X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Cosa vendere (VENEZUELA)


Macchinari e apparecchiature

Le produzioni italiane, ampiamente diffuse nel Paese, si distinguono per qualità, tecnologia e design e possono ritagliarsi ampi spazi nel mercato locale, specificatamente in quei settori ritenuti strategici per lo sviluppo del Paese, evidenziati nel Plan de la Patria 2025, tra cui emerge il settore agroalimentare.

In proposito va evidenziato che prima dell’avvento del petrolio come principale fonte di ricchezza e sviluppo del Paese nei primi decenni del '900, era l’agricoltura con i suoi prodotti, specificatamente caffè e cacao, a costituire il settore trainante dell'intera economia nazionale. Le politiche agricole ed alimentari introdotte dal Governo in questi ultimi anni sono state rivolte ad assicurare al Paese la sovranità alimentare. A tal fine è stato rivalutato il ruolo dell’agricoltura come settore strategicamente molto importante per lo sviluppo del Paese e nel quale sono stati effettuati notevoli investimenti per l’acquisizione e ammodernamento dei macchinari e strumenti del settore agricolo, unitamente a una politica di recupero di terreni incolti atti per la produzione agricola.

La superficie totale del Venezuela, pari a circa 916 mila km2, può essere suddivisa in quattro grandi regioni pedoclimatiche con differenti tipologie di sviluppo agricolo e zootecnico. Su una superficie agraria di circa 33 milioni di ettari, la superficie coltivata totale è stimata attualmente pari a circa 4,0 milioni di ettari. Il dato statistico evidenzia le enormi attuali possibilità di sviluppo del settore.

Principali aziende del settore
  • Sito Internet: http://www.agropatria.co.ve/
  • Contatti: Av. Francisco Solano, Torre Banvenez, piso 7, oficina 7C. Caracas
    +58 212 8210200
    agropatria.venezuela@gmail.com
  • Sito Internet: http://www.mct.gob.ve/
  • Contatti: Av. Universidad. Esquina El Chorro. Torre Ministerial. La Hoyada, Caracas.
    +58 212 5557401
    mcti@mcti.gob.ve
  • Sito Internet: www.mat.gob.ve/
  • Contatti: Av. Urdaneta entre esquina Platanal a Candilito a media cuadra de la Plaza la candelaria
    Parroquia la la Candelaria - Caracas Venezuela
    +58 0212-5090347 - 5090348 - 5090359 - 5090360 - 5090361 - 5090384 - 5090385
  • Sito Internet: http://www.ciara.gob.ve/
  • Contatti: Av. Mexico con Sur 21, Calle Tito Salas, Torre Bellas Artes, Caracas
    +58 212 5084555
  • Sito Internet: http://www.insai.gob.ve/
  • Contatti: Av. Principal Las Delicias. Edif. INIA - MARACAY (Aragua)
    +58 0243 2428062
Costruzioni

Per fare fronte all’attuale deficit abitativo venezuelano i programmi del Governo attraverso il progetto definito “Gran Misión Vivienda Venezuela”, sono indirizzati alla costruzione di oltre 5 milioni di abitazioni entro l’anno 2024. Sono attualmente in costruzione unità abitative nell'ambito di Accordi economici bilaterali con l’Iran, la Bielorussia, la Russia, il Portogallo.

Il Ministerio del Poder Popular para la Vivienda y Hábitat, ha reso noto nell'aprile del 2022 che sino ad oggi sono state costruite e assegnate oltre 4 milioni di unità abitative nell’ambito del Programma Misión Gran Vivienda Venezuela.

La Gran Misión Vivienda Venezuela viene affiancata dalla Gran Misión Barrio Nuevo, Barrio Tricolor (GMBNBT), che prevede oltre alla sostituzione di costruzioni precarie anche la costruzione e la ristrutturazione di nuove strutture abitative popolari e la costruzione di infrastrutture, reti idriche ed impianti fognari.

Negli anni scorsi le Autorità venezuelano avevano iniziata un processo di ammodernamento del Sistema Ferroviario Nazionale, che prevedeva la costruzione di circa 13.665 Km di via ferrea, entro l’anno 2030, affidato al Instituto de Ferrocarriles del Estado (IFE), ente statale dipendente dal Ministerio del Poder Popular para Transporte Terrestre, al quale partecipavano, il gruppo di imprese italiane Astaldi, Ghella ed Impregilo, che compongono il consorzio  GEI-Grupo Empresas Italianas. Tale progetto, putroppo, è stato sospeso a causa della crisi economica che ha colpito il Venezuela.

