Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

09/12/2020 - Interscambio

Interscambio

Interscambio commerciale nel periodo gennaio-ottobre: Italia 6° partner commerciale della Turchia

L’interscambio commerciale con la UE (principale partner commerciale della Turchia con il 36,5% dell’interscambio totale), ha registrato un calo del 4,6% passando da $ 119,1 miliardi del 2019 a $ 113,7 miliardi USD nei primi dieci mesi del 2020. Le importazioni dalla UE sono passate da $ 55,1 miliardi a $ 57,5 miliardi (4,5%), mentre le esportazioni verso la UE sono diminuite del 12,3%, passando da $ 64,1 a $ 56,1 miliardi. La graduatoria dei principali partner commerciali mostra al primo posto la Germania con $ 29,7 miliardi di interscambio (1,7%rispetto al 2019), di cui 16,9 miliardi di importazioni (9,4%) e 12,9 miliardi di esportazioni (-6,8%) con un saldo negativo per la Turchia di $ 4,1 milioni. Segue: la Cina, con 20,1 miliardi di interscambio (16,1%), di cui 18,3 miliardi di import (18,2%) e 2,3 miliardi di export (1,1%) ed un saldo negativo per la Turchia di $ 16 miliardi. L’Italia si posiziona quale 6° partner commerciale con 13,6 miliardi di interscambio totale (-13,9%) rispetto al 2019, di cui 7,2 miliardi di importazioni (-6,4%) e 6,4 miliardi di esportazioni (-20,9%) e un saldo negativo per la Turchia di 745 milioni di USD. Nel periodo gennaio-ottobre 2020, l’Italia si conferma il quinto fornitore della Turchia dopo Cina, Germania, Russia, Stati Uniti e il quinto cliente dopo Germania, Regno Unito Stati Uniti e Iraq. Le tre voci prevalenti dell’export verso l’Italia riguardano: autoveicoli, trattori e parti di ricambio; macchinari ed apparecchiature meccaniche; ferro e acciaio. Le principali categorie dell’import si riferiscono a: macchinari ed apparecchiature meccaniche; autoveicoli, trattori e parti di ricambio; materie plastiche.

L’Italia al primo posto tra gli investitori esteri nei primi mesi del 2020

Secondo recenti dati del Ministero del Commercio turco, la Turchia ha attratto investimenti diretti esteri (IDE) per $ 3,9 miliardi nel periodo gennaio-agosto, di cui circa $ 3,2 miliardi sono stati investiti nel settore dei servizi, $ 764 milioni nel comparto dell'industria e $ 2 milioni nell’agricoltura. L'Italia ha contribuito maggiormente con investimenti diretti in Turchia pari a $ 966 milioni. Seguono: Stati Uniti con $ 745 milioni, Regno Unito con $ 439 milioni, Paesi Bassi con $ 354 milioni, Lussemburgo con $ 231 milioni, Germania con $ 229 milioni, Irlanda con $ 149 milioni e Norvegia con $ 104 milioni. Negli anni 1984-2002, gli investimenti esteri diretti in Turchia sono stati di $ 14,6 miliardi, mentre nel periodo 2003-2019 gli IDE hanno raggiunto un valore di $ 217,5 miliardi. Gli afflussi di investimenti esteri diretti in Turchia nel mese di agosto sono stati pari a $ 536 milioni, in diminuzione rispetto allo stesso mese dell'anno precedente (-$ 266 milioni). Gli investimenti effettuati dagli investitori turchi nel 2019 sono ammontati a poco più di $ 2,9 miliardi, portando il totale dal 2003 al 2019 a $ 45,6 miliardi. Gli investimenti diretti effettuati dalle imprese turche all'estero ad agosto sono aumentati del 14,9% a $ 162 milioni rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.

Notizia segnalata da
Ambasciata d'Italia - TURCHIA