X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Dove investire (VENEZUELA)


Coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio

OIL & GAS: Le risorse petrolifere rappresentano l’elemento più importante dell’economia venezuelana. Essendo l’attività petrolifera riservata allo Stato, il petrolio si costituisce di fatto come la principale fonte di introiti per lo Stato venezuelano.

Il Venezuela è membro fondatore dell’OPEC e possiede le maggiori riserve di petrolio al mondo, stimate in oltre 300 miliardi di barili, e con una produzione dichiarata a marzo 2021 dalla compagnia petrolifera statale venezuelana Petróleos de Venezuela S.A. (PDVSA) di appena 578 mila barili al giorno. L'industria petrolifera venezuelana, che ha avuto un picco di produzione di 3,7 milioni di barili al giorno nel 1970, è tornata ai livelli del 1934, quando il Paese si stava lasciando alle spalle un'economia sostanzialmente agricola.

Le condizioni dell’industria petrolifera venezuelana si sono deteriorante velocemente per la carenza di investimenti nella manutenzione degli impianti di estrazione e raffinazione e nei piani di sviluppo tracciati dal Governo venezuelano, per un importo di 257 miliardi di dollari per il periodo 2013-2019, che prevedevano un aumento a 6 milioni di barili al giorno della produzione di greggio e di oltre 10 miliardi di piedi cubici al giorno di gas naturale.

Si evidenzia inoltre che le forniture di greggio venezuelane si sono ridotte ulteriormente a seguito delle recenti sanzioni imposte dal Governo degli Stati Uniti al Paese, specie nei confronti di Pdvsa e della sua controllata Citgo - tra più grandi raffinerie degli Stati Uniti -, volte a minare la lavorazione, lo stoccaggio e l’esportazione di petrolio e derivati venezuelano al fine di trasferire il controllo della ricchezza petrolifera venezuelana alle forze che si oppongono al presidente Nicolás Maduro, privandolo di risorse essenziali per prolungare la sua leadership.

Lo sfruttamento economico del petrolio in Venezuela risale all’inizio del XX secolo. Inizialmente lo Stato venezuelano autorizzava le concessioni per lo sfruttamento dei giacimenti e l’attività di estrazione veniva effettuata da imprese private internazionali.

Nel 1976 l’industria fu nazionalizzata ed il controllo passò alla compagnia statale Petróleos de Venezuela S.A. (PDVSA). Nel 1996 sono state effettuate alcune aperture verso il settore privato, attraverso una serie di alleanze strategiche con imprese private nazionali ed internazionali indirizzate prevalentemente allo sfruttamento della Fascia Petrolifera dell’Orinoco “Hugo Chávez Frías”, dove le stime effettuate da PDVSA indicano la presenza di circa 259 miliardi di barili di petrolio. Nel 2006 fu introdotta una nuova normativa che modificò tutti gli accordi firmati per lo sfruttamento della Fascia dell’Orinoco. Secondo tale normativa, PDVSA detiene al minimo una quota azionaria del 60% in tutte le imprese miste del settore, anche in quelle che furono costituite nell’ambito dell’apertura ai privati del 1996 precedentemente descritta.

Le sopra indicate riserve sono localizzate principalmente nei seguenti bacini: la cuenca Maracaibo-Falcón che comprende gli stati Zulia, Falcón,Trujillo e le acque territoriali del Golfo del Venezuela; la cuenca Barinas-Apure che include gli stati Barinas e Apure; la cuenca Oriental che abbraccia gli stati Guárico, Anzoátegui, Monagas, Delta Amacuro e Sucre ed infine la cuenca Carúpano che accoglie la parte nord dello stato Sucre, dello stato Nueva Esparta e le acque territoriali situate di fronte alla costa orientale del Venezuela.

Il gas naturale costituisce una componente importante del settore energetico. Il Venezuela dispone di riserve di gas certificate di circa 200,3 miliardi di piedi cubici, tra le maggiori riserve al mondo.

