X Chiudi
Governo Italiano
Governo Italiano

Breadcumbs

Aspetti Normativi (VIETNAM)

ASPETTI NORMATIVI E LEGISLATIVI

Regolamentazione degli scambi

Sdoganamento e documenti di importazione[1]: il documento idoneo ad attestare la definitiva importazione della merce in territorio vietnamita è il modulo di dichiarazione delle merci importate (Tờ Khai Hàng Hoá Nhập Khẩu). Altri documenti che possono essere richiesti per lo sdoganamento sono, ad esempio, dichiarazioni di valore, fatture, certificati di origine, lettere di credito, contratti di vendita, certificati di registrazione e permessi di importazione o licenze rilasciate dalle autorità competenti.

Classificazione doganale delle merci[2]: in virtù della partecipazione all'ASEAN (AFTA), presente una classificazione doganale strutturata sulla base del sistema armonizzato.

Restrizione delle importazioni[3]: previste per prodotti agroalimentari (gli importatori di tali prodotti devono in genere ottenere una Dichiarazione (o certificato) di conformità di prodotto).

Importazioni temporanee1: consentite per manifestazioni promozionali e fieristiche e se beni in transito sul territorio Vietnamita. La durata massima di importazione temporanea è fissata in 60 giorni.

 

Attività di investimento e insediamenti produttivi nel Paese

Normativa per gli investimenti stranieri: l’imprenditore interessato a entrare nel mercato può operare attraverso una Società a totale capitale straniero, una Società a capitale misto, una Joint Venture o attraverso uffici di rappresentanza presenti in loco. Una volta ottenute le licenze e i permessi governativi, l’investitore straniero avrà gli stessi diritti e doveri dei cittadini Vietnamiti.

Legislazione societaria: tipologie societarie legali: Società a Responsabilità Limitata, Società per Azioni, Società a Nome Collettivo, Società Privata.

 

Brevetti e proprietà intellettuale

Il Vietnam è firmatario dei seguenti accordi in materia di brevetti e proprietà intellettuale: Convenzione di Parigi sulla tutela della Proprietà Industriale; Convenzione di Stoccolma del 1967; Trattato sui brevetti di Washington (Patent Cooperation Treaty, Pct) del 1970, emendato nel 1984; Accordo e del Protocollo di Madrid sulla registrazione internazionale dei marchi.

Il Vietnam è membro della World Intellectual Property Organisation ed ha aderito all’accordo su Trade-related aspects of intellectual property rights (TRIPs), contestualmente all’adesione al WTO.

L’autorità preposta alle attività in materia di brevetti e proprietà intellettuale è “Office of Intellectual Property of Vietnam (NOIP).

La legge sulla proprietà intellettuale (IP law) del 2005, emendata nel 2009 e 2019 oltre a numerosi decreti governativi e circolari ministeriali (in specie 103/2006/ND-CP e 01/2007/TT-BKHCN) fissano i parametri gestionali relativi alla materia.

Sistema fiscale[4]

Le forme di tassazione applicabili alle imprese sono: la Enterprise Income Tax, la Value Added Tax (VAT) e i dazi su import/export. Le importazioni sono soggette all’applicazione di tre differenti aliquote: ordinaria, preferenziale (per le merci importate da paesi nel novero delle “Most Favored Nation”), preferenziale speciale (Paesi appartenenti all’ASEAN). Per le esportazioni, il Vietnam prevede un dazio solo su alcune tipologie di merci elencate dalla rispettiva normativa.

Da agosto 2020 è in vigore il Free Trade Agreement tra l'Unione Europea ed il Vietnam.

Anno fiscale: 1 gennaio – 31 dicembre.

 

Imposta sui redditi delle persone fisiche (VND)

<5.000.000                    

5%

5.000.000 - 10.000.000   

10%

10.000.000 - 18.000.000 

15%

18.000.000 - 32.000.000 

20%

32.000.000 - 52.000.000 

25%

52.000.000 - 80.000.000 

30%

> 80.000.000                 

35%

Per i non residenti (in Vietnam) è prevista una “flat-tax” del 20% (sui redditi da lavoro).

Tassazione sulle attività di impresa:

La legge sull'imposta sul reddito delle società (CIT) è stata approvata dall'Assemblea Nazionale nel 2008 ed è entrata in vigore nel 2009. La CIT è un'imposta diretta prelevata sui profitti di società o organizzazioni. L'aliquota standard dell'imposta sul reddito delle società (CIT) è del 20%. Le imprese che operano nell'industria petrolifera e del gas sono soggette a tassi CIT che vanno dal 32% al 50%, a seconda della posizione e delle condizioni specifiche del progetto.

Imposta sul valore aggiunto (VAT):

L'imposta sul valore aggiunto (VAT) del Vietnam viene calcolata in base al valore aggiunto di ogni fase della catena di approvvigionamento, dalla produzione alla distribuzione e al consumo. Soggetti a questa tassa sono quasi tutti i prodotti e servizi nel mercato interno del Vietnam, ad eccezione di quelli utilizzati per scopi sociali, in agricoltura, istruzione, servizi medici, assicurazioni, aiuti, scienza, minerali, difesa nazionale o telecomunicazioni.

Esistono tre aliquote VAT principali che le aziende devono pagare in base ai tipi di prodotti e servizi.

  1. Il tasso dello 0% è utilizzato principalmente per i prodotti destinati all’esportazione.
  2. Il tasso del 5% viene applicato ai prodotti e servizi industriali considerati socialmente rilevanti, ad es. Fertilizzanti, attrezzatura medica, scientifica e sportiva, servizi culturali
  3. Il tasso del 10% viene utilizzato per la maggior parte dei prodotti.
  4. Il tasso per i beni di lusso, senza riferimento alla categoria merceologica, può arrivare al 70%.

 

[1] Fonte: Agenzia delle Dogane Italiana

[2] Fonte: Ministero degli Affari Esteri del Vietnam

[3] Fonte: News Mercati

[4]  Fonte: Agenzia Nazionale delle Entrate Vietnamita

 

 

“Business Atlas 2020: guida agli affari in 56 mercati per il business italiano” a cura delle Camere di Commercio italiane all’estero.
Ultimo aggiornamento: 10/12/2020