X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Politica economica (GIAPPONE)

Il Governo ha riformulato in parte le proprie strategie di politica economica e fiscale per sostenere l’economia interna dall’impatto negativo causato dall’emergenza COVID 19 e dalle pesanti ripercussioni di un generalizzato rallentamento della crescita globale.

L’insieme della manovra, pari a 117,1 trilioni di yen (1000 miliardi di euro circa), superiore al 20% del PIL nominale giapponese, comprende le misure già adottate con i due pacchetti fiscali precedenti del 13 febbraio (15,3 miliardi di yen) e del 10 marzo scorso (430 miliardi e 1.600 misure finanziarie), nonché le specifiche iniziative approvate il 5 dicembre 2019 e contenute nel Bilancio ordinario per l’anno fiscale in corso.

Le nuove spese sono pari a 38,09 trilioni, dei quali 25,69 trilioni da stanziare con il Bilancio suppletivo 2020, la maggior parte in conto generale, questi ultimi finanziati con ulteriore emissione di titoli di stato e destinati a finanziare 5 capitoli di spesa:

  1. stanziamenti speciali per i governi locali;
  2. sussidi per imprese e privati, finanziamenti alla Japan Finance Corporation;
  3. incentivi per sostenere i consumi e i servizi, turismo ecc.;
  4. trilioni in sussidi per rafforzare le catene di fornitura, educazione e formazione;
  5. fondo di riserva da utilizzare per le emergenze.

Altri 10 trilioni di yen, non compresi nel Bilancio suppletivo ricavati da emissione di nuovi titoli di stato e destinati a finanziare il Fiscal Investment and Loan Program, verranno impiegati per sostenere il tessuto produttivo del Paese con sussidi e crediti agevolati per favorire gli investimenti delle imprese.

Ultimo aggiornamento: 16/07/2021