Principali aziende del settore
  • Sito Internet: www.chevron.com
  • Contatti: Avenida La Estancia, Centro Banaven (Cubo Negro),
    Torre D, Piso 7, Chuao, Caracas, Venezuela
    Telef: 58 212 526540
  • Sito Internet: www.eni.it
  • Contatti: Calle Orinoco con Mucuchies, Edif. No. 448,
    Urb. Las Mercedes, Caracas
    Telef 58 212 3182000
    Fax: 58 212 3182260
  • Sito Internet: www.repsol.com
  • Contatti: Bahia Pozuelos, Business Centre,
    Pisos PB a 3,
    Av. Nueva Esparta c/c Calle Cerro Sur,
    Barcelona, Edo. Anzoátegui
    Telef: 58 281 262 5700
  • Sito Internet: www.mpetromin.gob.ve
  • Contatti: Torre MENPET, Avenida Libertador con Avenida Empalme, Urb La Campiña - Parroquia El Recreo, , Caracas - Venezuela.
    Telef: 58 212 7087338
  • Sito Internet: www.pdvsa.com.ve
  • Contatti: PDVSA Petróleo, S.A.
    Av. Libertador, Edif. PDVSA, Torre Este La Campiña, Caracas
    Telef: 58 212 7084111
Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)

Nel dossier Fostering Effective Energy Transition Report 2021, che confronta 115 paesi sul livello delle prestazioni del loro sistema energetico e sulla loro capacità di realizzare in tempi brevi la transizione verso un sistema energetico futuro sicuro, sostenibile, economico, il Venezuela ha occupato l’ultimo posto nella Regione e il quintultimo nel mondo.

Nel 2007, dopo la nazionalizzazione dell’intero sistema elettrico venezuelano, è stata creata l’impresa statale Corporación Eléctrica Nacional (Corpoelec), competente per le attività di produzione, distribuzione e commercializzazione dell’energia elettrica in Venezuela.

La produzione di energia elettrica in Venezuela è generata da impianti con una capacità complessiva installata di circa 24.000 megawatt (MW), di cui, il 62% sono rappresentati da impianti di produzione idroelettrica, ubicati principalmente nella regione della Guayana, nello Stato Bolívar, nel sud del Paese, in cui operano le centrali idroelettriche Simón Bolívar Guri, conosciuta anche come Diga del Guri (con una capacità installata di 10.000 MW), considerata una delle più importanti al mondo, la Antonio José de Sucre di Macagua (con una capacità di 3.140 MW) e la Francisco de Miranda di Caruachi (con una capacità di 2.280 MW), che formano il complesso generatore del Basso Caroní.

Il Paese dispone di un sistema di trasmissione sofisticato noto come il Sistema Interconectado Nacional (S.I.N) composto dai sistemi di trasmissione delle imprese elettriche C.A. de Administración y Fomento Eléctrico (CADAFE), C.V.G. Electrificación del Caroní C.A. (EDELCA), C.A. La Electricidad de Caracas (E. de C.) y C.A. Energía Eléctrica de Venezuela (ENELVEN), che operano in tutto il paese a livelli di tensione superiori o uguali a 230 mila volt. Responsabile del coordinamento del funzionamento del S.I.N. è la Oficina de Operación de Sistemas Interconectados (OPSIS).

È opportuno precisare che la produttività degli impianti idroelettrici è condizionata dall’andamento delle precipitazioni. Gli anni scorsi in particolare sono stati caratterizzati dal razionamento elettrico in tutto il Paese determinato dalla situazione di siccità anomala causata dal fenomeno meteorologico "El Niño" che aveva prodotto un forte calo nel flusso del fiume Caroní, che alimenta le centrali del complesso generatore del Basso Caroní.

Nel campo delle energie alternative il Venezuela ha in sospeso importanti programmi nei settori fotovoltaico ed eolico. In proposito, per implementare la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nel Paese sono in programma il completamento dell’impianto eolico Parque Eólico de Paraguaná in grado di generare 100 MW per la penisola di Paraguaná, nello stato Falcón ed il Parque Eólico de la Guajira in grado di generare 75,6 MW nella località Guajira nello stato Zulia. Dal 2005 attraverso il programma “Sembrando Luz” sono stati installati più di 4 mila sistemi fotovoltaici di piccole e medie dimensioni che consentono di produrre e fornire energia elettrica ai centri urbani più lontani ed isolati del Paese.

