X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Politica economica (SERBIA)

La Serbia, Paese candidato all’adesione all’Unione Europea da marzo 2012 e candidato ufficiale dal 2014, beneficia per il periodo 2014-2020 di 1,5 miliardi di Euro di fondi europei dedicati ai seguenti settori prioritari nella cornice dello strumento finanziario di pre-adesione (IPA II): democrazia e governance; stato di diritto e diritti fondamentali; ambiente e azione per il clima; trasporti; energia; competitività e innovazione; istruzione, occupazione e politiche sociali; agricoltura e sviluppo rurale. Il 2020, si e' chiuso tuttavia senza l'apertura di alcun capitolo negoziale per la prima volta dal 2014 e segna dunque una battuta d'arresto per il negoziato di adesione.

Nella consueta conferenza stampa di fine anno il Presidente Vucic ha indicato tre priorita' per il 2021: stabilita' regionale, salute dei cittadini e miglioramento degli standard di vita. I risultati dell'economia nazionale sono stati messi in risalto dal Presidente Vucic, il quale ha in effetti potuto vantare un calo del PIL serbo assai contenuto se comparato a quello non solo degli altri Stati della regione, ma anche rispetto ai Paesi Membri dell'UE.  

Nessun Paese al mondo, Serbia inclusa, era preparato allo scoppio della pandemia. Tuttavia la Serbia, piu’ di altri, ha saputo reagire efficacemente, dimostrando che l'investimento, nel corso degli ultimi anni, nella digitalizzazione della Pubblica Amministrazione (eGovernment), e in generale dei servizi pubblici, ha garantito - in tempo di crisi sanitaria globale - un vantaggio competitivo rispetto ad altri Paesi.

In ambito economico, sono stati varati due pacchetti di aiuti nel corso del 2020 per 5,8 miliardi di Euro (misura equivalente al 12,5% del PIL) che hanno avuto un impatto determinante per la tenuta dell'economia e in particolare del settore privato. Un terzo pacchetto di sostegno e stimolo e’ stato messo a punto in questo inizio d’anno, con un’allocazione di 2,5 miliardi di euro.

Anche per il 2021 la crescita economica, trainata da grandi progetti infrastrutturali, sara' un obiettivo prioritario dell'Esecutivo della Primo Ministro Brnabic. La Premier ha affermato in Parlamento che l'adesione all'UE rimane una priorita' e che il Governo, che ha ottenuto ottimi risultati in campo economico, proseguira' nell'ambito delle riforme della Pubblica Amministrazione.

Ultimo aggiornamento: 09/03/2021