezzi delle materie prime sul mercato internazionale. L'alta inflazione e le turbolenze politiche peseranno sui livelli d’investimento, i consumi interni e la produzione.

Ultimo aggiornamento: 23/01/2019
/*WEB ANALYTICS ITALIA*/ /*GOOGLE ANALYTICS*/