X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Politica economica (ALGERIA)

L'Algeria sta esperendo i primi tentativi di diversificazione dell'economia (sviluppo dell'economia extra-idrocarburi, con particolare riferimento al settore industriale e a quello agricolo), nonché di aggiustamento della politica fiscale (possibile revisione della politica di sussidi "indiscriminati", dei quali cioè beneficia l'intera popolazione, senza distinzioni di reddito). Inoltre, da anni l'Algeria si è posta l'obiettivo di riequilibrare la propria bilancia commerciale, in cronico disavanzo, attraverso la riduzione delle importazioni, da una parte, e lo sviluppo delle esportazioni extra-idrocarburi, dall'altra.

La legge di bilancio 2021 prevede un aumento della spesa pubblica e dei "deficit gemelli" (di bilancio e commerciale). Sono contemplati incentivi fiscali per le start-up, gli incubatori e le imprese quotate in Borsa.

Dal punto di vista della politica commerciale, sono state adottate negli ultimi anni alcune misure protezionistiche che vedono il blocco delle importazioni di alcuni beni e l'imposizione di dazi su molti altri: dal gennaio 2019 è in vigore il cosiddetto "DAPS" (Droit Additionnel Provisoire de Sauvegarde) che prevede dazi tra il 30% e il 200% su circa 800 prodotti (in particolare, ma non solo, nel settore agroalimentare).

Ultimo aggiornamento: 06/01/2021