Principali aziende del settore
  • Sito Internet: www.fundelec.gob.ve
  • Contatti: Av. Sanz, Torre Corpoelec, piso 15, local 15. Urb. El Marques, Municipio Sucre, Caracas, Venezuela
    Telef: 58 (212) 5555778
  • Sito Internet: www.mpetromin.gob.ve
  • Contatti: Torre MENPET, Av. Libertador con Av. Empalme, Urb. La Campiña,
    Parroquia El Recreo, Caracas, Venezuela
    Telef: 58 (212) 7087338
  • Sito Internet: www.pdvsa.com
  • Contatti: Av. Libertador, Edif. PDVSA, Torre Este, La Campiña, Caracas , Venezuela
    Telef: 58 (212) 7084111
  • Sito Internet: www.mppee.gob.ve
  • Contatti: Av. Vollmer, Urb. San Bernardino, Municipio Libertador, Caracas, Venezuela.
    Tel: 58 (212) 5091591/509152/5091593
  • Sito Internet: www.corpoelec.gob.ve/
  • Contatti: Dirección: Av. Vollmer, Edif. La Electricidad de Caracas, San Bernardino, Caracas
    Telefono(s): 58 (0212) 5020000
Prodotti delle miniere e delle cave

INDUSTRIA MINERARIA: L’Industria mineraria venezuelana si basa su una ricchezza di riserve di minerali metallici come l’alluminio, l’antimonio, rame, cromo, stagno, ferro, manganese, mercurio, nichel, oro, piombo, platino, argento, titanio, uranio, zinco e minerali non metallici come i minerali argillosi, marmo, granito, silicio, amianto, barite, carbone, caolinite, calcite, quarzo, diamanti, dolomite, feldspati, magnesite, talco e gesso. La distribuzione delle risorse minerarie è diffusa su tutto il territorio nazionale.

Il ferro, con riserve certe di circa 4 miliardi di tonnellate, e la bauxite, materia prima per la produzione di alluminio, con riserve di 6 miliardi di tonnellate, sono presenti nello Stato Bolívar.

Si stimano riserve di carbone pari a oltre dieci miliardi di tonnellate, che si estraggono dalle miniere di Lobatera nello Stato Táchira, dalle miniere di Naricual e di Fila Maestra nello Stato Anzoátegui, e dalle miniere di Paso Diablo nel Guasare dello Stato del Zulia.

Si stimano riserve di rocce fosfatiche pari a circa 2,7 miliardi di tonnellate, che vengono utilizzate dall’industria petrolchimica per la
produzione di fertilizzanti negli stabilimenti localizzati nello Stato del Táchira e nello Stato Falcón.

Il nichel è ricavato dai giacimenti di Lomas de Hierro nello Stato Aragua.

Il manganese viene estratto dalle riserve dello Stato Bolivar, nelle aree di Upata, di Guacuripia, di Cerro San Cristóbal al
nordovest del fiume Botanamo e nelle prossimità del fiume Aro.

I giacimenti di oro sono localizzati principalmente nello Stato Bolívar. Il giacimento venezuelano Las Cristinas, la
maggiore miniera aurifera del Venezuela ed una delle più grandi del Sudamerica, situata nella zona orientale dello Stato Bolívar,
dispone di circa 323 milioni di tonnellate di riserve, sia certificate che stimate, di oro.

I giacimenti di diamanti in Venezuela sono concentrati a nord-ovest dello Stato Bolivar e nella Gran Sabana a sud dello Stato Bolivar al confine con il Brasile. In particolare, lungo il Río Caroní, nelle zone La Paragua, Icaribú, Paraytepuy e Urimán, si trovano le aree diamantifere più ricche. I diamanti estratti nel Paese sono del tipo Industriale, Gemma e Bort.

I minerali radioattivi sono presenti nella Sierra de Perijá e Amazonas.

