Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

03/03/2020 - Andamento del PIL nel 2019.

Andamento del PIL nel 2019.

Nel periodo di riferimento la crescita del PIL è stata sospinta dall'incremento di valore aggiunto registrato nei servizi di informazione e comunicazione (+1,2%), nei settori del commercio all’ingrosso e al dettaglio (+0,7%), nelle attività professionali, scientifiche e tecniche (+0,7%), nell’agricoltura, silvicoltura e pesca (+0,6%) e nel comparto manifatturiero  (+0,6%). Un ulteriore contributo al positivo andamento del prodotto è stato inoltre determinato dagli incrementi registrati nel settore del trasporto e magazzinaggio (+0,5%) e nei servizi finanziari e assicurativi (+0,4%). Di segno negativo l’andamento nel comparto dell’energia (-0,8%) e delle costruzioni (-0,2%).

Nel 2019 la domanda interna ha registrato una crescita del 5,2%, la più alta degli ultimi 7 anni, alimentata dalla formazione di capitale fisso lordo (+13,1% sull’anno) e dai consumi privati (+3,1%).  La ripresa degli investimenti ha riguardato tutti i settori delle attività economiche e si è concentrata, in relazione alle imprese non finanziarie, in fabbricati ed altre strutture e nei mezzi di trasporto. Rilevante secondo l'Ufficio di statistica anche il dato relativo agli investimenti delle famiglie nell’edilizia residenziale. Il rilevamento indica inoltre un  aumento del 2,9% sull’anno della spesa per consumi finali della pubblica amministrazione.

Nel periodo di riferimento le esportazioni di beni e servizi presentano una incremento annuo del 4,9% originato principalmente dall'export di servizi informatici, veicoli a motore e prodotti in legno. Riguardo alle importazioni di beni e servizi, in aumento del 3,7%, su base annua, sull’andamento del dato hanno maggiormente influito l’import di servizi nel settore delle costruzioni e dei trasporti.

Congiuntamente alla crescita economica l’Ufficio di statistica rileva infine un aumento della produttività per unità di personale occupata del 3% ed un incremento del costo unitario del lavoro del 4,6%.

Notizia segnalata da
Ambasciata d'Italia - ESTONIA