Principali aziende del settore
  • Sito Internet: http://www.ve.odebrecht.com
  • Contatti: Centro Empresarial Torre Humboldt
    Piso 10 Oficina 10 - 13
    Av. Rio Caura - Urbanización Prados del Este
    Caracas
    Tel.: (58 212) 211-11-01 (58 212) 211-11-01
    Fax.: (58 0212) 975-3808
  • Sito Internet: http://www.astaldi.it
  • Contatti: C.C.C.T. 1a etapa, piso 6 of 620
    Chuao, Caracas
    Tel.: 58 212 9593736 / 9595104
    Fax: 58 212 9599748
    e-mail: astaldi@astave.com, astaldivenezuela@astaldi.com.ve
  • Sito Internet: http://www.ghella.com
  • Contatti: Av. Blandin, Centro San Ignacio Torre Copernico, Piso 5
    La Castellana, Caracas
    Tel.: 58 212 2612211 / 2612413
    Fax: 58 212 2622018
    e-mail: caracas@ghella.com
  • Sito Internet: http://www.impregilo.it
  • Contatti: Av. El Bosque con Santa Lucia
    Cruce con Santa Isabel
    Torre Credicard piso 17 Of. 02
    Chacaito – Caracas
    Tel.: 58 212 8236800
    Fax: 58 212 9525584
    e-mail: impregilo@movistar.net.ve
  • Sito Internet: www.vinccler.net
  • Contatti: Prolongacion Avenida La Salle, Colinas de los Caobos, Caracas
    Tel. 58 7931411 fax 7936331
Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio

Le risorse petrolifere rappresentano l’elemento più importante dell’economia venezuelana. Essendo l’attività petrolifera riservata allo Stato, il petrolio si costituisce di fatto come la principale fonte di introiti per lo Stato venezuelano.

Il Venezuela è membro fondatore dell’OPEC e possiede le maggiori riserve di petrolio al mondo, stimate in oltre 300 miliardi di barili, e con una produzione dichiarata a febbraio 2021 dalla compagnia petrolifera statale venezuelana Petróleos de Venezuela S.A. (PDVSA) di appena 680 mila barili al giorno.  L'industria petrolifera venezuelana, che ha avuto un picco di produzione di 3,7 milioni di barili al giorno nel 1970, è tornata ai livelli del 1934, quando il Paese si stava lasciando alle spalle un'economia sostanzialmente agricola.

Le condizioni dell’industria petrolifera venezuelana si sono deteriorante velocemente per la carenza di investimenti nella manutenzione degli impianti di estrazione e raffinazione e nei piani di sviluppo tracciati dal Governo venezuelano, per un importo di 257 miliardi di dollari per il periodo 2013-2019, che prevedevano un aumento a 6 milioni di barili al giorno della produzione di greggio e di oltre 10 miliardi di piedi cubici al giorno di gas naturale. Situazione quest’ultima aggravata dalle sanzioni economiche imposte nell’ultimo decennio dai governi americani che si sono succeduti, e che si sono ulteriormente inasprite con l’amministrazione dell’allora presidente americano Donald Trump.

Tuttavia, in proposito, va evidenziato che ultimamente l'amministrazione del presidente Biden ha allentato alcune sanzioni economiche autorizzando con licenze speciali, le compagnie petrolifere Chevron, Eni e Repsol a ripristinare le loro attività estrattive nei giacimenti di gas e petrolio, in cui operavano nel Paese, prima che fossero sospese circa tre anni fa a seguito dell’imposizione delle ultime sanzioni economiche.

Nello specifico, la compagnia petrolifera l'italiana Eni e la spagnola Repsol, che hanno una joint venture con la compagnia petrolifera statale venezuelana Petróleos de Venezuela, S.A. (PDVSA), inizieranno, dal prossimo mese di luglio (2022), a inviare forniture di petrolio venezuelano verso l’Europa per cercare di sostituire il greggio di provenienza russa, e che in primo luogo fungeranno da contropartita dei nuovi investimenti e lavori che verranno realizzati in Venezuela per rilanciare la produzione di greggio e gas e successivamente per compensare i debiti pregressi assunti nei confronti di queste due società energetiche europee e per saldare i dividendi arretrati. Condizione fondamentale è che il petrolio ricevuto deve restare in Europa e non può essere rivenduto altrove.

