X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Politica economica (KENYA)

Le autorità governative del Kenya rimangono fortemente impegnate nell’attuazione di politiche volte a favorire la crescita del libero mercato, attraverso privatizzazioni e liberalizzazioni. Il Kenya e’ impegnato a compiere sforzi per attrarre investimenti esteri abbassando i costi relativi all’avvio di un’attività’ imprenditoriale, attraverso il progressivo consolidamento di un assetto normativo volto a snellire e rendere più trasparente il sistema relativo al rilascio  delle licenze necessarie e definendo un regime di fiscalità agevolata per settori considerati strategici.  L’inflazione annua e’ scesa a valori percentuali di poco ibferiori al 5% nel 2018.  

La bilancia dei pagamenti, pur rimanendo negativa, sta progressivamente migliorando, data la crescita costante dell’export, l’avvio di alcune attività di estrazione minerarie, la fornitura di servizi per il commercio regionale, il turismo e le rimesse dall’estero.  

Dal punto di vista macroeconomico analisti ed economisti hanno recentemente sollevato una preoccupazione rispetto alla sostenibilità del debito pubblico del Paese.  FMI, Banca Mondiale e BEI hanno comunque sottolineato di non essere particolarmente allarmati dall’emergenza debitoria; sempre che il Kenya segua la via del rigore fiscale e del rispetto degli obblighi finanziari. Un equilibrato rapporto tra crescita economica e maggiore inclusione sociale rimane la principale sfida che queste autorità sono chiamate ad affrontare.

Ultimo aggiornamento: 05/07/2019