Abbondano anche giacimenti di minerali non metallici: argilla, silicio, la calcite e la dolomite, - utilizzati nelle fabbriche di cemento -, il marmo, il granito, il caolino, il feldspato e il gesso, materia prima utilizzata nell’industria edile. Il granito venezuelano, è considerato secondo gli esperti qualitativamente superiore a quello estratto in paesi come l’Egitto, la Russia, la Francia, la Cina, il Portogallo, la Grecia, la Germania e la stessa Italia, fondamentalmente per la sua bellezza riuscendo a riscuotere grande consenso sui mercati asiatici, europei e nordamericani e per la sua durezza, ritenuto ideale per il rivestimento di pavimenti in aree ad alto traffico pedonale, principalmente aeroporti, centri commerciali, piazze e luoghi pubblici.

A febbraio 2016 il Presidente venezuelano Maduro ha creato l’area che abbraccia una superficie di circa 112.000 Km2 dello stato Bolívar conosciuta come Arco Minero del Orinoco, decretata Zona di Sviluppo Strategico per il Paese e nella quale sono ubicati i principali giacimenti di ferro, diamanti, bauxite, coltan, oro, rame, caolino e dolomite della nazione.

L’Arco Minero del Orinoco è suddiviso in quattro blocchi: Area 1, con una superficie di 24.680,11 Km2, confinante ad occidente con
il fiume Cuchivero, ricca di bauxite, coltan, diamanti e minerali di terra rara; Area 2 che occupa un’area di 17.246,16 Km2, ove abbondano ferro e oro; l’Area 3, dal fiume Aro sino al confine orientale del Arco Minero del Orinoco, si estende per 29.730,37 Km2, con ingenti riserve di oro, ferro e bauxite ed infine l’Area 4 (40.149,69 Km2) che copre la zona conosciuta come Sierra de Imataca, con presenza di oro, bauxite, rame, caolino e dolomite.

In quest’area specifica si stima la presenza di riserve di diamanti pari a circa 3 miliardi di carati e di giacimenti di oro pari a 7.000
tonnellate, con una vita produttiva di circa 70 anni, per un valore di 280 miliardi di USD, che una volta provate faranno del Venezuela, dopo gli Stati Uniti, che possiede riserve di questo prezioso minerale quantificate per oltre 8 mila tonnellate, il paese con le maggiori riserve auree al mondo, evidenziando altresì che parte di queste risorse saranno destinate ad incrementare le riserve internazionali della nazione.

Il Governo sta ce

Principali aziende del settore
  • Sito Internet: www.ferrominera.com
  • Contatti: Via Caracas,Edificio Administrativo 1, Puerto Ordaz, Estado Bolívar, Venezuela
    Telef: 58 (286) 9303111/9303508
  • Sito Internet: http://www.bauxilum.com.ve
  • Contatti: Av. Fuerzas Armadas, Zona Industrial Matanzas, Puerto Ordaz, Edo. Bolivar, Venezuela.
    Tlf: 58 (286) 9506271/9506552/9526551
  • Sito Internet: www.sidor.com
  • Contatti: Via Caracas, Edificio Administrativo 1, Puerto Ordaz, Estado Boli­var, Venezuela.
    Telef: 58 (286) 60006593/6005603
  • Sito Internet: http://www.cvg.com
  • Contatti: Av. Guayana con Carrera Cuchivero, Edificio Sede CVG
    Puerto Ordaz - Estado Bolivar.
    Teléfonos: 58 (286) 9661930/9661500/9226155 (0212) 9930363
  • Sito Internet: http://www.venalum.com.ve
  • Contatti: Av. Fuerzas Armadas, Zona Industrial Matanzas, Puerto Ordaz, Edo. Bolivar, Venezuela.
    Telef: 58 (286) 97005466/9705460/99441677/9941953/9941754
Flussi turistici

TURISMO: Il comparto turismo, ritenuto strategico per lo sviluppo economico del Paese, sulla base dell’articolo 310 della Costituzione, offre enormi possibilità di investimento, con circa 2.700 chilometri di costa caraibica, 1.000 di costa atlantica, un clima variegato che va dal tropicale al montano e una varietà morfologica e faunistica.

Tra le mete turistiche da visitare in Venezuela evidenziamo il Salto Ángel (Bolívar), Los Roques (Dependencies Fedeerales), La Isla de Margarita (Nivea Esparta), El Monte Roraima (Ciudad Guayana), Los Médanos de Coro (Falcón), el Parque Nacional Morrocoy
(Falcón), el Parque Nacional Mochima (Sucre).

