X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Overview (NIGERIA)

La Nigeria e’ il principale partner commerciale dell’Italia nell’Africa sub- sahariana dopo il Sud Africa. I legami tra Nigeria e Italia affondano le loro radici nei decenni passati quando molti italiani si sono stabiliti nel Paese aprendo importanti ed apprezzatissime imprese, nonche’ nella consistente comunita’ di nigeriani che vive e lavora in Italia. Tali stretti rapporti sono continuamente rinnovati dall’attenzione dell’Italia alle dinamiche politico-economico-sociali della Repubblica Federale di Nigeria e rinforzati da visite reciproche (Presidente del Consiglio Matteo Renzi del febbraio 2016, del Ministro degli affari Esteri Gentiloni dell'agosto 2016 e del Presidente della Camera Boldrini del maggio 2017) e da continui contatti di alto livello.
La cultura italiana e' nota e apprezzata in Nigeria, anche grazie all'opera di patronato delle arti e di promozione svolte dall'Ambasciata ad Abuja e dal Consolato Generale in Lagos. A Lagos e' attiva la scuola italiana "Enrico Mattei". Nel gennaio 2020 l'Ufficio ICE di Accra ha aperto un proprio Punto di Corrispondenza a Lagos.

I principali prodotti esportati dall'Italia alla Nigeria nel 2020 sono stati i prodotti derivati dalla raffinazione del petrolio, macchinari e apparecchiature ed i prodotti chimici. L'Italia è il 12mo fornitore della Nigeria con 1,8% della quota di mercato. Nel periodo in parola l'Italia ha importato principalmente prodotti delle miniere e cave, articoli in pelle (escluso abbigliamento) e prodotti derivati dalla raffinazione del petrolio (Fonte ICE). 

Nel 2020 le importazioni italiane dalla Nigeria sono state pari a 938,44 mln di euro (-38,8% rispetto al 2019); le esportazioni sono state pari a 786,6 mln di euro (+6,3 rispetto al 2019). La bilancia commerciale ha pertanto fatto registrare un disavanzo pari a -151,84 mln di euro in calo del 521,5% rispetto  ai -791,89 mln di euro fatti registrare nel 2019.

La presenza di imprese italiane in Nigeria risale ai primissimi anni dopo l’indipendenza del Paese nel 1960, e in alcuni casi anche a periodi precedenti ad essa. Piu' di cento di esse erano e sono presenti in ogni parte del Paese, da Lagos ad Abuja, da Port Harcourt a Jos, Kaduna, Kano e Katsina. I settori di interesse sono molteplici: idrocarburi, costruzioni, infrastrutture, edilizia abitativa, servizi portuali a Lagos, principale scalo commerciale e ad Onne, che serve il settore petrolifero nel delta del Niger, oltre all'ingegneristica, all'elettronica e alla ristorazione. 

Nella citta’ di Lagos numerosi e tra i piu’ noti edifici sono stati eretti da imprese italiane sia in ambito residenziale che industriale. Anche ad Abuja alcuni dei simboli della citta’ sono stati progettati e/o realizzati da imprese italiane o sono attualmente in costruzione, quali, a d esempio, la Cattedrale Ecumenica Cristiana Nazionale, la Moschea Nazionale, il Transcorp Hilton, il Millennium Park, il “city by-pass” e la Libreria Nazionale.

 

Ultimo aggiornamento: 13/04/2021