Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

19/02/2021 - Brasile: governo annuncia privatizzazione di altri 8 parchi naturalistici protetti

Brasile: governo annuncia privatizzazione di altri 8 parchi naturalistici protetti

Il ministro dell'Ambiente del Brasile, Ricardo Salles, e il ministro del Turismo, Gilson Machado Neto, hanno annunciato l'avvio del processo di concessione all'iniziativa privata di otto Unità federali di conservazione (Uc), principalmente parchi naturalistici in aree protette. I bandi saranno presentati la prossima settimana nell'ambito di una partnership tra il ministero del Turismo e l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (Unesco). Le Uc inserite nella lista, considerati in larga parte paradisi naturali, sono il Parco Nazionale dei Lençóis Maranhenses (stato di Maranhao), il Parco nazionale di Jericoacoara (stato di Cearà), il Parco nazionale Chapada dos Guimaraes (stato di Mato Grosso), il Parco nazionale Serra dos Orgaos (stato di Rio de Janeiro), il Parco nazionale Serra da Bodoquena (stato di Mato Grosso do Sul), il Parco nazionale Brasilia Parco (Distretto federale), il Parco nazionale di Ubajara (stato di Cearà) e la Foresta nazionale di Brasilia (Distretto federale). Le zone individuate sono parte di una lista di un totale di 18 parchi che il governo intende assegnare in concessione, tra cui il Parco nazionale di Tijuca (stato di Rio de Janeiro), il Parco nazionale di Iguaçu (stato di Paranà), Parco nazionale di Itatiaia (stato di Rio de Janeiro), Parco nazionale di Fernando de Noronha (stato di Pernambuco), il Parco nazionale della Chapada dos Veadeiros (stato di Goias) e Parco nazionale del Pau Brasil (stato di Bahia). Nel gennaio di quest'anno si è tenuta l'asta per la concessione delle unità di conservazione naturale dei parchi di Aparados da Serra e Serra Geral, che sorgono al confine tra gli stati di Santa Catarina e Rio Grande do Sul. La concessione è stata appaltata dal gruppo Construcap, che ha presentato un'offerta iniziale di 20,5 milioni di real (3,2 milioni di euro) per la concessione delle due unità a fronte di una base d'asta di 718 mila real (110 mila euro), garantendo un agio del 2.700 per cento. La concessione trasferisce i servizi di sicurezza e manutenzione all'azienda privata in cambio dello sfruttamento commerciale dell'area (biglietto di ingresso, souvenir, caffetterie, trasporto interno di passeggeri, tour di navigazione fluviale, voli panoramici in elicottero, amministrazione di centri visitatori, sentieri, campeggi e punti panoramici). Secondo il ministero dell'Ambiente, nel corso dei 30 anni della durata della concessione dovrebbero essere investiti 260 milioni di real (40 milioni di euro).

Notizia segnalata da
www.agenzianova.com