La carenza di strutture adeguate, in particolare alberghiere (se si fa eccezione per l’Isola Margarita), non facilita il soggiorno di visitatori stranieri intenzionati a conoscere il Paese. Tuttavia, nel Paese operano importanti catene alberghiere internazionali come il Marriott, Radisson, Hesperia, Intercontinental, Sol Meliá, Embassy y Best Western.

Il Ministerio del Poder Popular para el Turismo y Comercio Exterior, è l’organismo responsabile della pianificazione, della
direzione, del coordinamento, della valutazione e del controllo delle politiche, dei programmi, dei progetti e degli interventi strategici volti alla promozione e allo sviluppo sostenibile del territorio nazionale come destinazione turistica preferita in tutto il mondo.

A tal fine, il Governo ha lanciato nel 2019 la strategia del marchio nazionale Marca País “Venezuela Abierta al Futuro”, che comprende tra le sue iniziative quelle dirette a migliorare l'offerta turistica della nazione sudamericana, oltre i suoi confini.

La strategia rientra nel Programma di ripresa economica, crescita e prosperità del Paese “Programa de Recuperación, Crecimiento y Prosperidad Económica del País (PRCPE), introdotto dal Governo nell’agosto 2018 e volto a promuovere e consolidare l'identità
nazionale, aumentare le esportazioni, il turismo e gli investimenti in Venezuela e nel mondo e promuovere la crescita e lo sviluppo economico della Nazione.

Sono previsti nella Ley Orgánica de Turismo, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale Straordinaria Nº 6.152 del 18 novembre 2014, Título IV - Del Régimen de Financiamiento Público del Turismo, Capítulo I - Exenciones tributarias e incentivos estadales y municipales - Artículo 56, incentivi nei confronti di operatori prestatori di servizi turistici che devono disporre di un attestato rilasciato dal Ministerio del Poder Popular para el Turismo, concesso dopo l’iscrizione nel Registro Turístico Nacional (RTN), il conseguimento del permesso turistico (Licencia de Turismo) e se dovuto l’eventuale assegnazione di una classificazione e categorizzazione.

Principali aziende del settore
  • Sito Internet: www.pdvsa.com
  • Contatti: PDVSA Petróleo, S.A.
    Av. Libertador, Edif. PDVSA, Torre Este La CampiƱa, Caracas
    Telef: 58 212 7084405/4675/4674
    Email: webmaster@pdvsa.com.ve
  • Sito Internet: http://www.fmh.gob.ve/
  • Contatti: Av. Orinoco con Calle Perijá. Edificio El Portal. Urbanización Las Mercedes. Caracas, Distrito Capital. Venezuela.
    Telef: 58 212 993 49 77
    Email: atencionalciudadano@fmh.gob.ve
  • Sito Internet: www.pequiven.com
  • Contatti: Municipio Valencia, estado Carabobo, Zona Postal 2003, Venezuela
    Telef: 58 241 8394859/8394858
    interespqv@pequiven.com


    Email:coramer@pequiven.com
  • Sito Internet: http://www.cvgferrocasa.com/
  • Contatti: Carrera el Miamo, Cruce con Calle Caicara, Centro Empresarial Ferrocasa,
    Torre A, Planta Baja, Puerto Ordaz, Estado Bolivar.
    Telef. 58 286 9231249 58 286 9231249
    cvgferrocasa@cvgferrocasa.com
    fierro@cantv.net
  • Sito Internet: www.mvh.gob.ve/
Costruzioni

INFRASTRUTTURE: l Paese per molti aspetti non ha finora vissuto un'evoluzione economica ed industriale corrispondente alle sue potenzialità. Il settore relativo alla infrastrutture ha ancora dei margini di sviluppo amplissimi.

Principali aziende del settore
  • Sito Internet: https://www.caf.com
  • Sito Internet: www.pdvsa.com
  • Sito Internet: https://ciipven.com
  • Sito Internet: https://www.ice.it/it/mercati/venezuela
  • Sito Internet: http://www.mppef.gob.ve/
Ultimo aggiornamento: 30/06/2021