Principali aziende del settore
  • Sito Internet: http://www.minpet.gob.ve/
  • Contatti: Avenida. Libertador con calle El Empalme,
    Complejo MinPetróleo - PDVSA,
    La Campiña, Caracas

    +58 212 7087642 - 7087643 - 7087016
  • Sito Internet: http://www.pdvsa.com/
  • Contatti: Avenida. Libertador con calle El Empalme,
    Complejo MinPetróleo - PDVSA,
    La Campiña, Caracas

    +58 212 7084111
    umdpdvsa@gmail.com
  • Sito Internet: https://www.pequiven.com/
  • Contatti: Zona Industrial, Valencia
    +58 424 2717697
    info@pequiven.com
Prodotti alimentari

La maggior parte dei generi alimentari distribuiti attualmente nel Paese sono importati dall’estero, le cui forniture sono  state  favorite dall’introduzione nel 2019 dalla disposizione, prorogata in più occasioni, che prevede l’esenzione delle imposte e dei dazi doganali di questi specifici prodotti, al fine di aumentarne le importazioni e contenere al contempo l'aumento dei prezzi in mezzo al contesto di iperinflazione che caratterizza da alcuni anni l’economia venezuelana, provvedimenti che comunque stanno penalizzando pesantemente l’industria alimentare del Paese.

Nella recente 39° edizione della fiera MacFrut di Rimini, realizzatasi nel maggio 2022, vetrina internazionale di riferimento per i prodotti agricoli, attraverso uno spazio espositivo destinato al Venezuela, rappresentanti del Governo e della delegazione diplomatica del Venezuela in Italia nonché dell’agenzia pubblica per la promozione delle produzioni venezuelane non correlate con il comparto petrolifero - El Banco de Comercio Exterior (Bancoex) -, a seguito di incontri con oltre 50 aziende straniere hanno potuto esibire e promuovere le eccellenze agricole del loro Paese, tra cui spiccano cocco, mango, avocado, ananas e banana, oltre agli articoli di punta già presenti nei mercati internazionali come il rum, il caffè e il cacao.

Principali aziende del settore
  • Sito Internet: www.minpal.gob.ve/
  • Contatti: Av. Andres Bello, Edificio "Las Fundaciones", Planta Baja Local 16.
    Municipio Libertador. Caracas
    +58 212 5782647
  • Sito Internet: http://www.ronsantateresa.com/
  • Contatti: Carretera Panamericana, Hacienda Sta. Teresa, El Consejo, Edo Aragua
    +58 212 6107700 - 6107701 – 6107716
    info@ronsantateresa.com
  • Sito Internet: www.empresas-polar.com
  • Contatti: Centro Empresarial Polar, Segunda Avenida de Los Cortijos de Lourdes, Caracas
    +58 212 9011349
    contactanos@empresas-polar.com
  • Sito Internet: http://alfonzorivas.com
  • Contatti: Av. La Estancia, Edificio General, Piso 8, Urb Chuao
    +58 212 7009000 – 7009233
  • Sito Internet: https://pastascapri.com/
  • Contatti: Zona Industrial Corralito, Carrizal, Edif. Capri, Caracas
    +58 212 3830848
    info@pastascapri.com
Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)

Anche il Venezuela dovrà intraprendere in tempi brevi un percorso verso un sistema energetico futuro sicuro, sostenibile, economico.

Il Venezuela è uno dei paesi dell'America Latina con il maggior potenziale di generazione di energia solare, secondo la mappa dell'Atlas Global de Energía Renovable, stimato in circa 236 watt per metro quadrato, appena 40 punti al di sotto del deserto di Atacama in Cile, l'area con la più alta capacità di energia fotovoltaica in America.

Tuttavia, la mancanza di politiche pubbliche e di investimenti adeguati ha impedito all’energia solare e a quella eolica di essere prese in considerazione come opzioni valide per mitigare la crisi elettrica del Paese dichiarata nel 2009, con la sospensione di importanti programmi in tali specifici settori.

Principali aziende del settore
  • Sito Internet: http://mppee.gob.ve/
  • Contatti: Av. Vollmer, San Bernardino, Caracas
    +58 212 5091591
    denuncialasmafias@gmail.com
  • Sito Internet: http://www.corpoelec.gob.ve/
  • Contatti: Caracas
    nuevorioficial@gmail.com
Ultimo aggiornamento: 28/06/2022
/*WEB ANALYTICS ITALIA*/ /*GOOGLE ANALYTICS*/