Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

11/01/2021 - Nel 2020 l'import brasiliano di vino registra una crescita del 14,4%

Nel 2020 l'import brasiliano di vino registra una crescita del 14,4%

In un anno record nel consumo brasiliano di vino, pure le importazioni del prodotto sono fortemente aumentate, passando da 133,33 milioni di litri nel 2019 a 152,50 milioni di litri nel 2020 e, pertanto, registrando un incremento del 14,37%. Sono 25,5 milioni di bottiglie da 750ml in più rispetto a quelle importate nel 2019. Con quota del 48,17%, il Cile è il principale fornitore, seguito da Portogallo (15,64%), Argentina (15,13%) e Italia (7,33%). Mentre le importazioni di prodotti cileni, portoghesi e argentini sono aumentate rispettivamente del 10,78%, 30,46% e del 33,59%, quelle di prodotti italiani sono diminuite del 7,62%, passando da 12,09 milioni di litri a 11,17 milioni di litri.
Una delle cause della diminuzione dell'import di prodotti italiani probabilmente é legata al prezzo. ll costo medio delle bottiglie importate è stato pari a USD 3,69, cifra leggermente inferiore a quella verificata nel 2019 dello 0,72%. Il vino cileno è importato a circa USD 3,21/bottiglia, quello argentino a USD 3,91/bottiglia, quello portoghese a USD 3,73/bottiglia e quello italiano, il più caro tra i principali fornitori del Brasile, a USD 4,29/bottiglia (Fonte: Ministero Brasiliano dell'Economia)
 

Notizia segnalata da
ICE Agenzia San Paolo